iPhone 5, necessaria la nano-SIM

iPhone 5, necessaria la nano-SIM

Il nuovo cellulare della Mela fa uso di una SIM-card di formato differente rispetto a quelle attualmente in circolazione e non offre retrocompatibilità: cambio di SIM necessario per chi acquisterà un iPhone 5

di Andrea Bai pubblicata il , alle 11:05 nel canale Telefonia
iPhoneApple
 

Il nuovo iPhone 5 presentato nel corso della giornata di ieri richiederà l'impiego di una nuova SIM card dal formato ridotto rispetto anche alle schede micro-SIM attualmente in circolazione e che iniziarono a diffondersi dopo l'avvento di un altro dispositivo della Mela, il primo iPad con connettività 3G integrata.

iPhone 5 farà pertanto uso delle nuove schede nano-SIM, che oltre ad una superficie considerevolmente ridotta, che diventa così corrispondente quasi completamente all'area dei contatti, sono caratterizzate anche da uno spessore leggermente inferiore (0,67mm contro gli 0,76 delle schede micro-SIM). Le schede micro-SIM saranno incompatibili con gli slot per le schede nano-SIM e non sarà nemmeno possibile ricorrere allo strategemma del "taglio" che tanto aveva furoreggiato con l'arrivo sul mercato di iPhone 4.


Mini-SIM, Micro-SIM e Nano-SIM a confronto. Fonte: ifun.de

In altri termini, per poter utilizzare il nuovo smartphone della Mela sarà necessario cambiare la propria SIM card. Nel caso si acquistasse un telefono abbinato ad un contratto questa sarà fornità dall'operatore scelto, mentre invece se si decidesse di optare per un terminale contract-free bisognerà rivolgersi al proprio operatore per effettuare il cambio di SIM.

Attualmente per quanto riguarda gli operatori italiani non sono ancora disponibili informazioni sulle modalità necessarie per il cambio di SIM, che dovrebbe comunque avvenire in forma gratuita. E' comunque ragionevole supporre che almeno nelle fasi iniziali dell'arrivo sul mercato di iPhone 5, gli operatori potrebbero andare incontro a qualche problema di disponibilità. Maggiori informazioni dovrebbero comunque essere rese disponibili in prossimità del lancio sul mercato italiano, che ricordiamo avverrà il prossimo 28 settembre.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

59 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Spyto13 Settembre 2012, 11:20 #1
Mi chiedo il motivo per cui, gli smart diventano sempre più grandi e le sim sempre più piccole
PhoEniX-VooDoo13 Settembre 2012, 11:28 #2
questa Apple poteva proprio risparmiarsela.

100% non-sense.
BlueGhost13 Settembre 2012, 11:29 #3
risparmiare spazio interno per altra componentistica probabilmente
ERRYNOS13 Settembre 2012, 11:29 #4
Non trovo nessuna logica
frank_durelli13 Settembre 2012, 11:31 #5

beh...

...la logica e' che cosi uno che passa ad iphone5 avra' piu' difficolta' e meno voglia di sbattersi per tornare al un telefono con una micro sim o una sim normale, perche' se con una microsim riuscivi a farlo ( tornare ad un telefono con sim normale ) con una nano non e' possibile visto che la piedinatura non combacia.
FirePrince13 Settembre 2012, 11:32 #6
la logica è risparmiare spazio interno. Peraltro loro la SIM volevano rimuoverla del tutto, ma gli operatori non erano dello stesso parere. Magari al prossimo giro…
cino113 Settembre 2012, 11:35 #7
Apple è sempre stata a favore di standard proprietari proprio per questioni di lock-in. Strategia discutibile e che denota un certo "timore" nei confronti dei concorrenti...
!fazz13 Settembre 2012, 11:45 #8
Originariamente inviato da: cino1
Apple è sempre stata a favore di standard proprietari proprio per questioni di lock-in. Strategia discutibile e che denota un certo "timore" nei confronti dei concorrenti...


informarsi prima di scrivere sarebbe cosa buona e giusta

iphone 5 non usa nessunissimo standard proprietario è solamente il primo terminale ad utilizzare l'ultimo [U]standard[/U] di simcard che non è certo stato sviluppato da apple
http://www.etsi.org/deliver/etsi_ts...221v110000p.pdf
recoil13 Settembre 2012, 11:47 #9
Originariamente inviato da: !fazz
informarsi prima di scrivere sarebbe cosa buona e giusta

iphone 5 non usa nessunissimo standard proprietario è solamente il primo terminale ad utilizzare l'ultimo [U]standard[/U] di simcard che non è certo stato sviluppato da apple
http://www.etsi.org/deliver/etsi_ts...221v110000p.pdf


esatto
prima o poi si adegueranno anche gli altri
speriamo che duri un po' di anni il nuovo standard, la fregatura semmai è stata la microsim visto che l'hanno usata per 2 telefoni e per l'ipad (per coerenza il prossimo ipad dovrebbe avere nanosim...)
frank_durelli13 Settembre 2012, 11:47 #10
rimuovere la sim avrebbe significato farlo per tutti i telefoni in commercio e per tutti gli operatori del mondo e si sarebbe tornati alla gestione tipo ETACS dei primi anni 90, cosa direi improponibile.
lo spessore della sim credo sia lo stesso, a giudicare dalle foto delle sim vodafone , delle vecchie sim e non credo che 1mm in piu' possa mettere a rischio un progetto di un telefono, credo piuttosto che la apple voglia tenersi i prossimi acquirenti di iphone belli stretti a se.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^