Huawei si oppone alle possibili ritorsioni contro Apple in Cina, nonostante il blocco di Trump

Huawei si oppone alle possibili ritorsioni contro Apple in Cina, nonostante il blocco di Trump

Il fondatore di HUawei, Ren Zhengfei, ha dichiarato a Bloomberg che sarebbe fra i primi a "protestare" in caso di ritorsione da parte della Cina nei confronti delle aziende americane

di pubblicata il , alle 16:01 nel canale Telefonia
HuaweiApple
 

La trade war fra USA e Huawei continua. Nelle scorse settimane l'amministrazione Trump ha vietato alle aziende americane di fare affari con Huawei e ancora oggi si attende una contromossa che potrebbe essere devastante tanto quanto il ban. La più ovvia è sin da subito sembrata una sorta di ritorsione da parte della Cina nei confronti di tutte le aziende americane, con in prima posizione realtà consolidate sui mercati cinesi come Apple.

Sembra però più ragionato l'approccio di Huawei, con il fondatore Ren Zhengfei che ha subito dichiarato che si opporrebbe strenuamente se la Cina facesse qualcosa del genere. Ai microfoni di Bloomberg con l'aiuto di un traduttore ha definito Apple come una sorta di mentore, oltre che un'azienda capace di spingere l'innovazione in avanti:

"Prima di tutto, questo non avverrà. E, come seconda cosa, se avverrà io sarò il primo a protestare. Apple è un'azienda leader a livello mondiale. Se non ci fosse non ci sarebbe l'internet mobile. Se non ci fosse Apple ad aiutarci a vedere il mondo, noi non vedremmo parte della sua bellezza. Apple è stata il mio mentore, e si evolve insieme a noi. In qualità di studente perché dovrei oppormi al mio insegnante? Non lo farei mai"

Gli effetti di una ritorsione da parte del governo cinese nei confronti delle aziende americane potrebbero essere devastanti: Goldman Sachs, ad esempio, ha stimato una potenziale perdita del 29% per quanto concerne il titolo azionario di Apple se la Cina si fermasse con la produzione. Ren sembra sicuro del fatto che Huawei riesca a trovare una soluzione al "trade ban" di Trump, anche a patto di utilizzare solo tecnologie proprietarie sviluppate in casa.

C'è comunque il problema che molte delle tecnologie che Huawei sviluppa in casa sono legate a brevetti e proprietà di aziende non cinesi: ad esempio i processori Kirin si basano su architetture di proprietà di ARM, che ha già aderito al ban del governo USA.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

21 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Cfranco29 Maggio 2019, 16:42 #1
Il governo cinese non ha mica bisogno di prendere nessuna misura
Basta che alla TV comincino a dire che chi compra Apple è antipatriottico e le vendite crollano in due giorni
Sputafuoco Bill29 Maggio 2019, 16:50 #2
Ma ritorsione in base a che cosa?
Contro Huawei ci sono accuse della magistratura americana ben definite sulla cessione di tecnologie americane all'Iran, cosa vieta tissima.
Sono stati ricostruiti anche passaggi di denaro da banche americane all'Iran. Sono state commesse frodi finanziarie e usate società fittizie a questo scopo.

Al contrario contro Apple non c'è nessuna accusa, si è sempre comportata bene e ha sempre rispettato la legge cinese.

L'unico torto di Trump è quello di essere arrivato con 20 anni di ritardo.
È stato permesso alla Cina di tenere qualsiasi comportamento scorretto nelle politiche commerciali, vera e propria pirateria economica e nessuno ha mai preteso un cambio di atteggiamento.
La Cina va contenuta, serviranno anni.
pabloski29 Maggio 2019, 17:37 #3
Originariamente inviato da: Cfranco
Basta che alla TV comincino a dire che chi compra Apple è antipatriottico e le vendite crollano in due giorni


E' una settimana che il Global Times suona la grancassa. E la tv trasmette film sulla guerra di Corea.
minatoreweb29 Maggio 2019, 17:49 #4
Ora come ora si trovano prodotti Huawei a buonissimo prezzo dall'inghilterra. Proprio per il fatto che le tv inglesi e americane denigrano prodotti ottimi.
Gli usa fanno schifo, da anni continuan con illazioni stupide e accuse verso tutti. Da autoaffondamenti, ad armi chimiche a verdetti senza tribunale a casa d'altri ecc...
Resta il fatto che Huawei spera di salvare il mercato in Arabia Saudita e altri stati legati all'america e che con un blocco cinese dei prodotti Apple attuerebbero un blocco dei prodotti Huawei.
Senza contare che la maggior parte dei prodotti Apple sono prodotti in cina.
Mparlav29 Maggio 2019, 17:54 #5
I consumatori cinesi stanno facendo la loro parte da anni per acquistare prodotti locali, ma Apple già di suo è in forte difficoltà.

Le vendite di smartphone Huawei sono state ai massimi nel Q1 2019 (+50% rispetto all'anno scorso), mentre quelle di Apple sono scese del 30% e quelle di Samsung dell' 8%. Il tutto in un mercato mondiale in declino.

https://www.forbes.com/sites/johnko...0/#79684a1076b0

per dimostrare l'inconsistenza delle accuse negli USA, ci sarà il ricorso:
https://www.nytimes.com/2019/05/29/...us-lawsuit.html

e vedremo come andrà a finire.
Ginopilot29 Maggio 2019, 18:41 #6
Originariamente inviato da: Sputafuoco Bill
Ma ritorsione in base a che cosa?
Contro Huawei ci sono accuse della magistratura americana ben definite sulla cessione di tecnologie americane all'Iran, cosa vieta tissima.
Sono stati ricostruiti anche passaggi di denaro da banche americane all'Iran. Sono state commesse frodi finanziarie e usate società fittizie a questo scopo.

Al contrario contro Apple non c'è nessuna accusa, si è sempre comportata bene e ha sempre rispettato la legge cinese.

L'unico torto di Trump è quello di essere arrivato con 20 anni di ritardo.
È stato permesso alla Cina di tenere qualsiasi comportamento scorretto nelle politiche commerciali, vera e propria pirateria economica e nessuno ha mai preteso un cambio di atteggiamento.
La Cina va contenuta, serviranno anni.


Bradiper29 Maggio 2019, 20:04 #7
Lol.. Ma davvero credete alla favola del buono e cattivo?
Parlano i santi che stipendiavano bin laden e gli vendevano le armi?
Fin quando gli conviene sei amico poi diventi nemico n 1.
Gheddafi?
Putin?
Kim? Non doveva eliminarlo dalla faccia della terra? Pssss president... La Korea del nord ha i giacimenti di terre rare più grandi del pianeta e non le estraggono neanche...! Oh shit... Drinn drin.. Kim? Vogliamo diventare amici????
Ma per favore...
Cfranco29 Maggio 2019, 20:17 #8
Originariamente inviato da: Sputafuoco Bill
Contro Huawei ci sono accuse della magistratura americana ben definite sulla cessione di tecnologie americane all'Iran, cosa vieta tissima.
Sono stati ricostruiti anche passaggi di denaro da banche americane all'Iran. Sono state commesse frodi finanziarie e usate società fittizie a questo scopo.


Davvero ?
Dovresti dirlo anche alle autorità americane, pare che ai giudici americani queste cose ancora non le abbiano dette
Ginopilot29 Maggio 2019, 21:00 #9
Originariamente inviato da: Cfranco
Davvero ?
Dovresti dirlo anche alle autorità americane, pare che ai giudici americani queste cose ancora non le abbiano dette


Saranno stati corrotti dal regime cinese.
Ago7229 Maggio 2019, 21:28 #10
Originariamente inviato da: Cfranco
Davvero ?
Dovresti dirlo anche alle autorità americane, pare che ai giudici americani queste cose ancora non le abbiano dette


Una domanda, la polizia canadese su ordine di chi ha arrestato la figlia del fondatore della Huwaei? che per altro si trova ancora agli arresti domiciliari in Canada?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^