GSM Association e SIM Alliance: è scontro sull'embedded SIM

GSM Association e SIM Alliance: è scontro sull'embedded SIM

Parere diametralmente opposto delle due organizzazioni in merito alla realizzazione di dispositivi di comunicazione con SIM integrata

di Andrea Bai pubblicata il , alle 11:23 nel canale Telefonia
 

La GSM Association ha annunciato nel corso della giornata di ieri la costituzione di un gruppo di lavoro formato dagli operatori della telefonia mobile per esplorare le possibilità di sviluppo attorno ad una SIM di tipo embedded, integrabile nei dispositivi, e che possa essere attivata da remoto.

"Le SIM traizionali hanno rappresentato un'importante innovazione nella telefonia mobile, e hanno fornito molti benefici ai consumatori in termini di sicurezza e portabilità dei contatti, e hanno semplificato la portabilità dei dispositivi attraverso le reti. Con il passaggio dalla connessione di telefoni al connessione di un'ampia gamma di dispositivi è chiaro che l'embedded SIM può fornire ancor più grande flessibilità" ha dichiarato Rob Conway, CEO e membro del consiglio di amministrazione della GSMA.

Il gruppo di lavoro guidato dalla GSMA comprende una schiera di tecnici d'esperienza provenienti da una serie di operatori mobile, tra cui AT&T, China Mobile, Deutsche Telekom, France Telecom Orange, KT, NTT DOCOMO, SK Telecom, Telecom Italia, Telefònica, Verizon Wireless e Vodafone. Il gruppo lavorerà in collaborazione con i principali produttori di SIM.

Il gruppo di lavoro analizzerà i requisiti del mercato e fornirà una soluzione tecnica a rappresentare un'evoluzione degli attuali meccanismi di fornitura delle SIM. Le soluzioni embedded SIM che verranno proposte includeranno funzionalità di SIM card programmabili per permettere l'attivazione da remoto.

Le attività di analisi dovrebbero essere completate entro il mese di gennaio 2011. La soluzione tecnica risultante sarà costruita sui principi dell'apertura e della standardizzazione. "La SIM embedded fornirà elevati livelli di sicurezza e portabilità per i consumatori, così come la possibilità di mettere a disposizione funzionalità aggiuntive come nuovi servizi di e-Wallet e applicazioni di near-field communication" ha dichiarato Conway.

I primi dispositivi con SIM integrate potrebbero apparire sul mercato nel corso del 2012. I tradizionali device che utilizzano le attuali SIM continueranno ad operare sulle reti esistenti.

Di tutt'altro parere è invece la SIM Alliance, l'associazione non-profit che raccoglie i principali produttori delle schede SIM, che con un comunicato stampa ha voluto prendere posizione sui vantaggi offerti dalle tradizionali SIM rimovibili.

La SIM Alliance pone l'attenzione sulla maggiore interoperabilità e portabilità offerta dalle SIM rimovibili, sulla maggiore possibilità di protezione dei dati personali e, in maniera particolare, sulla maggiore libertà di scelta per i consumatori nella possibilità di cambiare dispositivo cellulare mantenendo lo stesso operatore di telefonia mobile.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

21 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Bluknigth19 Novembre 2010, 12:04 #1
Onestamente sta storia delle sim integrate non è che mi faccia impazzire.

Il primo problema è che non si potrà portare la sim da un telefono all'altro in caso di guasto o banalmente se ti finisce la batteria.

poi se ti muore il telefono, i dati sulla sim come li recuperi. Se i costretto a fare il backup: e quanta gente ha la voglia e la capacitò di farsi un backup del telefonino?
key271019 Novembre 2010, 12:49 #2
Sbagliato. Purtroppo non si è capita la mentalità della embedded SIM.

La embedded SIM sarà solo un "contenitore" vuoto senz'anima. Sarà possibile caricarvi sopra i dati delle vecchie SIM. Morale... sei tu a diventare proprietario del tuo contratto... appena ti arriva il telefono nuovo carichi sulla embedded sim i tuoi "dati di login" e la embedded sim funziona come una sim normale. La embedded è programmabile.

Questo apre molteplici scenari.

La possibilità di poterti loggare al tuo carrier con più telefoni diversi senza travasare sim.

La possibilità di poter stipulare dall'italia un contratto con carrier francese, ricevere telematicamente i dati di login, caricarli sulla tua SIM e utilizzare il contratto appena atterri in francia.

La possibilità di effettuare "multicaricamenti" sulla tua embedded SIM.

La possibilità di poter utilizzare il tuo account telefonico anche qualora tu sia senza telefono (purchè a conoscenza dei dati di login) e senza la tua SIM card. Basterebbe effettuare "login" da qualsiasi dispositivo con embedded.

La SIM ad oggi è "una chiave fisica" contenente i dati di login.
La embedded è un "passpertout" riprogrammabile. (sperando che gli operatori non facciano scherzetti ovviamente)
supertigrotto19 Novembre 2010, 13:00 #3

si torna indietro

su un sito concorrente che non dico,ma penso lo sappiate tutti,è uscito un articolo simile.
ho sentito diversi commenti ma,penso che tornare alla sim affogata nel telefono è come tornare agli etacs.
Io ho passato la generazione etacs per approdare a quella gsm e devo dire che,la sim removibile è stata una grande invenzione.
questa è stata la mia risposta:
Non so voi ma sono passato dall'etacs (motorola grande come un mattone che durava 15 ore con 2 batterie,non aveva la rubrica etc) che doveva essere programmato per registrare il numero di telefono a gsm!
Quando feci il passaggio fui entusiasta,potevo cambiare telefono tranquillamente o farmi prestare da un amico il suo telefono.
Mi sembra che invece di fare passi avanti,se ne faccia indietro.
Dovrebbero invece creare sim più potenti,estraibili lateralmente come micro SD,dove oltre ai numeri telefonici ci sia anche una sorta di carta di identità e servizi vari.
Solo chi ha passato le varie generazioni di telefoni (iniziando dai telefoni valigetta) a quelli con la sim possono rendersi conto di che parlo.
Comunque una sim,può essere protetta a livello hardware,se in un ipotetico dispositivo con sim integrata io riesco a fregare ad altri utenti username e password?
Si prima si accennava di farsi prestare il telefono con sim integrata da un amico e accedere al proprio operatore in modo similare in cui si accede a internet.
Porto un altro esempio:è meglio un firewall software o hardware?
Spero di aver spiegato il mio punto di vista,poi sicuramente,altri la penseranno diversamente ma penso che,tornando all'articolo,la sim integrata serva per aver più controllo e più vincoli sull'utente.
supertigrotto19 Novembre 2010, 13:10 #4

specifico

Alcuni trovavano l'idea della sim non staccabile dall'hardware eccezionale e fantasticavano su come si poteva usare il prodotto.
Ad esempio,scarico il telefono,chiedo in prestito quello del mio amico,inserisco nel telefono il mio numero e il mio codice ed accedo al mio operatore e al mio credito,in pratica come se il telefono del mio amico fosse il mio.
A livello di sicurezza non so quanto sia ottima come idea,inoltre parlavano di fare sim virtuali con un unico telefono ma,penso che queste cose non accadranno,gli operatori telefonici e i produttori perderebbero troppi soldi.......
Se fanno un telefono con sim integrata,penso sia solo per aver più controllo sull'utente.
key271019 Novembre 2010, 13:20 #5
Qualcosa mi sfugge... per quale motivo... perderebbero troppi soldi? Dove stà il danno per gli operatori?
GURUMEDITATION19 Novembre 2010, 13:20 #6
L'idea non è male, anzi potrebbe essere vantaggiosa per l'utente finale se venisse resa possibile la coesistenza di più sim virtuali in unico telefono, magari con la possibilità di spostarle da un telefono all'altro senza dover far ricorso a un call center.
Tipo: Si inserisce login (numero telefonico) e password (pin o seriale-sim) e l'utenza passa dal telefono A a quello B in automatico.
Cosi facendo si eviterebbe di rimanere senza telefono in caso di guasto o batteria scarica.

A queste condizioni sono super favorevole alla sim integrata nel device.
MrModd19 Novembre 2010, 13:23 #7
Originariamente inviato da: supertigrotto
su un sito concorrente che non dico,ma penso lo sappiate tutti,è uscito un articolo simile.
ho sentito diversi commenti ma,penso che tornare alla sim affogata nel telefono è come tornare agli etacs.
Io ho passato la generazione etacs per approdare a quella gsm e devo dire che,la sim removibile è stata una grande invenzione.
questa è stata la mia risposta:
Non so voi ma sono passato dall'etacs (motorola grande come un mattone che durava 15 ore con 2 batterie,non aveva la rubrica etc) che doveva essere programmato per registrare il numero di telefono a gsm!
Quando feci il passaggio fui entusiasta,potevo cambiare telefono tranquillamente o farmi prestare da un amico il suo telefono.
Mi sembra che invece di fare passi avanti,se ne faccia indietro.
Dovrebbero invece creare sim più potenti,estraibili lateralmente come micro SD,dove oltre ai numeri telefonici ci sia anche una sorta di carta di identità e servizi vari.
Solo chi ha passato le varie generazioni di telefoni (iniziando dai telefoni valigetta) a quelli con la sim possono rendersi conto di che parlo.
Comunque una sim,può essere protetta a livello hardware,se in un ipotetico dispositivo con sim integrata io riesco a fregare ad altri utenti username e password?
Si prima si accennava di farsi prestare il telefono con sim integrata da un amico e accedere al proprio operatore in modo similare in cui si accede a internet.
Porto un altro esempio:è meglio un firewall software o hardware?
Spero di aver spiegato il mio punto di vista,poi sicuramente,altri la penseranno diversamente ma penso che,tornando all'articolo,la sim integrata serva per aver più controllo e più vincoli sull'utente.


Secondo me dipende dal livello di restrizioni applicate dal gestore telefonico. Per come l'ha descritta key2710 mi pare un'idea saggia. Al giorno d'oggi molta gente ha più di una sim e poter cambiare numero telefonico senza dover smontare il telefono non è affatto male come opzione.
Per il discorso della sicurezza come ti possono rubare le credenziali d'accesso di un account possono anche rubarti il telefono. Mi dirai che la differenza sta nel fatto che se ti rubano il cellulare te ne accorgi subito, mentre per un account potresti non accorgertene... Beh c'è sempre il rovescio della medaglia. Pro da una parte e contro dall'altra :-)
Markk11719 Novembre 2010, 13:24 #8
gli operatori ci guadagnano! ogni sim fisica costerà circa 5-7€ a loro e solo in italia ce ne sono milioni... se le tolgono hanno meno spese con la scusa dei molteplici servizi!
key271019 Novembre 2010, 13:36 #9
Concordo con chi dice che gli operatori ci guadagnano. Perdono un elemento nelle loro spese lasciando invariati i prezzi. Inoltre riusciranno a raggiungere l'utenza con maggiore semplicità. Paradossalmente potrebbe divenire possibile sottoscrivere un contratto con un carrier comodamente da casa (e quindi risparmio di tutta la trafila)

Gli unici punti che mi lasciano in dubbio sono, come correttamente citato su, la sicurezza (rubare dati eterei è oggettivamente meno complicato di rubare un elemento fisico) e la paura (comunque a mio avviso improbabile) di un cartello da parte di operatori e produttori atto a "forzare" le meccaniche di selezione dei carrier (Ciao! Oggi ho comprato un iPhone Vodafone, tu? Il tuo è un HTC DESIRE TIM?) ... ma lo reputo troppo improbabile.

... ma le prospettive a cui si affaccia questa novità sono davvero interessanti. Speriamo solo che non le macchino con qualche "stupidata".
supertigrotto19 Novembre 2010, 13:37 #10

intendevo il dual sim o più sim

ho un samsung dualsim,per un operatore,un utente con più schede,crea meno traffico e meno guadagni (ho tim wind e vodafone ma per via della sms infinity uso quasi solo vodafone con i messaggi),inoltre una sim un telefono si traduce in 2 o tre telefoni in tasca,vi dico la verità,prima di prendere un dualsim,giravo con 3 telefoni nel marsupio,ora solo con 2

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^