Asus PadFone 2: al debutto il prossimo 16 Ottobre

Asus PadFone 2: al debutto il prossimo 16 Ottobre

La seconda generazione del particolare prodotto Asus, connubio tra smartphone e tablet, introdurrà architettura di SoC Quad Core di Qualcomm e sistema operativo Android 4.1

di pubblicata il , alle 15:31 nel canale Telefonia
ASUSAndroidQualcomm
 

Il prossimo 16 Ottobre Asus presenterà la seconda generazione di PadFone, la propria soluzione che abbina uno smartphone basato su sistema operativo Android ad un tablet con schermo da 10,1 pollici di diagonale.

Il principio di funzionamento di questo particolare device prevede che lo smartphone venga inserito in un alloggiamento presente nella parte posteriore del tablet, indicato con il nome di PadFone Station. In questo modo le funzionalità dello smarthone sono rese accessibili sullo schermo del tablet, estendendone la flessibilità d'uso finale.

asus_padfone_shot.jpg (33558 bytes)

Mancano al momento informazioni dettagliate sulle caratteristiche tecniche della seconda generazione di Asus PadFone. Secondo Digitimes verrà utilizzato un SoC Qualcomm con architettura quad core, in abbinamento a sistema operativo Google Android 4.1 Jelly Bean.

La prima generazione di Asus PadFone ha rappresentato per molti verso una innovazione sul mercato ma di certo non è stata premiata dai risultati di vendita. Si tratta di un prodotto decisamente di nicchia e crediamo che tale continuerà a restare anche nella seconda generazione. In ogni caso è da applaudire Asus per la continua ricerca di innovazione tecnologica portata avanti in questi anni, con varie proposte di dispositivi mobile che si differenziano sensibilmente da quanto di standard prodotto dagli altri player del mercato.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
supertigrotto25 Settembre 2012, 17:06 #1

design e durata

Se migliorano la pessima durata dello smartphone e ritornano alla linea del prototipo
http://cdn.androidup.com/wp-content...sus-padfone.jpg
Forse ne venderanno di più!
La linea del prototipo era carina,abbastanza originale ma poi l'hanno reso inguardabile!
david-125 Settembre 2012, 21:46 #2
In ogni caso è da applaudire Asus per la continua ricerca di innovazione tecnologica portata avanti in questi anni, con varie proposte di dispositivi mobile che si differenziano sensibilmente da quanto di standard prodotto dagli altri player del mercato.

Concordo e sottoscrivo!
reziel7525 Settembre 2012, 22:52 #3
Secondo me il prezzo farà la differenza, unisce 2 accessori molto ambiti e con ottime prestazioni...
Se non esageri col prezzo ASUS sarai mio......
User40626 Settembre 2012, 09:34 #4
Si non sembra male.
Scarfatio26 Settembre 2012, 09:41 #5
Scatta il pensiero da ignorante... perchè la Microsoft non ha ideato per i propri partner la stessa cosa? Smart + tablet W8 (non WP)
Si sono limitati ad un singolo apparecchio quando si può avere un all in one.
Baboo8526 Settembre 2012, 15:25 #6
E l'autonomia e' di 10 minuti?
natostanco26 Settembre 2012, 15:56 #7
Originariamente inviato da: Baboo85
E l'autonomia e' di 10 minuti?


Perche' dovrebbe? il tablet suppongo abbia una batteria aggiuntiva che si collega a quella del padphone funzionando come una normale dock station
Baboo8526 Settembre 2012, 16:00 #8
Originariamente inviato da: natostanco
Perche' dovrebbe? il tablet suppongo abbia una batteria aggiuntiva che si collega a quella del padphone funzionando come una normale dock station


L'autonomia del solo smartphone della prima serie aveva qualcosa di indecente come autonomia. Ovvio che non l'ha comprato nessuno.

Quello che dovrebbe avere piu' autonomia e' appunto lo smartphone.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^