ARM presenta Mali T-760 e T-720: GPU da 16 core per dispositivi mobile

ARM presenta Mali T-760 e T-720: GPU da 16 core per dispositivi mobile

Nel corso della giornata di ieri ARM ha annunciato ufficialmente la propria terza generazione di GPU della serie Mali

di pubblicata il , alle 12:01 nel canale Telefonia
ARM
 

ARM è la società attiva nel settore dei semiconduttori per dispositivi mobile. La maggior parte degli smartphone in commercio utilizza architetture hardware progettate dalla società che propone soluzioni innovative sia per quanto riguarda le CPU (ad esempio big.LITTLE e hMP utilizzati anche da Samsung) che per le GPU della famiglia Mali.

Nel corso della giornata di ieri ARM ha presentato la sua terza generazione di GPU Mali, basate su un processo produttivo a 28nm, e sviluppate attorno a due prodotti separati, Mali T-760 e T-720.

La prima ha, a detta di ARM, un rapporto di efficienza circa quattro volte superiore rispetto a quanto possibile adesso con l'attuale T-628. La tecnologia Frame Buffer Compression di ARM (AFBC) permette di avere notevoli vantaggi dal punto di vista della bandwidth: grazie all'uso simultaneo di una serie di tecnologie proprietarie, quella richiesta per una scena è adesso meno della metà rispetto al passato. Mali T-760 può essere disponibile in versioni con frequenza operativa da 600 a 700MHz e nella variante a 16-core garantisce un pixel fill rate massimo di 11.2Gpixel/s e e un triangle fill rate di 1.39GTriangle/s.

ARM Mali terza generazione

La seconda GPU svelata da ARM è la T-720, come detto poco sopra, progettata attorno alle OpenGL ES 3.0 e Android. Ad una frequenza massima operativa di 600MHz sviluppa 533MTriangle/s e un pixel fill rate di 4.8GPixel/s. Rispetto alla Mali T-400 che va a sostituire si ha un miglioramento del 150% per quanto riguarda il consumo energetico. ARM Mali T-720 offre le stesse performance del vecchio processore con un numero di transistor tre volte inferiore ed un terzo del consumo energetico richiesto..

Al momento MediaTek, RockChip e Samsung hanno comprato le licenze delle nuove GPU Mali per utilizzarle all'interno di dispositivi che vedranno probabilmente la luce il prossimo anno. Non è improbabile che i prossimi Galaxy Note 4 o Galaxy S5 possano utilizzare la T-760 nelle varianti con CPU Exynos. ARM afferma inoltre che le GPU della famiglia Mali sono al momentointegrate all'interno del 50% dei tablet Android, mentre sul fronte smartphone si trovano ancora indietro rispetto al dominio delle soluzioni PowerVR.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
ciocia31 Ottobre 2013, 19:06 #1
Ottima notizia. Finalmente qualcuno ha capito che per i dispositivi portatili la potenza raggiunta oramai basta e avanza, ora necessita autonomia/durata! 150% a parita' di prestazione comunque mi sembra veramente troppo ottimistico....
Grosso consumo e' dato anche dai display, altro particolare dove dovrebbero abbassarne i consumi.
zbear03 Novembre 2013, 11:42 #2

Da non confondere ...

Non sono "core" come comunemente inteso, ma "shader core" ......
Il concetto è COMPLETAMENTE diverso, e inganna pesantemente.
Basta pensare che una GPU per PC odierna spesso ne ha centinaia ....

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^