Ancora smartphone nel futuro di Microsoft, ma diversi da quelli attuali

Ancora smartphone nel futuro di Microsoft, ma diversi da quelli attuali

Satya Nadella, CEO dell'azienda, anticipa come nelle intenzioni di Microsoft vi sia la volontà di essere presenti nel mercato degli smartphone, ma con prodotti che saranno ben differenti da quelli attuali

di pubblicata il , alle 09:11 nel canale Telefonia
LumiaContinuumSurfaceMicrosoft
 

Alcuni giorni fa, con questa notizia, abbiamo segnalato come le vendite di smartphone Microsoft della famiglia Lumia siano crollate a rappresentare una quota infinitesimale sia in termini del totale degli smartphone venduti a livello globale, sia con riferimento all'incidenza che queste vendite hanno sul totale del fatturato di Microsoft. Si è passati nel giro di due anni da vendite per 1,4 miliardi di dollari USA sino agli attuali 5 milioni registrati nel corso del terzo trimestre fiscale dell'esercizio 2017 dell'azienda (corrispondente ai primi 3 mesi dell'anno).

Satya Nadella, CEO dell'azienda, apre però spazio ad un futuro di Microsoft nel settore dei dispositivi mobile portatili anche se a suo avviso questi saranno ben differenti rispetto a quanto disponibile al momento. Questo quanto dichiarato in occasione di una intervista tenuta nel corso del podcast “Make Me Smart” organizzato da Marketplace.org:

We make phones today. We have OEMs like HP making phones, and others. We've picked a very specific area to focus on, which is management security, and this one particular area called Continuum, which is a phone that can even be a desktop...

And we're looking for “What's the next change in form and function?” What we've done with Surface is a good example. No-one before us had thought of 2-in-1s, and we created that category, and made it a successful category, to the point where there are more 2-in-1s coming, and that's what we want to do. So, in a sense, when you say “Will we make more phones?”, I'm sure we will make more phones, but they will not look like phones that are there today.

Nadella quindi prevede un futuro nel quale gli smartphone verranno proposti in formati differenti rispetto a quelli attuali, argomentando per analogia questo suo approccio con un riferimento al mondo dei dispositivi portatili e al ruolo svolto dai prodotti 2-in-1 nel corso degli ultimi anni. Grande merito alla diffusione dei 2-in-1, prodotti mobile che possono venir utilizzati come notebook oppure come tablet trasformandosi in modo molto rapido e pratico, è proprio da riconoscere a Microsoft che con la prima famiglia di soluzioni Surface e con le successive evoluzioni ha rappresentato un importante benchmark di riferimento per l'intero mercato.

microsoft_folding_display_1.jpg (49709 bytes)

Cosa attendersi quindi da Microsoft? Difficile che si tratti di qualcosa che sia simile a quanto disponibile al momento attuale alla luce delle parole di Nadella, e che prenda quindi spunto dal ricorrente trend dei display curvi su più lati (i cosiddetti edge-to-edge) ma che possa invece introdurre nuove tecnologie come quelle basate su schermi ripiegabili di cui da vari anni si discute. La stessa Microsoft ha del resto fatto richiesta di brevetti legati a prodotti che utilizzano schermi ripiegabili e che potrebbero rappresentare quantomeno parte delle soluzioni che Nadella lascia intravedere per il futuro.

microsoft_folding_display_2.jpg (55154 bytes)

Quello che pare però certo, osservando l'approccio recente dell'azienda americana, è che un nuovo concetto di telefono cellulare per Microsoft non possa prescindere da tecnologie che ne permettano l'utilizzo anche quale vero e proprio terminale client, così che possa affiancare e in molti ambiti anche sostituire del tutto un tradizionale PC. E' del resto questo l'approccio sviluppato dall'azienda americana con la propria tecnologia Continuum, grazie alla quale offrire un'esperienza all'utente di utilizzo con tastiera e schermo tradizionali del mondo PC sfruttando però la componente hardware integrata nel proprio smartphone per gestire le elaborazioni.

Il mercato degli smartphone continua a macinare record su record quanto a vendite, ma un po' tutti gli operatori si domandano quale potrà essere l'evoluzione futura di questa tipologia di prodotti e, soprattutto, quale nuova tipologia di prodotti sia destinata ad entrare nelle tasche dei consumatori del futuro.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

24 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
calabar04 Maggio 2017, 09:30 #1
Spero che questo non significhi l'abbandono dell'attuale clientela che non molto tempo fa ha investito nei loro terminali. Sarebbe l'ennesimo colpo basso nei confronti di chi ha dato loro fiducia.
Sarebbe interessante capire quale sia l'orizzonte temporale che hanno in mente.
Axios200604 Maggio 2017, 09:37 #2
Satya Nadella, CEO dell'azienda, anticipa come nelle intenzioni di Microsoft vi sia la volontà di essere presenti nel mercato degli smartphone


20 anni di tentativi... o manca la volonta' o i mezzi per realizzarla...

Windows CE docet.

Xp tablet edition docet.

Le prime foto di device ripiegabili sono vecchie quanto Windows Xp....
Bivvoz04 Maggio 2017, 10:15 #3
Originariamente inviato da: calabar
Spero che questo non significhi l'abbandono dell'attuale clientela che non molto tempo fa ha investito nei loro terminali. Sarebbe l'ennesimo colpo basso nei confronti di chi ha dato loro fiducia.
Sarebbe interessante capire quale sia l'orizzonte temporale che hanno in mente.


Non l'hanno già abbandonata un anno fa?
emiliano8404 Maggio 2017, 10:43 #4
Originariamente inviato da: Axios2006
Xp tablet edition docet.


strano che non hai menzionato windows 10 e i moderni 2in1
Lampetto04 Maggio 2017, 11:18 #5
E qui si conferma quello che mi aspettavo, perduta la corsa nel settore mobile si vogliono ritagliare una fetta in dispositivi ad alto valore orientati all'utenza businnes...

Questo ha senso visto il continuo sviluppo di Windows Mobile...
LMCH04 Maggio 2017, 11:48 #6
Dovrebbero vietare i brevetti su dispositivi che ancora non esistono o farli valere solo DALLA DATA DOPO che viene reso accessibile un prototipo funzionante per davvero
(non uno che lo usi due volte e si spezza o rovina lo schermo, ad esempio).
emiliano8404 Maggio 2017, 11:49 #7
Originariamente inviato da: LMCH
Dovrebbero vietare i brevetti su dispositivi che ancora non esistono o farli valere solo DALLA DATA DOPO che viene reso accessibile un prototipo funzionante per davvero
(non uno che lo usi due volte e si spezza o rovina lo schermo, ad esempio).


ah quello sicuramente, e' un problema vecchio e ne abusano tutti
s-y04 Maggio 2017, 11:53 #8
io non sono 'cliente' ms da due lustri
tuttavia ritengo sarebbe auspicabile un ritorno ad un mercato più concorrenziale lato os, android è, come scritto da altri, il nuovo windows, ormai
certo dovrebbero essere prodotti con caratteristiche peculiari, cosa non semplice
basta che l'obbiettivo sia chiaro, che non pare sempre così ultimanente
Alfhw04 Maggio 2017, 12:01 #9
Vogliono ripartire un'altra volta dopo che negli ultimi 3 anni hanno abbandonato clienti e sviluppatori per la mancanza di nuovi prodotti? Questo ha le idee più confuse di Ballmer...
emiliano8404 Maggio 2017, 12:02 #10
Originariamente inviato da: s-y
io non sono 'cliente' ms da due lustri
tuttavia ritengo sarebbe auspicabile un ritorno ad un mercato più concorrenziale lato os, android è, come scritto da altri, il nuovo windows, ormai
certo dovrebbero essere prodotti con caratteristiche peculiari, cosa non semplice
basta che l'obbiettivo sia chiaro, che non pare sempre così ultimanente


daccordo, ma windows phone/mobile e'/era un buon prodotto a livello di OS e potenzialita', il problema principale che devono risolvere e' a livello marketing, devono essere loro tutti i primi ad usarli, e devono fare accordi commerciali con le top100 app degli store, se necessario pagarli o svilupparle per loro

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^