Windows RT e Qualcomm: le prime impressioni d'uso

Windows RT e Qualcomm: le prime impressioni d'uso

A Innovation Qualcomm 2012 l'azienda americana mostra un proprio tablet reference basato su sistema operativo Windows RT, potenziale anello di congiunzione tra dispositivi mobile e piattaforme PC tradizionali

di pubblicata il , alle 14:31 nel canale Tablet
WindowsQualcommMicrosoft
 

Uno dei temi sviluppati in occasione di Innovation Qualcomm 2012, evento che l'azienda americana ha organizzato a Berlino per presentare il proprio ecosistema di prodotti e architetture destinato a sistemi mobile, è il mondo Windows RT. Sappiamo che il debutto di questo sistema operativo, appositamente sviluppato per le architetture ARM, avverrà tra poco più di 1 mese assieme alle altre versioni di sistema operativo Windows 8.

Qualcomm ha mostrato all'opera un proprio reference design basato su questo sistema operativo, con il quale abbiamo potuto interagire live. Il comportamento generale ricorda molto da vicino quello di simili soluzioni tablet dotate di OS Windows 8 basate su architettura x86, quindi quella tradizionale abbinata a sistemi notebook: la risposta è rapida e non tale da evidenziare problemi di lag.

Abbiamo testato anche alcune delle tradizionali applicazioni della suite Office, proposte in versioni che di fatto replicano quanto disponibile nel tradizionale pacchetto per architetture x86. Interagire via pannello touch screen con un foglio elettronico di Excel è esperienza quantomeno curiosa, che non raggiunge per produttività quanto accessibile con un tradizionale PC collegato a tastiera ma che nel complesso è di gran lunga preferibile a quanto visto sino ad ora utilizzando un terminale smartphone basato su OS Windows Phone.

Riteniamo che prodotti di questo tipo possano porsi quali anello di congiunzione, nell'ottica di un tradizionale utente di PC, tra i propri device "storici" e tutti i prodotti che puntano alla mobilità come principale se non unica via di utilizzo. In quest'ottica la possibilità di interagire con molti dati sviluppati su tradizionali applicazioni per PC, come ad esempio tutti quelli della suite Office, apre interessanti scenari di sviluppo futuri nei quali i tablet Windows RT, ma simile analisi deve essere fatta anche per quelli Windows 8 con architettura x86, possano venir utilizzati come strumenti che estendono in ambiti e ambienti che non sono quelli del mondo PC buona parte del livello di produttività personale che i PC, desktop o notebook che siano, mettono a disposizione.

Resta in ogni caso da valutare in che forma sia le aziende produttrici di tablet sia gli sviluppatori software decideranno di supportare questa nuova piattaforma. Affinché questa piattaforma possa essere considerata di successo è necessario che il numero di sistemi commercializzati sia elevato; perché questo si realizzi, d'altro canto, è indispensabile avere a disposizione una base di applicazioni che sia quantomeno confrontabile con le alternative attualmente presenti sul mercato. Tanto Apple con iOS quanto Google con Android sono due colossi difficilmente attaccabili, ma è in questa direzione che le aziende che supporteranno Windows RT in propri sistemi dovranno muoversi.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
rollo8212 Settembre 2012, 14:40 #1
maaaaaaaaaa quale sarebbero i vantaggi in termini pratici?? costi?

puntare su un RT significa perdere la fantastica possibilità di avere un dispositivo bivalente, che possa cioè fare da tablet vero e da portatile vero...
e il vantaggio qual'è?
Crisa...12 Settembre 2012, 14:52 #2
Originariamente inviato da: rollo82
maaaaaaaaaa quale sarebbero i vantaggi in termini pratici?? costi?

puntare su un RT significa perdere la fantastica possibilità di avere un dispositivo bivalente, che possa cioè fare da tablet vero e da portatile vero...
e il vantaggio qual'è?


significa avere un tablet che ha 9 ore di autonomia invece che 2 scarse...
mihos12 Settembre 2012, 14:52 #3
Originariamente inviato da: rollo82
maaaaaaaaaa quale sarebbero i vantaggi in termini pratici?? costi?

puntare su un RT significa perdere la fantastica possibilità di avere un dispositivo bivalente, che possa cioè fare da tablet vero e da portatile vero...
e il vantaggio qual'è?


Il prezzo ed il peso.
rollo8212 Settembre 2012, 15:02 #4
Originariamente inviato da: Crisa...
significa avere un tablet che ha 9 ore di autonomia invece che 2 scarse...


dici? un atom specificatamente predisposto secondo me non avrebbe un consumo così tanto diverso... chiaro che se parliamo di i5 o i7 anche ulv i consumi sono palesemente diversi...
TheDarkMelon12 Settembre 2012, 15:04 #5
ottimi prodotti!
mentalrey12 Settembre 2012, 15:35 #6
E riuscire a fare una piattaforma stile linux, che funzioni con un kernel su x86,
o un kernel per risc, mantendo la compatibilita' delle applicazioni?
Perche' francamente la versione arm la trovo ampiamente preferiile a quella intel,
ma (e gia' sono poche) se ogni volta devono riscrivere mezza applicazione, c'e' da ridere.
baruk12 Settembre 2012, 15:36 #7
Bisogna considerare la possibilità futura di soluzioni W8 "embedded" valide in moltissime soluzioni lavorative.
mauriziofa12 Settembre 2012, 15:38 #8
Originariamente inviato da: rollo82
maaaaaaaaaa quale sarebbero i vantaggi in termini pratici?? costi?

puntare su un RT significa perdere la fantastica possibilità di avere un dispositivo bivalente, che possa cioè fare da tablet vero e da portatile vero...
e il vantaggio qual'è?


1)Peso inferiore e non di poco (i surface per esempio i prototipi presentati erano sui 600gr per la versione RT e quasi 1kg per quelli x86)

2) Non hanno bisogno di ventole che hanno 2 difetti, sono rumorose e con il tempo si rompono ed essendo custom (ogni produttore usa la sua) è anche possibile che terminata la garanzia ti costa di più cambiare la ventola che comprare il tablet nuovo.

3)Costo, i "rumors" dicevano entro i 500$ quelli RT ed entro i 1.000$ quelli x86

4)Uso, usare photoshop o acdsee con il pennino non deve essere comodo...

5) Durata batteria, diciamo dalle 6 ore in su contro 3 ore scarse.

Bastano questi vantaggi???
mauriziofa12 Settembre 2012, 15:42 #9
Originariamente inviato da: mentalrey
E riuscire a fare una piattaforma stile linux, che funzioni con un kernel su x86,
o un kernel per risc, mantendo la compatibilita' delle applicazioni?
Perche' francamente la versione arm la trovo ampiamente preferiile a quella intel,
ma (e gia' sono poche) se ogni volta devono riscrivere mezza applicazione, c'e' da ridere.


Ma anche no, quando è uscito Android c'erano milioni di applicazioni java e poche Android, ora il contrario, quante applicazioni java sono state portate su Android???

Al limite il difetto è entrare in un mercato dove i concorrenti sono già ben avviati, ma proprio per questo Windows 8 è un ibrido, così che tra 3 anni quando lanceranno Windows 9 ci sarà il parco app Metro ben nutrito ed il passaggio dai vecchi programmi alle nuove app sarà meno "doloroso".
mauriziofa12 Settembre 2012, 15:44 #10
Originariamente inviato da: rollo82
dici? un atom specificatamente predisposto secondo me non avrebbe un consumo così tanto diverso... chiaro che se parliamo di i5 o i7 anche ulv i consumi sono palesemente diversi...


Ho letto dai report di IFA che i prototipi di tablet Atom garantivano 6-8 ore contro le 10-12 dei prototipi arm Qualcomm, ora va bene che sono prototipi, va bene che non è ancora sul mercato ma quelli definitivi non saranno troppo diversi, cerco il link se lo trovo lo posto.

Ps.Aggiungo che ad IFA si sono visti anche due protipi "diversi dal solito", uno di Dell che era un tablet Atom con una dock con tastiera e "cornice dove infilarlo per agganciarlo", che con le 2 batterie (quella del tablet e quella enorme del dock, che era grande e spesso non come quello dei Transformer di Asus per intenderci, arrivava a 20 ore di autonomia ( ma se compro un tablet voglio un tablet il dock non me lo porto dietro, almeno io la penso così, l'altro un tablet Lenovo Atom che arrivava si a 10 ore di autonomia ma bloccando l'installazione dei programmi più dispendiosi di energia, ma anche nell'articolo del giornalista non si capiva bene come, sembrava che se volessi installarci ad esempio Photoshop non te lo permettesse.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^