Samsung acquisisce Nvelo, per il caching SSD

Samsung acquisisce Nvelo, per il caching SSD

L'azienda coreana acquisisce una compagnia specializzata nella realizzazione di soluzioni di caching, allo scopo di ampliare il proprio catalogo prodotti verso le realtà enterprise

di Andrea Bai pubblicata il , alle 15:17 nel canale Storage
Samsung
 

Nel corso della giornata di venerdì Samsung Electronics ha comunicato l'acquisizione di Nvelo, una società specializzata nella realizzazione di software di caching per unità di storage stato solido. L'acquisizion di Nvelo permetterà a Samsung di ampliare la possibilità di offrire soluzioni di storage SSD ai propri clienti e di sviluppare e vendere varie soluzioni di storage ibrido, principalmente per le realtà business.

Jiurong Cheng, presidente e CEO di Nvelo, ha commentato: "Non vediamo l'ora di accelerare l'innovazione nel campo dello storage collaborando a stretto contatto con Samsung, per offrire sul mercato soluzioni SSD pienamente integrate".

Le tecniche di SSD caching sono diventate un elemento di interesse sia per gli utenti consumer, sia per le realtà enterprise grazie alla possibilità di gestire in maniera intelligente l'uso degli SSD nel sottosistema di storage. L'integrazione delle tecnologie Nvelo con le tecnologie SSD di Samsung darà modo ai clienti dell'azienda coreana di avere accesso ad un catalogo in costante evoluzione e sempre più diversificato di soluzioni di storage NAND adatte per una vasta gamma di piattaforme computing.

"Siamo lieti di questa operazione dal momento che gli impiegati di Nvelo condividono la nostra visione nel portare lo storage SSD verso la prossima generazione in quanto a prestazioni ed affidabilità" ha dichiarato Young-Hyun Jun, executive vice president per la divisione Flash Product di Samsung Electronics.

E' opportuno ricordare che Samsung ha ceduto lo scorso anno la divisione degli hard disk a Seagate e attualmente non commercializza alcun tipo di soluzione di storage magnetica. Alla luce di ciò è verosimile supporre che la compagnia cercherà di sbiluppare sottosistemi di storage orientati al mondo enterprise in collaborazione con altri protegonisti del mercato con un forte brand nel settore dello storage enterprise, dove l'azienda coreana non ha alcun trascorso.

L'acquisizione coinvolge tutti gli asset di Nvelo, dal personale alla tecnologia. Ulteriori dettagli dell'accordo, come il valore dell'operazione, non sono stati resi noti.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Grizlod®17 Dicembre 2012, 19:54 #1
Wow, imho è un' ottima notizia; mi auguro che estendano il supporto a Vista32 (64) ed a XP32 (64)...in fondo ce ne sono ancora uno stravento in circolazione e ci guadagnerebbero anche loro.
fastleo6317 Dicembre 2012, 21:42 #2
Sì, è molto interessante. Ho già avuto modo di provare il software di Nvelo a corredo dell'OCZ Synapse Cache, anche se nutro ancora delle perplessità circa l'affidabilità del sistema; in caso di freeze o riavvii imprevisti del sistema i tempi di rincronizzazione della cache sono molto lunghi.
Per quanto riguarda il supporto ad XP, temo che non sia possibile implementarlo, per via delle potenziali difficoltà ad implementare il TRIM su sistemi precedenti a 7. Senza dimenticare che ad aprile 2014 terminerà il supporto a XP, per cui sarebbe più raccomandabile upgradare il sistema operativo (e magari anche l'hardware).
Grizlod®17 Dicembre 2012, 22:37 #3
Originariamente inviato da: fastleo63
Sì, è molto interessante. Ho già avuto modo di provare il software di Nvelo a corredo dell'OCZ Synapse Cache, anche se nutro ancora delle perplessità circa l'affidabilità del sistema; in caso di freeze o riavvii imprevisti del sistema i tempi di rincronizzazione della cache sono molto lunghi.).
Per caso hai avuto occasione di verificarlo anche con Win8 ?

Originariamente inviato da: fastleo63
Per quanto riguarda il supporto ad XP, temo che non sia possibile implementarlo, per via delle potenziali difficoltà ad implementare il TRIM su sistemi precedenti a 7. Senza dimenticare che ad aprile 2014 terminerà il supporto a XP, per cui sarebbe più raccomandabile upgradare il sistema operativo (e magari anche l'hardware).
Beh sì...mi riferifo sopratutto a quelle piccole_medie aziende che non possono (per motivi vari) aggiornare il SO nell'immediato...
fastleo6318 Dicembre 2012, 08:59 #4
Originariamente inviato da: Grizlod®
Per caso hai avuto occasione di verificarlo anche con Win8 ?
No.
OCZ non dispone ancora di una release compatibile con 8, anche l'ultima 1.2.0.4 è, al momento, funzionante solo con Windows 7.
Penso che non sia fattibile estendere il supporto a XP, anche e soprattutto per via della necessità di tenere "pulita" l'unità SSD. TRIM è implementabile su XP tramite software di terze parti (nella fattispecie il produttore del chipset; ad esempio per Intel esiste l'SSD Toolbox) ma dubito che possa essere usato in una siffatta configurazione, nella quale l'unità cache diventa "invisibile" al sistema operativo. Il device driver di Dataplex ne prende il controllo e lo gestisce in maniera autonoma, e non ne esiste una versione per versioni di O.S. diverse da Microsoft Windows 7.
Detto fra noi, non avrebbe affatto guastato che Microsoft avesse direttamente implementato la possibilità di usare gli SSD in modalità cache nel nuovo Windows 8...
Grizlod®18 Dicembre 2012, 19:54 #5
Originariamente inviato da: fastleo63
Detto fra noi, non avrebbe affatto guastato che Microsoft avesse direttamente implementato la possibilità di usare gli SSD in modalità cache nel nuovo Windows 8...
A dirla tutta, avrebbe potuto anche con Vista, modificando ed estendendo il suo ReadyBoost...

Che ci vuoi fare è il business...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^