Intel spinge con il co-branding i produttori di SSD

Intel spinge con il co-branding i produttori di SSD

Il colosso americano si fa sempre più aggressivo sul mercato degli hard disk a stato solido, spingendo buona parte dei venditori taiwanesi a commercializzare soluzioni

di pubblicata il , alle 14:10 nel canale Storage
Intel
 

Una politica decisamente aggressiva che vede Intel come uno dei produttori di memorie a stato solido più attivi, al momento, in questo segmento. A-Data Technology e Power Quotient International (meglio conosciuta come PQI) sigleranno un accordo con Intel per la commercializzazione di soluzioni SSD in co-branding, chiara mossa per riuscire a garantire una maggiore diffusione dei prodotti sul mercato.

Già Kingston, nel corso del mese di Gennaio aveva comunicato l'inizio della commercializzazione di prodotti Intel sotto il proprio marchio. A-Data, secondo quanto riportato dalla fonte, dovrebbe entrare nel mercato SSD entro poco tempo. PQI, con i suoi SSD a doppio brand arriverà nel corso del mese di Febbraio.

PQI ha dichiarato di aver in mente due linee di azione per il mercato SSD, al fianco delle soluzioni in co-branding con Intel, la società intenderà infatti portare avanti diverse attività con i produttori di Netbook. Se proprio questo particolare segmento del mercato ha contribuito alla diffusione degli hard disk a stato solido, PQI intende continuare a coltivarlo.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

16 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Pier de Notrix16 Febbraio 2009, 14:28 #1
Una proposta? Ma questa è apologia di reato! Intel ha proposto di fare un cartello e pure formale con il co-branding!!!

Ma siamo matti, prenderanno una bella multa e l'antiTrust americano potrebbe anche bloccargli le vendite.
s12a16 Febbraio 2009, 14:34 #2
Il co-branding non esiste gia` da lungo tempo per le schede video?
Non mi sembra una notizia negativa: una maggiore diffusione degli SSD portera` ad una naturale diminuzione dei prezzi.
Notturnia16 Febbraio 2009, 14:59 #3
notizia positiva a mio avviso..
anche perchè la diffusione degli SSD ne farà ridurre il costo..
ben venga e buona idea da Intel per incrementare le sue vendite ed evitare che gli SSD restino una nicchia..

buon per noi.. alla faccia di chi vede sempre e solo stupidi complotti -.-'
amagriva16 Febbraio 2009, 14:59 #4

Ma che cartello?

Scusa ma di che cartello parli? Mica hanno l'esclusiva della vendita degli ssd...Il lunedì è proprio dura eh?
GByTe8716 Febbraio 2009, 15:09 #5
Fan della teoria del complotto?
marchigiano16 Febbraio 2009, 15:17 #6
era complotto se includevano samsung, seagate, WD, hitachi, corsair, kingston ecc... così com'è c'è ancora un sacco di concorrenza
filippo198016 Febbraio 2009, 15:19 #7
Il co-branding nelle schede video ha un certo senso perchè, da quel poco che ne capisco, la NVIDIA e la ATI danno il chip grafico alle altre aziende che lo montano su una scheda costruita da loro, con la ram che vogliono loro, con il raffreddamento che decidono loro ecc...
Ora mi chiedo, su un hard disk cosa si può modificare?
(escludendo le soluzioni di storage esterne)
Oltretutto, dubito che Intel permetterebbe la vendita dei suoi hard disk da parte di terzi a prezzi più bassi dei suoi...
Boh...
Spero che il co-branding sia riferito alla tecnologia contenuta negli SSD altrimenti non capisco proprio l'utilità, per noi consumatori, di questa politica economica....
El Cid16 Febbraio 2009, 15:32 #8
a me sembra una cosa ottima, anche perchè oltre ai tradizionali produttori di hdd (alcuni dei quali producono anche ssd) si sono affiancati diversi produttori prima estranei come a-data e questo aumento dei produttori dovrebbe portare ad una maggiore concorrenza e quindi una riduzione dei costi, speriamo...
marchigiano16 Febbraio 2009, 15:43 #9
ho sbagliato topic scusate

aaaaaaaa
peronedj16 Febbraio 2009, 16:04 #10
Originariamente inviato da: marchigiano
se non lo metti sotto il sole non ti mantiene neanche lo stand-by...

come in molti altri casi il pannello non si ripaga nel tempo neanche dell'energia necessaria per costruirlo. i pannelli vanno messi fuori, fissi sul tetto o roba simile, ben orientati. altrimenti è solo spreco


o_O?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^