Dischi ottici da 1TB, Fujifilm li promette per il 2015

Dischi ottici da 1TB, Fujifilm li promette per il 2015

Sarebbe in fase di finalizzazione la versione definitiva di una nuova unità ottica e relativi supporti, in grado di archiviare inizialmente fino a 1TB, con successivi sviluppi fino a 15TB

di Alessandro Bordin pubblicata il , alle 13:01 nel canale Storage
Fujifilm
 

Inutile negarlo: l'epoca d'oro delle unità ottiche e dei supporti, siano essi CD o DVD, è finita da molto. L'evoluzione tecnologica ha corso molto in fretta sotto il profilo della capacità di storage, facendo diventare i CD ma anche i DVD strumenti con troppe limitazioni.

Certo, oggi esistono anche i Blu-ray, ma si tratta di un media utilizzato soprattutto per l'home entertainment, e ben pochi li utilizzano come supporto di archiviazione. Le unità ottiche, insomma, si sono piegate alla comodità di hard disk esterni, chiavette e soluzioni di archiviazione cloud, dopo anni e anni in cui se ne vendevano a milioni.

Qualcosa però potrebbe presto cambiare, come riportato da Techreport. Fujifilm ha infatti in programma di presentare sul mercato una nuova unità ottica con relativi supporti, in grado di archiviare 1TB di dati. Il principio di base è noto, in quanto verrà fatto uso di più strati del media per archiviare l'informazione. Per la precisione saranno circa 25GB per layer, sovrapponibili in numero di 20 su ogni singola faccia del disco. Questo porta la capacità totale a 1TB, con sviluppi futuri che parlano di ben 25TB totali.

A questo indirizzo (PDF) si trova un estratto di un documento più ampio in cui viene dato un po' di spazio alla tecnologia utilizzata, indicata come Two-photon Sensitized Recording Materials for Multi-layer Optical Disk. Fujifilm promette che le unità e i relativi supporti arriveranno sul mercato nel 2015, aggiungendo che i costi di produzione dei supporti saranno circa la metà di quelli dei Blu-ray.

Nella nuova soluzione, che non ha ancora un nome ufficiale, c'è molta tecnologia: per leggere i supporti servirà un lettore veramente sensibile, in quanto la riflettanza del media è limitata a 0,5%, ovvero quaranta volte inferiore a quella dei Blu-ray (20%). Fujifilm afferma che i costi saranno simili a quelli dei nastri magnetici, indicando indirettamente che il target non sarà quello consumer ma, con buona probabilità, enterprise.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

22 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Tedturb021 Novembre 2012, 13:13 #1
Supporti ottici con costi equiparabili a quelli dei nastri? ah ah, e con un graffietto addio dati
Luk3D21 Novembre 2012, 13:18 #2
sarei curioso di sapere però le velocità in lettura/scrittura...imho date le premesse non finirà bene..
demon7721 Novembre 2012, 13:46 #3
Le variabili sono TANTE.. e tutt'altro che secondarie.
Come detto da Luk3D la velocità di lettura è scrittura conta parecchio, poi c'è da metterci la stabilità del supporto, il costo per GB e cercare di capire se il gioco vale la candela..

Tra un anno o poco più avremo hdd fino a dieci (DIECI!!) Tb..
AleLinuxBSD21 Novembre 2012, 13:54 #4
Al momento il più grande punto debole di qualunque sistema di memorizzazione di massa è dato dalla non corrispondenza tra aumento della sua capacità di archiviazione dati con la sua teorica affidabilità nel tempo quindi più si va avanti, più dati è possibile perdere.

Nota:
Questo senza volere considerare che noi in Europa paghiamo un' imposta occulta su ogni dispositivo di memoria di massa, che varia pure in funzione della capacità della stessa.
Paganetor21 Novembre 2012, 14:05 #5
più che altro li vedo buoni per la distribuzione di materiale A/V ad alta/altissima definizione... e quindi non verrebbero masterizzati, ma stampati (come CD, DVD e BR)
roccia123421 Novembre 2012, 14:27 #6
Possono tornare utili (anzi, forse saranno essenziali) per film in 4k.

Per l'achiviazione finiranno come i blu-ray: ora che masterizzatori e supporti avranno raggiunto prezzi decenti, i dischi stessi avranno capacità ridicole rispetto alle necessità, il che li renderà assolutamente non convenienti rispetto agli hard disk.

Anzi, i blu ray da 50 gb ancora NON hanno raggiunto prezzi decenti (costano, circa, 5-6€ l'uno).
NighTGhosT21 Novembre 2012, 14:32 #7
....e per effettuare una masterizzazione, i vostri pc ci impiegheranno "solo" tre giorni!!!!!

Una novita' sensazionale!!!! Un passo avanti prima d'ora inconcepibile!!! Una RIVOLUZIONE!!!








roccia123421 Novembre 2012, 14:40 #8
Originariamente inviato da: NighTGhosT
....e per effettuare una masterizzazione, i vostri pc ci impiegheranno "solo" tre giorni!!!!!

Una novita' sensazionale!!!! Un passo avanti prima d'ora inconcepibile!!! Una RIVOLUZIONE!!!










No dai... si spera che anche le velocità di scrittura aumentino, come è successo nel passaggio cd ->dvd e dvd -> blu ray.
NighTGhosT21 Novembre 2012, 14:57 #9
Originariamente inviato da: roccia1234
No dai... si spera che anche le velocità di scrittura aumentino, come è successo nel passaggio cd ->dvd e dvd -> blu ray.


....spetta che arrivino ad uscire quelli da 15 TERA e poi ne torniamo a parlare.....
Atheron21 Novembre 2012, 17:57 #10
Dovrebbero rendere i masterizzatori a stampo appetibili per il lato consumer così da poter trovare una possibile applicazione di tali prodotti.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^