Cala il prezzo del policarbonato, possibile discesa per CD e DVD

Cala il prezzo del policarbonato, possibile discesa per CD e DVD

Grazie alla diminuzione di prezzo del policarbonato il mercato potrebbe andare incontro ad una discesa dei costi per tutti i supporti ottici, Blu-ray esclusi

di pubblicata il , alle 09:12 nel canale Storage
 

A riportare la notizia è l'immancabile Digitimes, secondo cui il prezzo del policarbonato (siglato come PC) sarebbe sceso, nel corso del terzo trimestre 2008 dell'11/17%, abbassando così il costo a circa 2,4/2,5 dollari al kg. A influenzare questa discesa di prezzo c'è anche, come oramai in tutta l'economia mondiale, il costo del petrolio.

Come riflesso diretto molti dei produttori OEM, situati a Taiwan, saranno in grado di produrre dischi vergini con costi più contenuti, aumentando di fatto i loro margini. Ad aver beneficiato della diminuzione di prezzo del PC troviamo nomi leader nell'industria, inclusi Mitsubishi Chemical, GE Plastic e Teijin Chemical, che producono buona parte dei supporti attualmente presenti sul mercato.

Questo fenomeno porterà i risultati nel corso del 2009 e garantirà una complessiva diminuzione dei prezzi non solo dei CD ma anche dei DVD vergini, che subiranno così un calo del costo compreso tra il 10 e il 15%. Il mercato dei Blu-ray, stiamo parlando di unità sviluppate per la registrazione, rappresenta ancora una netta minoranza, e risentirà del benefico cambiamento di costo in modo quasi impercettibile.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

36 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Wee-Max28 Novembre 2008, 09:15 #1
tanto qua in italia tra tasse e c*****e varie ho come l'impressione che non cambierà niente...
D3stroyer28 Novembre 2008, 09:19 #2
dai non dire così, dopotutto ad un calo del petrolio i prezzi dei carburanti sono davvero calati drasticamente
Maxsteel28 Novembre 2008, 09:27 #3
drasticamente???!!!
diciamo che lo stato ci ricarica il più possibile sui carburanti...
la benzina/gasolio era arrivata a 1,5 euro/L quando il petrolio costava 160 Dollari al barile senza contare che noi abbiamo pure il cambio favorevole... ora che è sceso di tre volte tanto (c.ca 60 Dollari al barile) il carburante è sceso solo a 1,1 euro al litro... come minimo sarebbe dovuto dimezzare...

lo stato e le compagnie petrolifere sono troppo furbi perchè sanno che non ne possiamo fare a meno!
paghiamo ancora una tassa per un terremoto che è avvenuto 50 anni fa!

fate voi!
Davis528 Novembre 2008, 09:32 #4
tanto in italia abbiamo la tassa sulla sodomia di 28 centesimi sui cd e 58 sui DVD...


za8728 Novembre 2008, 09:39 #5
@maxsteel come al solito con i carburanti la prendiamo nel culo perchè in un modo o nell'altro li dobbiamo usare...
nikibill28 Novembre 2008, 09:46 #6
l'unico prezzo che dovrebbe calare invece è quello dei BD,ma vi rendete conto che tecnologicamente (e non solo) siamo un paese sottosviluppato?nel resto d'europa ci sono bambini che a 10 anni già sanno usare discretamente e per operazioni semplici il computer,invece qui in italia se ti va bene uno che sappia usare un minimo il computer è un adolescente di 14 anni,questa cosa a me fa letterarmente impazzire.
Wee-Max28 Novembre 2008, 09:48 #7
Originariamente inviato da: Maxsteel
drasticamente???!!!
diciamo che lo stato ci ricarica il più possibile sui carburanti...
la benzina/gasolio era arrivata a 1,5 euro/L quando il petrolio costava 160 Dollari al barile senza contare che noi abbiamo pure il cambio favorevole... ora che è sceso di tre volte tanto (c.ca 60 Dollari al barile) il carburante è sceso solo a 1,1 euro al litro... come minimo sarebbe dovuto dimezzare...

lo stato e le compagnie petrolifere sono troppo furbi perchè sanno che non ne possiamo fare a meno!
paghiamo ancora una tassa per un terremoto che è avvenuto 50 anni fa!

fate voi!


guarda che D3stroyer stava scherzando eh...

Originariamente inviato da: nikibill
l'unico prezzo che dovrebbe calare invece è quello dei BD,ma vi rendete conto che tecnologicamente (e non solo) siamo un paese sottosviluppato?nel resto d'europa ci sono bambini che a 10 anni già sanno usare discretamente e per operazioni semplici il computer,invece qui in italia se ti va bene uno che sappia usare un minimo il computer è un adolescente di 14 anni,questa cosa a me fa letterarmente impazzire.


concordo, e l'infomatica non è l'unico campo nel quale siamo indietro...
Lucamax28 Novembre 2008, 09:50 #8
.. ora che è sceso di tre volte tanto (c.ca 60 Dollari al barile) il carburante è sceso solo a 1,1 euro al litro... come minimo sarebbe dovuto dimezzare...


No perchè sul costo del carburante la materia prima influisce solo per una minima parte, le accise e ricarchi vari credo che raggiungano oltre il 60% del costo finale
diabolik198128 Novembre 2008, 09:53 #9
Originariamente inviato da: Maxsteel
drasticamente???!!!
diciamo che lo stato ci ricarica il più possibile sui carburanti...
la benzina/gasolio era arrivata a 1,5 euro/L quando il petrolio costava 160 Dollari al barile senza contare che noi abbiamo pure il cambio favorevole... ora che è sceso di tre volte tanto (c.ca 60 Dollari al barile) il carburante è sceso solo a 1,1 euro al litro... come minimo sarebbe dovuto dimezzare...

lo stato e le compagnie petrolifere sono troppo furbi perchè sanno che non ne possiamo fare a meno!
paghiamo ancora una tassa per un terremoto che è avvenuto 50 anni fa!

fate voi!


Piccola correzione. Quando il petrolio costava 158$ al barile, col cambio di luglio pagavamo il petrolio circa 89€. Col prezzo attuale e la forte svalutazione dell'€ dell'ultimo periodo il petrolio lo paghiamo 50€ al barile. Quindi in $ il prezzo è calato di oltre il 60%, in € il 40-45%.
Goos2728 Novembre 2008, 09:55 #10
senza le tasse sui carburanti sarebbe il fallimento per 1 paese come l'italia, se le autovetture andassero ad acqua ci farebbero pagare 1 € al litro pure quella. Però vuoi mettere adesso hanno la scusa che il petrolio inquina.. ma andassero a morire, in brasile per esempio vanno ad alcol, e con le moderne batterie si potrebbero fare pure delle vetture elettriche, soprattutto per la città, dove si coprono distanze chilometriche minime ma restando a lungo in coda col motore acceso al minimo. 1 motore elettrico si spegne ad ogni stop. risultato: inquinamento zero e badilate di energia risparmiata

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^