Buffalo, nuove unità MiniStation con TurboUSB

Buffalo, nuove unità MiniStation con TurboUSB

Disponibile in alcuni prodotti Buffalo la tecnologia TurboUSB, in grado di velocizzare di oltre il 60% la connessione fra PC e disco

di pubblicata il , alle 08:55 nel canale Storage
 

Ci ha incuriosito la presenza all'IFA di Berlino di Buffalo, azienda che abbiamo in tempi recenti citato in relazione alla realizzazione di hard disk allo stato solido particolarmente interezzanti. In questa news infatti abbiamo parlato di hard disk Solid State esterni di imminente presentazione, purtroppo non presente nelle vetrine dello stand.

Deludente di conseguenza constatare come allo stand non fosse presente nessuno di quei prodotti, destinati in ogni caso ad entrare nel mercato molto presto, almeno stando a quanto affermato dal personale presente allo stand. Fra i numerosi prodotti dedicati allo storage francamente senza alcun particolare di rilievo, abbiamo notato i modelli MiniStation e DriveStation, dotati di una particolare tecnologia denominata TurboUSB. Interrogati sulla questione non abbiamo ottenuto informazioni molto chiare a riguardo, ma quel che è certo è che l'unità ospita nel PCB interno un particolare chipset in grado di velocizzare ed ottimizzare il flusso dato da e verso l'unità, connessa attraverso la porta USB.

Il particolare chipset, prodotto da Intel, risiede direttamente nell'unità al fine di apprezzarne i benefici prestazionali (dichiarati) su ogni PC connesso, a parto di installare i driver forniti in dotazione. Disponibili sia per sistemi operativi Microsoft che Apple, tali driver sono denominati proprio TurboUSB e permettono un'ottimizzazione dei flussi grazie sia al miglioramento del collegamento a livello elettronico, sia ottimizzando il trasferimento dei dati in base alla loro collocazione sulla superficie del disco, simulando di fatto qualcosa di simile al Native Command Queuing, NCQ.

Tutti da verificare ovviamente i risultati promessi; Buffalo dichiara miglioramenti in termini prestazionali che possono raggiungere anche la ragguardevole percentuale del 64%. Pur rimanendo scettici, sarà interessante testare una di queste unità, ritenendole interessanti anche qualora i risultati dichiarati risultassero dimezzati. Le unità Ministation sono equipaggiate con dischi rigidi tradizionali da 2,5 pollici da 80GB, 120GB, 160GB e 250GB, mentre DriveStation  vanta capienze di 320GB, 500GB, 750GB, ed 1TB grazie all'adozione di dischi da 3,5 pollici.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

17 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
cagliostro03 Settembre 2007, 09:13 #1
FA di Berlino di Buffalo, azienda che abbiamo in tempi recenti citato in relazione alla realizzazione di hard disk allo stato solido particolarmente "interezzanti"
MOLTO INTEREZZZZZZANTE LA NEWS

mail9000it03 Settembre 2007, 09:25 #2

errore di battitura

>>interezzanti.
che ovviamente è "interessanti"
travaricky03 Settembre 2007, 09:28 #3
Interessante. Così, in teoria, un HD esterno potrebbe avere le stesse prestazioni di uno interno con cavo SATA perché il collo di bottiglia sarebbe nelle prestazioni dell'HD stesso, o sbaglio?
mail9000it03 Settembre 2007, 09:28 #4
In effetti se manterrà le aspettative potrebbe diventare una cosa interessante anche se nel campo dei HD esterni l'interfaccia eSATA dovrebbe IMHO spopolare.
Cazzabbubbolo03 Settembre 2007, 09:36 #5
I prezzi? Quanto costa questa mezza patacca? Avrà un prezzo esagerato, come al solito... Mettiamo 100 euro per il disco da 500 gb e altri 60-70 per il coccio esterno ed arriviamo al costo di un disco firewire esterno
Ma per carità! A sto punto mi piglio il fire, almeno non dovrò sfracellarmi per trovare drivers e ammenicoli vari per ogni SO che ho installato...
Crux_MM03 Settembre 2007, 09:41 #6
E' comunque interessante quanto poco utile!
Sicuramente ci sarà qualcuno che ha bisogno di velocità nello storage "esterno" ma:
1) non credo che sia reale il 60%
2)L'interfaccia eSATA?
3)Prezzo SPaventoso, imho
tmx03 Settembre 2007, 09:57 #7
io li trovo utili : ) per lo meno il box da 2.5" e poi il disco ce lo metto io...

l'unica rottura e che la stessa tecnologia (usb) ce la debbano rivendere più volte perchè la sistemano, la implementano...

chissà poi USB_ultra USB_supermega...
Aegon03 Settembre 2007, 10:02 #8
apprezzarne i benefici prestazionali (dichiarati) su ogni PC connesso, a parto di installare i driver forniti in dotazione.


hehehe

Cmq...molto interessante, soprattutto quello da 1TB. Ma il costo? Sarà elevato imho
demon7703 Settembre 2007, 11:23 #9
Mah.. bello come esercizio di stile ma poco apprezzabile..
Un disco esterno è comodo per trasportare grosse quantità di dati e come archivio ma difficilmente viene usato in modo continuativo.

La velocità è certamente importante ma guadagnare il 50% in più non è fondamentale.. piuttosto allora mi piglio un firewire che almeno non ho problemi col driver!

Piuttosto.. ma esistono dischi esterni con connessione ethernet gigabit???
spannocchiatore03 Settembre 2007, 12:52 #10
migliorino la velocità di scrittura di SSD invece di pensare a queste buffonate..
cavolo 12 mega al secondo con usb2 mica mi lamento..tanto è un harddisk esterno..ma gli SSD, 400 dollari per 32 giga..li è il futuro..zero rumore, lettura a velocità eccellenti (vedere che windows si avvia in 7-8 secondi deve essere un qualcosa di mistico)..

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^