NVIDIA a tutta su DLSS, ma addio a Kepler e ai vecchi Windows

NVIDIA a tutta su DLSS, ma addio a Kepler e ai vecchi Windows

NVIDIA annuncia l'arrivo del DLSS su altri 10 giochi a ottobre, incluso il nuovo Back 4 Blood e persino un Rise of the Tomb Raider del 2016. I nuovi driver GeForce Game Ready 496.13 WHQL, intanto, dicono addio alle GPU Kepler del 2012 e ai Windows precedenti a Windows 10.

di pubblicata il , alle 17:45 nel canale Schede Video
GeForceNVIDIA
 

NVIDIA è pronta a toccare quota 120 tra giochi e applicazioni con supporto al Deep Learning Super Sampling, in breve DLSS. L'azienda statunitense si prepara a portare la sua tecnologia di upscaling tramite l'IA su altri 10 giochi nel corso di ottobre, incluso sul nuovissimo Back 4 Blood.

Nel corso delle prossime settimane NVIDIA DLSS troverà spazio in Baldur's Gate 3, Chivalry 2, Crysis Remastered Trilogy, Rise of the Tomb Raider, Shadow of the Tomb Raider, Sword and Fairy 7 e Swords of Legends Online. Inoltre, è arrivato da poco su Alan Wake Remastered e F.I.S.T.: Forged In Shadow Torch.

A colpirci in questa lista sono i due Tomb Raider sviluppati da Crystal Dynamics, non certo dei titoli di primo pelo. Per festeggiare i 25 anni della serie, Crystal Dynamics e NVIDIA hanno deciso di aggiungere il DLSS a Rise of the Tomb Raider del 2016 permettendo a tutti i giocatori con GPU GeForce RTX di giocare in 4K a oltre 60 fps con dettagli al massimo. Dal 18 ottobre Shadow of the Tomb Raider, uno dei primi titoli RTX, sarà aggiornato all'ultima versione del DLSS con benefici sia per le prestazioni che la qualità d'immagine.

Questo annuncio giunge insieme alla pubblicazione dei driver Game Ready GeForce 496.13 WHQL che, oltre a ottimizzazioni mirate per i giochi già citati, guadagnano l'opzione Shader Cache Size. Modificando questa voce i giocatori possono modificare la quantità di spazio su disco usata per immagazzinare gli shader compilati. In teoria, questa opzione può aiutare a mitigare eventuali fenomeni di stuttering.

Infine, come preannunciato a giugno, questi driver sono i primi a dire addio alle GPU basate su architettura Kepler, ossia le GeForce serie GTX 600 e 700/Titan. Più precisamente, i driver di NVIDIA non supportano più i seguenti modelli:

TITAN: GeForce GTX TITAN, GeForce GTX TITAN Black, GeForce GTX TITAN Z

GeForce 700: GeForce GTX 780 Ti, GeForce GTX 780, GeForce GTX 770, GeForce GTX 760, GeForce GTX 760 Ti (OEM), GeForce GT 740, GeForce GT 730, GeForce GT 720, GeForce GT 710

GeForce 600: GeForce GTX 690, GeForce GTX 680, GeForce GTX 670, GeForce GTX 660 Ti, GeForce GTX 660, GeForce GTX 650 Ti BOOST, GeForce GTX 650 Ti, GeForce GTX 650, GeForce GTX 645, GeForce GT 640, GeForce GT 635, GeForce GT 630

Si salvano invece le schede GeForce GTX 750 Ti, GeForce GTX 750 e GeForce GTX 745 che, seppur inserite nella serie 700, sono basate sulla successiva architettura Maxwell. L'architettura Kepler risale al 2012, quindi è stata supportata per ben nove anni (ben oltre la vita utile). Supporto a giochi e funzionalità a parte, Nvidia assicurerà comunque aggiornamenti critici legati alla sicurezza fino al settembre 2024, spostando quindi l'addio ufficiale a ben 12 anni dall'introduzione dell'architettura.

Da Fermi ad Ampere, 10 anni di GPU Nvidia GeForce: 44 modelli alla prova

I nuovi driver, al contrario dei precedenti 472.12 WHQL, dicono addio anche a Windows 7, 8 e 8.1 per concentrarsi su Windows 10 e 11. Quanto scritto per la vecchia architettura Kepler vale anche in questo caso, ossia Nvidia distribuirà eventuali aggiornamenti critici di sicurezza fino al settembre 2024.

19 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Saturn12 Ottobre 2021, 17:48 #1
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
NVIDIA annuncia l'arrivo del DLSS su altri 10 giochi a ottobre, incluso il nuovo Back 4 Blood e persino un Rise of the Tomb Raider del 2016. I nuovi driver GeForce Game Ready 496.13 WHQL, intanto, dicono addio alle GPU Kepler del 2012 e ai Windows precedenti a Windows 10.


Sotto questo punto di vista a nvidia non si può dir nulla. Supporta le sua schede video praticamente per l'eternità considerando che parliamo di "tempi informatici". Lo stesso discorso non si può fare con amd (ati). Ne ho viste tante di schede che per farle funzionare sotto Windows 7 si doveva sputare sangue e modificare a mano - con dubbi risultati - i file di installazione (inf).
ghiltanas12 Ottobre 2021, 18:06 #2
Non ci sarebbe nulla di male se non fosse per il fatto che le gt7** sono le uniche schede video che si trovano in fascia bassa e non vengono un rene.(sono comunque sovrapprezzate)

Ci vorrebbe un aggiornamento dell'offerta in quella fascia, le 1030 costano già troppo e purtroppo molte CPU non hanno la gpu integrata
Gringo [ITF]12 Ottobre 2021, 18:37 #3
Per le fasce basse moderne ci penserà Intel a Riempire il Buco
StylezZz`12 Ottobre 2021, 18:51 #4
Originariamente inviato da: Saturn
Sotto questo punto di vista a nvidia non si può dir nulla. Supporta le sua schede video praticamente per l'eternità considerando che parliamo di "tempi informatici"


Peccato che la mia nvidia 750M che ho sul portatile hanno smesso di supportarla nel 2019 e il driver più recente non è installabile su W11, mi dice che non rileva hardware compatibile e ''non è installabile su questa versione di windows'' però stranamente windows update mi scarica e installa un driver obsoleto datato 2017 che funziona

Poi devo vedere se c'è possibilità di modificare il driver e forzare l'installazione.

EDIT: ho installato il driver del 2019 sopra quello del 2017 scaricato da microsoft e adesso va, però se non installo prima il driver da windows update non mi riconosce la scheda
calabar12 Ottobre 2021, 19:01 #5
Originariamente inviato da: Saturn
Sotto questo punto di vista a nvidia non si può dir nulla.

Io credo invece che nVidia abbia scelto davvero un pessimo momento per tagliare il supporto alle vecchie schede, le Kepler per chi non è particolarmente esigente sono ancora utilizzabilissime.
Peggio ancora l'aver abbandonato Windows 8, un sistema ancora supportato da microsoft e al momento il più leggero del lotto (forse se la gioca la LTSC basato su Windows 10 1809). Purtroppo sta avvenendo quanto già accaduto con Vista, abbandonato dalle software house prima della fine del supporto ufficiale.
Suppongo che, purtroppo, verrà seguita tra non molto da AMD.
nickname8812 Ottobre 2021, 19:36 #6
E meno male che l'FSR dall'uscita avrebbe dovuto diffondersi a macchia d'olio nel giro di pochissimo e il DLSS sarebbe dovuto morire .... io da quando è uscito il FSR ho sentito parlare poco di quest'ultima e molto del DLSS.
nickname8812 Ottobre 2021, 19:37 #7
Originariamente inviato da: Gringo [ITF]
Per le fasce basse moderne ci penserà Intel a Riempire il Buco


Quelle prodotte da TSMC ( quindi NON prodotte ) e che verranno cedute prima ai miners ?

Originariamente inviato da: calabar
Io credo invece che nVidia abbia scelto davvero un pessimo momento per tagliare il supporto alle vecchie schede

E perchè mai ? Tanto il pericolo che costoro si riversino sui prodotti del competitor non c'è.
calabar12 Ottobre 2021, 20:14 #8
@nickname88
Piuttosto ovvio.
I clienti non sono particolarmente felici dell'attuale situazione e di come nVidia l'ha gestita, se a questo aggiungi l'abbandono di vecchie schede con cui magari gli utenti pensavano di tirare avanti fino ad un momento più propizio, non ti stai certo tirando dietro le loro simpatie.
ciolla200512 Ottobre 2021, 21:49 #9
Originariamente inviato da: Saturn
Sotto questo punto di vista a nvidia non si può dir nulla. Supporta le sua schede video praticamente per l'eternità considerando che parliamo di "tempi informatici". Lo stesso discorso non si può fare con amd (ati). Ne ho viste tante di schede che per farle funzionare sotto Windows 7 si doveva sputare sangue e modificare a mano - con dubbi risultati - i file di installazione (inf).


Titan costate un botto che oggi potrebbero dire ancora la loro.
D'ogni modo fino all'altro driver di AMD erano supportate le R(5,7,9), che non sono proprio di primo pelo.
Il supporto AMD è mancato solamente nel passaggio ATI -> AMD.
Fattelo dire da chi ha storato i driver dalle RagePro, e sono 23 anni fa.
CrapaDiLegno12 Ottobre 2021, 22:01 #10
Originariamente inviato da: calabar
@nickname88
Piuttosto ovvio.
I clienti non sono particolarmente felici dell'attuale situazione e di come nVidia l'ha gestita, se a questo aggiungi l'abbandono di vecchie schede con cui magari gli utenti pensavano di tirare avanti fino ad un momento più propizio, non ti stai certo tirando dietro le loro simpatie.


Ma guarda che le suddette schede mica smettono di funzionare con il nuovo driver.
Semplicemente i possessori devono mettersi l'animo in pace che vi siano ottimizzazioni, miglioramenti e bug fix per nuove applicazioni nel caso questi ultimi driver avessero problemi.
Altrimenti andranno uguale tra 5 anni come adesso.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^