Presler: problemi di stabilità?

Presler: problemi di stabilità?

Alcuni produttori di schede madri fanno sapere di aver incontrato problemi di stabilità nei test con Presler

di pubblicata il , alle 08:18 nel canale Schede Madri e chipset
 

Secondo quanto dichiarato da alcuni produttori di schede madri taiwanesi, che per ovvi motivi sono rimasti nell'anonimato, pare che i sample del processore Presler a 65 nanometri siano affetti da alcuni problemi di stabilità. I problemi, anch'essi non meglio specificati, sarebbero relativi alle CPU della serie 920 e 930, rispettivamente a 2,8GHz e 3 GHz. Il lancio dei processori basati su core Presler potrebbe così slittare rispetto a quanto originariamente stabilito, ovvero il mese di Gennaio 2006.

Situazione opposta, invece, per ciò che concerne i processori di prossima generazione basati su core Yonah, anch'essi realizzati a 65 nanometri. I test effettuati su questi processori paiono procedere senza intoppi e la tabella di marcia per il lancio di queste soluzioni dovrebbe essere pienamente rispettata.

I produttori di schede madri hanno poi espresso ottimismo relativamente alle consegne di schede madri per l'ultimo trimestre dell'anno per via dell'incremento della fornitura di chipset entry-level grazie ad una maggiore produzione da parte di VIA e SiS e grazie alla ripresa della produzione dei chipset 865GV da parte di Intel.

Fonte: Digitimes

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

15 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
TheZeb16 Novembre 2005, 08:32 #1
Elvis Presler ????
Lelevt16 Novembre 2005, 08:48 #2
Instabili a 2,8 e 3 GHz? Grave per un processo a 65 nm. Come minimo dovrebbero viaggiare ai 3,8 GHz senza problemi
sirus16 Novembre 2005, 09:29 #3
beh...intanto dureranno poco (siamo sicuri che usciranno?! ) verranno sostituiti da Conroe che dovrebbe essere un notevole passo avanti...

ad ogni modo strana l'instabilità a bassa frequenza, mi sarei aspettato instabilità sui modelli a 3.4GHz e sui 3.46GHz (EE) veramente strano...comunque sono dei samples niente che imho non si possa sistemare con una data di lancio (come si evince dalla news) un po' slittata
RedDrake16 Novembre 2005, 09:47 #4
forse sarabba opportuno riportare da qualche parte nella notizia
che si sta parlando di Intel (o no ?).
Io ho una pessima memoria e non riesco a ricordare
tutti questi nomi in codice...
sirus16 Novembre 2005, 09:53 #5
beh a parte il nome presler, le sigle 920 e 930 sono proprio quelle dei Pentium D, non ci si può sbagliare
newtechnology16 Novembre 2005, 09:55 #6
Credo che il problema maggiore sia integrare tutta quella cache , che 2 mb per core (4mb tot) non sono mica pochi i transistor da stampare in un unico die!!!
liviux16 Novembre 2005, 10:15 #7
Forse stiamo assistendo al canto del cigno dell'architettura NetBurst. Peccato che suoni circa così: "SQUEEAAAARKKGH!"
Sembra che ad ogni die shrink le prestazioni peggiorino anzichè migliorare (vedi Prescott). E non è che Intel non ci sappia fare con il silicio; il problema dev'essere proprio dell'architettura.
Bisont16 Novembre 2005, 10:15 #8
ma questo pentium D è quello famigerato che integrerà controlli Palladium?

o sono solo TCPA?

non so a chi credere...
sirus16 Novembre 2005, 10:42 #9
guarda che già l'attuale Pentium D integra i controlli TCPA e comunque Palladium è un livello Software che si basa sul TCPA, o meglio è un'implementazione del TCPA
freeeak16 Novembre 2005, 12:37 #10
problemi di "stabilità"? un po generico....

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^