Nuova scheda IC7-MAX da ABIT

Nuova scheda IC7-MAX da ABIT

ABIT pronta ad annunciare una nuova scheda madre che dovrebbe supportare Prescott e caratterizzata da un sistema di sicurezza per i dati contenuti nell'hard disk

di pubblicata il , alle 11:11 nel canale Schede Madri e chipset
 

Per la giornata di domani è atteso l'annuncio di ABIT della nuova scheda madre IC7-MAX che unisce le caratteristiche più importanti de modelli IC7 e IC7-G ma, ciò che più importante, dovrebbe garantire supporto ai nuovi processori Intel Prescott.

Lo slogan della nuova scheda madre è abbastanza emblematico: MAXimum Cooling, Performance, Storage, Service, Security, Overclocking, Multimedia and Engineering: Questo slogan sottolinea le intenzioni di ABIT di portare al massimo la propria scheda.

Di seguito le caratteristiche tecniche:

  • Supporto a processori Socket 478 Pentium 4/Prescott/Celeron con frequenza di 400/533/800MHz Quad Pumped Bus e clock superiore a 3.60GHz;
  • Supporto tecnologia Hyper-Threading;
  • Alimentazione a 4 fasi, con sistema di raffreddamento OTES per mosfet e condensatori;
  • Chipset i875P, con Canterwood MCH e controller I/O ICH5R;
  • 4 slot DIMM per memoria DDR SDRAM PC2100, PC2700 o PC3200 fino a 4GB, con supporto alla modalità Dual-channel.
  • 5 slot PCI e 1 slot AGP Pro 8x;
  • Controller ATA-100/66/33 2 canali integrato;
  • ICH5R supporta 2 porte Serial ATA-150 con modalità RAID;
  • Controller aggiuntivo Silicon Image per altre 4 porte Serial ATA-150;
  • Supporto fino a 8 USB 2.0;
  • 3 porte FireWire (IEEE1394);
  • Controller Ethernet 10/100/1000Mbit/s;
  • Soluzione Audio a 6 canali;
  • ATX Form Factor.

Inoltre ABIT ha implementato la tecnologia Secure IDE, che si basa su una card di criptatura che fa uso del chip eNOVA X-Wall. Questo sistema permette la sicurezza dei dati, negandone l'accesso in determinate situazioni.

Il costo della nuova scheda madre non è ancora stato definito. ABIT assicura che la scheda madre sarà compatibile con Prescott poichè è stata sviluppata tenendo presenti le specifiche DMP 1.5. Tuttavia la situazione cambierebbe se Intel dovesse decidere di modificare i pin della nuova CPU.

Fonte: Xbitlabs

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

24 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Nick75024 Luglio 2003, 11:20 #1

Speriamo bene

Ottima direi,ora speriamo che Intel non cambi le carte in tavola!!!
quando si trovera questo gioiellino sugli scaffali secondo voi?

ciao a tutti
icematrix24 Luglio 2003, 11:24 #2
Sul sito www.asus.com è stato aggiornato sia per la serie p4c800 e p4p800 la riga:
New power design supports Intel next generation Prescott CPU
Ora sarà da verificare se hanno cambiato qualcosa o anche quelle già vendute saranno compatibili.

Ciao IceMatrix
(IH)Patriota24 Luglio 2003, 11:33 #3
Quel "dovrebbe garantire supporto ai nuovi processori Intel Prescott. " dovrebbe non esserci

O e' compatibile o non le e'

E come se non bastasse "ABIT assicura che la scheda madre sarà compatibile con Prescott " pero' "Tuttavia la situazione cambierebbe se Intel dovesse decidere di modificare i pin della nuova CPU."

Sostanzialmente ABIT garantisce Intel no , le specifiche per l' alimentazione dovrebbero esserci ammesso che Intel all' ultimo momento non scazzi con i pin e prenda tutti il C|_| |_ O .

E mi sembra sempre piu' strano che la disposizione dei pin se la stiano giocando ai dadi alla Intel , perche' volgiono creare tutta questa confusione ? Non e' che hanno dei sample che non sono stabli e stanno cercando di capire se e' colpa delle cpu , delle mobbo , dell' alimentazione , del chipset o chissa' di che cosa altro ?
the_joe24 Luglio 2003, 11:42 #4
Allora alla fine Intel ha deciso come metterli questi benedetti piedini per l'alimentazione?
tasso7924 Luglio 2003, 12:01 #5

intel lo sa benissimo

come mettere i pin: nella nostra saccoccia.
Hackman24 Luglio 2003, 12:07 #6
Cmq che sia Abit o Asus se intel cambia specifiche ci ritroviamo una scheda madre acquistata per compatibile poi lo non lo è.Ma se la compatibilità è scritta nel manuale potrei in teroria chiedere la sostituzione o no visto che alla fine il prodotto non è conforme alle specifiche.
the_joe24 Luglio 2003, 12:34 #7

X Hackman

Come è venuto fuori in un'altro thread precedente, la legge italiana ed UE dice che per due anni dalla vendita un prodotto deve essere garantito per la funzionalità per cui viene venduto perciò se sul manuale c'è scritto compatibile con Prescott e poi non lo è, in teoria dovrebbe esserci un vizio perciò dovrebbe essere possibile chiederne la sostituzione.
Pensando però che si tratta comunque di un prodotto perfettamente funzionante all'atto della vendita e poi non risultato compatibile con un prodotto che al momento della vendita non esisteva nemmeno, penso che dovrà essere un giudice a decidere il da farsi perchè in campo legislativo la parola finale spetta sempre ai magistrati.
devis24 Luglio 2003, 12:35 #8
Per la giornata di domani è atteso l'annuncio di ABIT della nuova scheda madre IC7-MAX che unisce le caratteristiche più importanti de modelli IC7 e IC7-G ma, ciò che più importante, dovrebbe garantire supporto ai nuovi processori Intel Prescott.


Quindi chi ha appena preso una fiammante IC7 (ricordo, uscita un mese fa) a 180€ e la IC7-G a 240€, se l'è presa in quel posto. Complimenti ai produttori di mobo e ad Intel

Love24 Luglio 2003, 12:42 #9
si meno male che nell'indecisione mi sono preso una is7-e
devis24 Luglio 2003, 12:43 #10
Originariamente inviato da Love
si meno male che nell'indecisione mi sono preso una is7-e


Idem, ho speso solo 100€ e sono ne sono molto soddisfatto

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^