MSI, ECS e Gigabyte, guadagni sempre più bassi

MSI, ECS e Gigabyte, guadagni sempre più bassi

I risultati finanziari dei principali produttori di componentistica orientali evidenziano una situazione molto difficile per almeno tre aziende

di pubblicata il , alle 11:57 nel canale Schede Madri e chipset
GigabyteMSIECS
 

Il mese di Ottobre appena concluso ha fornito importanti segnali per il mercato: il nuovo chipset Intel P55 è finalmente arrivato sul mercato e Windows 7 è presente sugli scaffali della grande distribuzione. L'imminente arrivo della stagione natalizia, inoltre, fa solo ben sperare per le vendite di componentistica e PC. Questo almeno è quello che pensano e si augurano gran parte delle aziende coinvolte in questo mercato.

Digitimes segnala con questa notizia quale sia la situazione dei quattro principali produttori di schede madri e di come si siano comportati nel corso di tutto il 2009. Se Asustek computer ha fatto registrare una crescita nell'ultimo mese appena conclusosi, MSI, ECS e Gigabyte technology non si sono comportate altrettanto bene, facendo segnare invece un calo dei propri guadagni..

MSI ha ottenuto vendite pari a 226 milioni di dollari, un calo dell'11,48% sul mese e del 30,79% sull'anno. Le vendite complessive annuali si assestano ad un valore che risulta quasi del 20% inferiore rispetto allo scorso anno. Discorso analogo quello per ECS e Gigabyte, entrambe in calo sul mese di Ottobre, rispettivamente del 7,54% e del 20,87%.

La situazione, complessa e delicata, mette in evidenza quale sia lo scenario che accoglie oggi i principali produttori di schede madri e schede video: la necessità di differenziare la propria offerta prodotto aprendosi nuovi spiragli in mercati al momento più generosi, come quello dei notebook è stata oramai intrapresa da molti.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

17 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Severnaya13 Novembre 2009, 12:02 #1
"la necessità di differenziare la propria offerta prodotto aprendosi nuovi spiragli in mercati al momento più generosi"

che poi io di economia nn ci capisco una mazza ma differenziare vuol dire fare tanti prodotti, che vuol dire fare tante progettazioni che vuol dire fare diverse linee produttive che vuol dire fare più test che vuol dire andare in terre inesplorate che vuol dire spendere più soldi

adesso invece di fare 15 revisioni di 1 scheda madre perché si vuole massimizzare il profitto magari è una m....ata dato che nessuno cambia una mb nuova di 1 anno\2 perché c'è la rec 2.X che ha 1 feature in più... magari farne meno ma di buona qualità differenziandole per nicchie di mercato


poi oh io e l'economia nn andiamo d'accordo e si vede...
Darkrunner13 Novembre 2009, 12:02 #2
Mi dispiace molto soprattutto per MSI. Vedo che molti preferiscono Asus e sinceramente non ne comprendo il motivo.
Utilizzo molto spesso mainboard MSI e posso testimoniare la loro addidabilità. Cosa che non potrei fare per Asus invece guarda un po'... :-)
Severnaya13 Novembre 2009, 12:06 #3
no io basta asus
Vash198613 Novembre 2009, 12:08 #4
Originariamente inviato da: Darkrunner
Mi dispiace molto soprattutto per MSI. Vedo che molti preferiscono Asus e sinceramente non ne comprendo il motivo.
Utilizzo molto spesso mainboard MSI e posso testimoniare la loro addidabilità. Cosa che non potrei fare per Asus invece guarda un po'... :-)


Purtroppo la statistica e le probabilità possono essere molto bizzarre a volte.
Io ho avuto problemi con tutte e 3 le MSI che mi sono passate sotto mano negli ultimi 5 anni.

Quella mia, ai tempi del mio vecchio Athlon64 3200+, aveva un problema di battery leakage, e dovevo cambiare la batteria (quella rotonda incastrata nella scheda madre) ogni 2 settimane. Poi la ventolina del chipset è diventata così rumorosa che ho deciso di buttarla, considerando che mi costava 100€ l'anno di batterie, e che l'assistenza era in Taiwan (40€ di spedizione).

Quella dell'azienda di mio padre ha smesso di funzionare di colpo. Sostituita, tutto ok per due anni, e poi di nuovo.

Quella attuale di un mio amico, socket775 con core2duo, ha problemi all'accensione e problemi di stabilità.

Per quanto riguarda le asus, ho avuto brutte esperienze con quelle per sistemi AMD, ma con sistemi Intel ho avuto sempre esperienze positive.

Gigabyte invece ne sento parlare quasi tutti bene.
Malek8613 Novembre 2009, 12:09 #5
Originariamente inviato da: Severnaya
"la necessità di differenziare la propria offerta prodotto aprendosi nuovi spiragli in mercati al momento più generosi"

che poi io di economia nn ci capisco una mazza ma differenziare vuol dire fare tanti prodotti, che vuol dire fare tante progettazioni che vuol dire fare diverse linee produttive che vuol dire fare più test che vuol dire andare in terre inesplorate che vuol dire spendere più soldi

adesso invece di fare 15 revisioni di 1 scheda madre perché si vuole massimizzare il profitto magari è una m....ata dato che nessuno cambia una mb nuova di 1 anno\2 perché c'è la rec 2.X che ha 1 feature in più... magari farne meno ma di buona qualità differenziandole per nicchie di mercato


poi oh io e l'economia nn andiamo d'accordo e si vede...


Per seguire un modello semplice: la focalizzazione, sia che essa sia applicata ad una strategia di tipo di leadership di costo (offrire prodotti comuni a prezzi bassi) o di tipo di differenziazione (offrire prodotti particolari a prezzi alti), ha dei vantaggi e degli svantaggi. I vantaggi sono che si mantengono i costi generalmente bassi, e che seguendo attentamente un solo settore è più facile avanzare tecnologicamente in esso e farsi riconoscere dal mercato. Gli svantaggi sono che, se il settore inizia ad andare male, sei fregato, visto che non hai altre linee produttive a cui affidarti per far entrare soldi.
Severnaya13 Novembre 2009, 12:19 #6
hai ragione e la tua osservazione nn fa una grinza


ma io mi chiedo ad esempio se per il chipset X58 Gigabyte abbia fatto bene a creare quei 7 modelli? ora con l'usb3 e il sata3 cosa farà altri 7??? Posso capire UD5 ed extreme, sono identiche a parte il wb quindi penso che nn costituisce un costo eccessivo immagino, ma le altre hanno differenze veramente ridicole... 7 modelli??? sec me sono troppi
mika48013 Novembre 2009, 12:20 #7

..............

Mai avuto un problema con Gigabyte...
anche schede rispescate dall' immondizia,montate,hanno funzionato al primo colpo!
Giga forever!!!
fiore8813 Novembre 2009, 12:22 #8
no...se dicono che sono mercati più generosi vuol dire che consentono più profitti, non c'entra niente linee di produzione eccetera, i soldi li spendono per avere un ritorno...in pratica si dice che ora come ora preferiscono indirizzare gli investimenti in altri mercati più prolifici...e fare una revision di una main non vuol dire fare una main nuova perchè rimpiazza la precedente nel catalogo e i cambiamenti sono minimi (con un costo insignificante per l'azienda)...e infine "differenziando per nicchie di mercato" questo avviene già, si chiama segmentazione del mercato e posizionamento del prodotto
GByTe8713 Novembre 2009, 12:22 #9
Originariamente inviato da: mika480
Mai avuto un problema con Gigabyte...
anche schede rispescate dall' immondizia,montate,hanno funzionato al primo colpo!
Giga forever!!!


Ti ringrazio.

Malek8613 Novembre 2009, 12:35 #10
Originariamente inviato da: Severnaya
hai ragione e la tua osservazione nn fa una grinza


ma io mi chiedo ad esempio se per il chipset X58 Gigabyte abbia fatto bene a creare quei 7 modelli? ora con l'usb3 e il sata3 cosa farà altri 7??? Posso capire UD5 ed extreme, sono identiche a parte il wb quindi penso che nn costituisce un costo eccessivo immagino, ma le altre hanno differenze veramente ridicole... 7 modelli??? sec me sono troppi


Non dovrebbe essere un gran costo per loro, fare 7 modelli diversi di una stessa scheda madre. Finchè la base è la stessa...

E avere più prodotti simili dello stesso tipo, serve ad allargare un po' la clientela possibile.

Il problema è che, al momento, dovrebbero pensare ad altro.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^