550 Watt con PFC passivo per GlacialPower

550 Watt con PFC passivo per GlacialPower

Il Power Factor Correction passivo caratterizza il nuovo alimentatore ATX di GlacialPower, da 550 Watt di potenza

di pubblicata il , alle 17:42 nel canale Schede Madri e chipset
 

Glacialtech è un'azienda taiwanese nota per la produzione e lo sviluppo di sistemi di raffreddamento per processori sia Intel che AMD; dal mese di Aprile 2006 ha aperto una propria divisione, a nome GlacialPower, specializzata nella produzione di alimentatori.

Questi modelli stanno per debuttare anche nel mercato italiano, con una serie di soluzioni tra le quali spicca il modello GP-PS550BP, di seguito raffigurato. Si tratta di un alimentatore con Power Factor Correction (PFC) passivo, capace di una potenza massima di 550 Watt e quindi indicato all'abbinamento con processori Intel Core 2 Duo e AMD Athlon 64 X2.

Queste le principali caratteristiche tecniche GP-PS550BP:

  • Standard ATX12V V2.2
  • Dual +12V rails
  • High +5Vsb capability (15W) per il supporto di numerose periferiche USB
  • Funzioni di protezione SCP, OVP, OCP, OPP, OTP
  • Bassi consumi in modalità standby
  • Arresto ventola (0 dBA) con bassi carichi di lavoro
  • Sistema di “Fan Delay Shut down” per incrementare il ciclo di vita dei componenti
  • “Intelligent Fan Speed Control” per l’ottimizzazione delle prestazioni e dei livelli di rumorosità

glacialtech_psu.jpg (52928 bytes)

Di seguito il comunicato stampa ufficiale rilasciato dal produttore:

Da GlacialPower arriva l’alimentatore intelligente.

GP-PS550BP è un alimentatore con Power Factor Correction (PFC) passivo ideale per i sistemi basati sulle nuove CPU Intel Core2 Duo e AMD Athlon64 X2.
In grado di erogare ben 550 W di potenza ed assicurare al contempo massima silenziosità e stabilità, questa nuova soluzione firmata GlacialPower rappresenta attualmente lo stato dell’arte in fatto di PSU standard ATX12V V2.2.

Taipei, Taiwan, 25 gennaio 2007 – GlacialPower, “Sister Company” di GlacialTech specializzata nella progettazione e realizzazione di PSU (Power Supply Unit) ad alta efficienza, annuncia GP-PS550BP, il primo alimentatore con PFC passivo conforme agli standard ATX12V V2.2, in grado di erogare 550 W di potenza e, quindi, ideale per PC equipaggiati con i processori di nuova generazione Intel Core 2 Duo e AMD Athlon 64 X2.

GP-PS550BP, infatti, è la prima soluzione, attualmente l’unica a livello mondiale con PFC passivo, in grado erogare fino a 550 W di potenza, mantenendo le dimensioni standard (150 x 140 x 86 mm) prescritte per i power supply standard ATX.

Grazie al loro profondo know-how ed alla loro esperienza, GlacialTech e GlacialPower sono riuscite a realizzare una soluzione “intelligente”, in grado di soddisfare pienamente le esigenze di coloro che sono alla ricerca di un alimentatore che possa garantire massima stabilità al proprio computer, anche nelle situazioni di lavoro più dure ed assicurare al contempo la massima silenziosità operativa.

Certificato da Nemko, prestigiosa organizzazione internazionale di ispezione, prova e certificazione di apparecchi e sistemi elettrici, l’alimentatore GP-PS550BP può essere utilizzato in ambienti con temperature fino a 50 gradi della scala Celsius, assicurando la massima affidabilità anche nelle condizioni ambientali più hot o nei paesi con un clima più caldo.

Realizzato impiegando esclusivamente materiali e componentistica di alta qualità, questo nuovo alimentatore firmato GlacialPower si contraddistingue, oltre che per le sue eccezionali prestazioni e per la sua silenziosità, anche per l’eccellente rapporto prezzo/prestazioni, rappresentando, quindi, la soluzione ideale sia per i system integrator che realizzano sistemi Hi-End, sia per gli appassionati del DIY (Do It Yourself), che potranno integrarlo nei propri PC destinati al gaming  o sulle proprie workstation.

GP-PS550BP è già disponibile in Italia al prezzo al pubblico di 69,00 euro (IVA esclusa). Maggiori informazioni sul sito Internet: www.GlacialPower.com

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

33 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Dexther26 Gennaio 2007, 17:48 #1
scusate qualcuno mi spiega bene cosa sia il PFC passivo ed in cosa differisce nella pratica da quello attivo?
djbill26 Gennaio 2007, 17:53 #2
stavo per fare stessa domanda...
Dahlar26 Gennaio 2007, 17:56 #3
Il prezzo è abbastanza contenuto, e se anche arriva ad erogare al massimo ( con continuità ) un 420/440 Watt direi che è tutto di guadagnato.
Spero di trovare in giro qualche buona rece (indipendente) che ci dica com'è la vera qualità della componentistica, relativi dati di rumorosità della ventola e soprattutto stabilità dei valori di tensione.
Sul sito non dice niente sul numero e tipo di attacchi a disposizione di questi alimentatori, dice solo che questo (che è il modello di punta) e quello da 450 hanno 2 attacchi PCI-E ciascuno.
MiKeLezZ26 Gennaio 2007, 18:01 #4
La differenza fra PFC attivo e passivo è solo nella loro "bravura" a far diventare l'alimentatore come un carico prettamente resistivo se visto dalla rete: il primo lo è nettamente di più.
Nella pratica, per i normali consumatori, avere l'alimentatore con PFC è solo un segno di civiltà, data la sua ininfluenza sui parametri elettrici.


Questi di Glacial Power mi sembrano tanto fumo e niente (poco) arrosto.
Dahlar26 Gennaio 2007, 18:03 #5
I PFC servono, come sapete, per correggere il fattore di potenza e regolarlo a valori alti (di solito 0.9 o superiore).
Il Fattore di Potenza è quello che moltiplicato per il valore nominale della Potenza ci dice quant'è la potenza che effettivamente possiamo tirare fuori da sti alimentatori.
Il PFC è un circuito addizionale presente per legge (legge europea) negli alimentatori e che serve ad aumentare il Fattore di Potenza in modo da sprecare meno potenza.
Quello attivo è migliore, a quanto ne so, ma per funzionare usa un circuito che va a sua volta alimentato a parte, mentre quello passivo usa un circuito che corregge, con dei trucchi (circuiti passivi) elettronici che solo un progettista può spiegarvi a fondo.
Fondamentalmente la differenza sta nel fatto che uno è alimentato (quindi consuma potenza e produce più calore) rispetto a quello passivo.
Chi ne sa di più potrà delucidarti meglio se non hai capito o se ne vuoi sapere di più.
rdv_9026 Gennaio 2007, 18:15 #6
Originariamente inviato da: Dexther
scusate qualcuno mi spiega bene cosa sia il PFC passivo ed in cosa differisce nella pratica da quello attivo?


nella discuss ufficiale degli alim se ne è parlato nelle ultime pagg


comunque mah... almeno dire quanti A ha
Zerk26 Gennaio 2007, 19:24 #7
Non è il buon vecchio cosFI? ma un alimentatore switching è visto come capacitivo o induttivo dalla rete?
nicgalla26 Gennaio 2007, 20:19 #8
Toh un bel comunicato stampa di un'azienda sconosciuta copiato e incollato... quanto hanno dato?
Cavolo in un primo momento ho letto "550W passivo" e ho detto bello, era ora che ne facessero passivi così potenti.. invece mi sembra uno dei tanti, con probabilmente la circuiteria scopiazzata da qualcun'altro...ed è del tutto dubbio il fatto di essere i primi al mondo con quelle dimensioni, senza contare che il PFC passivo ormai lo si trova anche sugli ali economici da 25 euro..
Dreadnought26 Gennaio 2007, 20:19 #9
Ottima la spiegazione di mikelezz

Non avrei saputo fare di meglio!
joe4th26 Gennaio 2007, 22:07 #10
Francamente non ho capito perché con un fattore di potenza corretto
l'alimentatore dovrebbe erogare piu' potenza? Se si dichiara
che l'alimentatore è da 500W, sempre 500W sono al più erogati,
visto che è comunque la potenza "attiva", sia con un fattore di potenza
pari a 0.1 che a 1. A meno che quei 500W non fossero 500VA, ma in
tal caso avrebbero "barato" in partenza...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^