Tim Sweeney si scaglia contro Windows 10 Cloud: 'Sarà come un ransomware'

Tim Sweeney si scaglia contro Windows 10 Cloud: 'Sarà come un ransomware'

Non è la prima volta che Tim Sweeney si scaglia contro Microsoft, e negli ultimi giorni il co-fondatore di Epic Games non ha avuto peli sulla lingua sul nuovo e ipotetico Windows 10 Cloud, definendolo addirittura un ransomware

di Nino Grasso pubblicata il , alle 18:11 nel canale Sistemi Operativi
MicrosoftWindowsEpic
 

Tim Sweeney non è mai stato troppo delicato con Microsoft e nello specifico con i problemi di "apertura" dell'ultimo Windows 10. Lo scorso anno il co-fondatore di Epic Games ha definito il sistema operativo di Redmond "un giardino murato", continuando ad inveire contro il software qualche mese più tardi quando formulava una teoria secondo la quale Windows avrebbe progressivamente fatto fuori Steam con procedure più o meno subdole nel giro di cinque anni.

E negli scorsi giorni Sweeney si è scagliato contro il nuovo - e non ancora annunciato - Windows 10 Cloud. Il sistema operativo potrebbe essere l'ultimo tentativo da parte di Microsoft di convincere gli utenti ad utilizzare le app di Windows Store. La variante Cloud potrebbe infatti essere un successore spirituale del non fortunatissimo Windows RT, con cui Microsoft proponeva il suo sistema operativo anche su sistemi dotati di CPU ARM.

Windows 10 Cloud non permetterà di eseguire applicazioni Win32 standard, quindi al tempo stesso store di terze parti come Steam non avranno modo di funzionare. In una lunga serie di tweet Sweeney ha definito Windows 10 Cloud in modi differenti, come ad esempio in maniera molto esplicita "Windows 10 Crush Steam Edition". In uno dei tweet si legge: "Windows 10 Cloud ruberà la tua libreria di giochi su Steam e te la ridarà solo sotto riscatto a pagamento".

Esagerando sullo stesso stile ironico ha poi continuato: "Microsoft chiederà un riscatto anche su Unreal Engine, Unity, Photoshop, 3D Studio e Maya. Volete comprare software da qualcuno che non è Microsoft? Vi faranno pagare per avere quel privilegio. Disgustoso e illegale!". Quelle di Sweeney al momento rimangono però solamente congetture visto che Windows 10 Cloud non è stato ancora annunciato e secondo i primi report provenienti dalle versioni leaked pare sia ancora possibile effettuare il sideload di applicazioni non provenienti dallo store ufficiale. L'unico limite sarà il blocco dell'esecuzione delle app Win32 tradizionali.

Sweeney ha comunque continuato con il suo flusso di tweet: "Windows 10 Cloud è un ransomware, blocca il software che hai precedentemente acquistato e ti costringe a pagare per sbloccarlo aggiornando a Windows 10 Pro. Bloccati Firefox, Chrome, Google Search, OpenGL, Vulcan, OpenVR, Oculus VR. Tutti bloccati". Il linguaggio di Sweeney è iperbolico e probabilmente fuori luogo, tuttavia bisogna aspettare un annuncio ufficiale di Microsoft per farsi un'idea precisa sul nuovo SO.

Ad oggi Windows 10 Cloud sembra un software offerto in licenza agli OEM in maniera del tutto gratuita pensato nello specifico per sistemi con capacità computazionali molto basse e quindi non adatte al gaming hardcore a cui fa riferimento Sweeney. Al primo avvio non sarà possibile installare app Win32, sblocco che potrà essere effettuato solo ed esclusivamente a discrezione dell'utente aggiornando il sistema a pagamento con una licenza più completa.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

43 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
floc08 Febbraio 2017, 18:31 #1
beh e' esagerato ma non ha tutti i torti, e' un business model decisamente aggressivo che portera' a quello. Sono curioso di vedere come lo concilieranno con il diritto alla portabilita' dei dati.
bonzoxxx08 Febbraio 2017, 19:06 #2
Quindi in pratica win 10 cloud potrebbe trattarsi di un win10 "normale" al quale però viene inibita l'esecuzione di programmi win32, funzione sbloccabile successivamente previo pagamento?
jepessen08 Febbraio 2017, 19:07 #3
Capisco ma dato che la versione desktop rimarra' disponibile ovviamente, e dato che gli altri sistemi funzionano allo stesso modo tramite store, non capisco perche' inveire solo contro di loro.
cavaliereombra08 Febbraio 2017, 19:17 #4
Originariamente inviato da: bonzoxxx
Quindi in pratica win 10 cloud potrebbe trattarsi di un win10 "normale" al quale però viene inibita l'esecuzione di programmi win32, funzione sbloccabile successivamente previo pagamento?


Perché no? In fondo Windows 10 Cloud sarebbe una versione gratuita di Windows, quindi Microsoft avrebbe tutto il diritto di applicarvi delle limitazioni. Tra l'alto Cloud dovrebbe nascere come OS per i PC meno dotati, ovvero quelli dove tutte le cose elencate da Sweeney non si possono fare.

Insomma, polemica gratuita.
bonzoxxx08 Febbraio 2017, 20:06 #5
Dici che in pratica sarà una versione limitata ma distribuita gratuitamente?
Sotto quest'ottica cambiano alcune cose, stiamo a vedere come si evolve la cosa
lucusta08 Febbraio 2017, 20:06 #6
microcefalo! falla UWA e smettila di trollare!
e stavolta falla come l'informatica buona vuole!!!

APU River, mobo mini STX e in 5x5", W10 cloud e hai una steam machine perfetta... ora sta a questo signore riuscire a fare un sistema degno di essere usato.
cavaliereombra08 Febbraio 2017, 20:12 #7
Originariamente inviato da: bonzoxxx
Dici che in pratica sarà una versione limitata ma distribuita gratuitamente?
Sotto quest'ottica cambiano alcune cose, stiamo a vedere come si evolve la cosa


Cito l'articolo:

Ad oggi Windows 10 Cloud sembra un software offerto in licenza agli OEM in maniera del tutto gratuita pensato nello specifico per sistemi con capacità computazionali molto basse e quindi non adatte al gaming hardcore a cui fa riferimento Sweeney.
deuterio108 Febbraio 2017, 20:35 #8
In linea di principio, se Google ha creato un prodotto X (leggasi ChromeOS) sul quale possono girare solo app Android, nulla vieterebbe a Microsoft di creare un prodotto Y (leggasi Windows 10 Cloud) sul quale possano girare solo app UWP. A patto che nell'insieme dell'offerta siano mantenute anche le versioni tradizionali di Windows. Ed è questo che personalmente mi inquieta un po', perché nelle prime immagini trapelate in rete, nell'elenco delle SKU non compare più Windows 10 Home, ma è presente invece una mai vista edizione Starter (!), la Cloud, e infine la Professional e la Enterprise. Quindi dovremmo usare tutti la costosa Professional, gamer compresi?
MiKeLezZ08 Febbraio 2017, 20:52 #9
L'idea di limitare tutte le applicazioni win32 (così come già ora lo sono le win16) e rendere possibili solo le UWB tramite store sinceramente non è male. Accoppiata a una disponibilità solo a 64-bit e una distribuzione gratuita sarebbe il top.
Fatto salvo ovviamente che non mettano delle backdoor che possano far girare applicazioni legacy e che tutto il sistema sia "blindato" a modo. Ritrovarsi installato Windows Defender di default sarebbe per esempio un fallimento.
Ah, ovviamente che rimanga disponibile anche Windows 10 per gli utenti desktop più evoluti (magari nella sola versione pro).
LucaLindholm08 Febbraio 2017, 21:00 #10

Fermi tutti!

Intervengo io, perché come al solito HWUpgrade fa un solo articolo ogni tanto su Win 10 e pure in maniera da scatenare flame.

Dunque:

1) Windows 10 Cloud è indirizzato principalmente a dispositivi di fascia bassa e potrà eseguire anche i programmi Win32 che siano stati caricati sullo Store, una differenza non da poco.

2) C'è appena stato (ma tanto HWUpgrade non ve lo dirà l'evento live streaming di Microsoft per la presentazione del Creators Update per sviluppatori.

Tantissime le novità:
- Adobe porterà la sua intera suite su Win Store tramite Project Centennial, oltre a Adobe Photoshop Elements 15 già disponibile (e che io acquistai approfittando di un forte sconto a natale, ahahah!);

- Anche i programmi desktop potranno usare le API UWP, così come anche le app UWP potranno usare le API sempre più rinnovate di .Net e Win32... condivisione totale;

- Telerik rende completamente gratuiti tutte i suoi controlli grafici per UWP e questo, insieme a Xamarin completamente gratuito, è un BEL plus (parlo da sviluppatore).

- Arriva la nuova interfaccia Neon, già disponibile con CU per gli Sviluppatori e che verrà poi implementata in tutte le app di sistema via via nel 2017, incluso il file explorer;

- E tante altre cose che non ricordo ora (magari anche importanti)... il keynote è ancora in corso, per dire.

3) E' stata appena rilasciata una nuova build, la 15031, che introduce la modalità Picture-in-Picture, e che prepara Windows per accogliere la nuova interfaccia di condivisione, in arrivo con le prossime Build.
D'ora in poi non dovrebbero esserci più grosse novità in arrivo, poiché MS all'evento di stasera ha annunciato l'SDK finale per CU.



Questo un [U]piccolo [/U]sunto di quello che è appena successo.

Vi ringrazio per l'attenzione, ora potete continuare a insultare MS, me, flammare e fare quel che volete.

Buona serata.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^