Microsoft Build 2018: ecco tutti gli annunci più importanti dell'azienda di Redmond

Microsoft Build 2018: ecco tutti gli annunci più importanti dell'azienda di Redmond

Il conclave capitanato da Satya Nadella ha permesso di scoprire davvero tante novità per Microsoft e i suoi sviluppatori. Cerchiamo di riassumerle in questo articolo.

di pubblicata il , alle 11:41 nel canale Sistemi Operativi
MicrosoftWindows
 

Microsoft Build 2018 è l'evento dell'anno in cui l'azienda di Redmond riunisce tutti i suoi sviluppatori e li "delizia" con le novità che ha in serbo per gli utenti e per i loro sistemi operativi Windows. Tre giorni di "full immersion" in conferenze capaci di spiegare al pubblico ma anche agli addetti ai lavori quello che Microsoft ha intenzione di portare nella grande distribuzione.

Tante le novità che gli ingegneri dell'azienda capitanata da Satya Nadella si sono succeduti sul palco presentando le varie novità per Windows, i miglioramenti per gli assistenti vocali ma anche nuovi servizi cloud e molto altro ancora. Eccoli riassunti:

Your Phone è il nuovo modo di connettere lo smartphone al PC

Una delle novità più importanti a livello consumer è senza dubbio lo sviluppo della nuova applicazione "Your Phone" che permette agli utenti di eseguire un vero e proprio mirroring dello smartphone e dunque di tutto quello che è presente al suo interno direttamente nel proprio PC Windows. L'utente dunque riuscirà ad accedere alle foto, ai video ma anche ai documenti presenti nello smartphone utilizzando però il PC.

Una funzionalità che in molti hanno precedentemente accennato o comunque realizzato in modo più o meno uguale e che ora Microsoft ha deciso di implementare nella prossima Windows 10 Redstone 5 per gli Insider e poi, una volta pubblica, anche agli utenti Windows. Chiaramente il tutto potrà essere realizzato sia con smartphone Android che con smartphone iOS anche se, a detta degli addetti ai lavori, in questo caso si avranno non tutte le funzionalità previste invece con Android.

Cortana e Alexa insieme nelle interazioni

Le indiscrezioni avevano già svelato in parte questo connubio ma fino a ieri Microsoft aveva cercato di lasciare il dubbio. Cortana ed Alexa potranno interagire tra di loro. Due assistenti vocali e virtuali che possono scambiarsi dati tra di loro come in una qualsiasi conversazione. Ecco che nel video della prova realizzata direttamente sul palco della Build 2018 è stato possibile osservare concretamente come i due sistemi abbiano effettivamente collaborato tra di loro per ampliare le proprie capacità.

Amazon e Cortana dunque sembrano pronte per continuare la loro collaborazione e per farlo le due aziende padrone degli speaker e degli assistenti virtuali hanno deciso di creare una vera e propria Beta dei due sistemi per cercare di sviluppare proprio questa integrazione. Nessuna tempistica ma di certo la prova su campo iniziale è un ottimo auspicio per lo sviluppo futuro.

Microsoft 365 alla mercé dell'Intelligenza Artificiale

Fra le tante novità che Microsoft ha presentato alla Build 2018 di certo le novità che riguarda Microsoft 365 sono senza dubbio quelle più importanti. Innanzitutto quello che si è visto sul palco della Build è stato senza dubbio l'introduzione del Windows Machine Learning ossia la nuova piattaforma che rende più veloce, semplice ed immediato il machine learning sul cloud.

Microsoft 365, proprio grazie all'Intelligenza Artificiale, permetterà di avere nuove funzionalità personalizzate su Azure Machine Learning e Java Script. Novità che vanno ad affiancarsi al nuovo Microsoft Launcher per Android che supporterà presto la Timeline anche sugli smartphone. Con Windows Machine Learning, nello specifico, gli sviluppatori potranno utilizzare modelli già allenati di intelligenza artificiale, in modo da sfruttare una piattaforma già pronta per l'uso per l'analisi dei dati (e altro) a costi inferiori e con tempistiche nettamente più brevi. 

Sets: la nuova frontiera del multitasking

Durante la seconda giornata di Build 2018, Microsoft, ha voluto ribadire la volontà di portare sul nuovo Windows la novità di Sets ossia l'espansione del Multitasking sul sistema operativo della casa di Redmond. Lo avevamo già visto in anteprima ma ora la funzionalità è stata ufficializzata e sarà presto integrata nelle release ufficiali.

In questo caso Sets lavorerà in simbiosi con Timeline e permetterà di raggruppare più applicazioni all'interno di una medesima finestra. Una sorta di multitasking ampliato che dovrebbe permettere di lavorare meglio e in modo più veloce su Windows 10. L'interfaccia sarebbe del tutto simile a quella presente attualmente in Edge, con la differenza che la pagina per le nuove schede permetterebbe di aprire nuove applicazioni oltre a nuove pagine Web.

Cloud computing ed Edge Computing

Lo sviluppo delle tecnologie hanno portato anche Microsoft a impiegare i propri sforzi non solo nel proprio sistema operativo Windows ma anche in quello che sono i servizi che possono in qualche modo accompagnarlo nel futuro. Ecco che nella strategia dell'azienda di Redmond ma anche nella testa di Satya Nadella vi è senza dubbio la volontà di crescere e sviluppare e per farlo vi devono per forza essere le soluzioni di cloud computing e di "edge computing".

La prima giornata è stata dedicata proprio a questo e alle novità che la piattaforma operativa cloud di Microsoft, Azure, ha pronte per migliorare l'intero ecosistema dell'azienda di Redmond. In questo caso parliamo della disponibilità in open source di Azure IoT Edge Runtime il quale consentirà agli sviluppatori di "progettare" nuovi applicativi o anche strumenti per il controllo di dati creati appunto da dispositivi IoT.

Vi è stato anche il ripristino, un po' a sorpresa, di Kinect che ora ha preso il nome di Kinect for Azure, il quale è ora una barra sensoriale la quale potrà essere sviluppata dagli addetti ai lavori per applicativi di Intelligenza Artificiale.

HoloLens pronta ad imparare nuove funzionalità

Sul palco della Build 2018 di Microsoft c'è stato posto anche per HoloLens e l'impiego della Realtà Aumentata. Novità per lo strumento creato dall'azienda di Redmond che ha deciso di svelare al mondo intero il Microsoft Remote Assistant e il Microsoft Layout ossia due applicazioni appunto della Realtà Aumentata utilizzabili con HoloLens o anche con altri visori.

Il primo ossia il Remote Assistant è pensato per avere una collaborazione tra lavoratori di una determinata azienda. Ecco che tra le novità vis sarà quella di poter condividere un determinato video effettuando una chiamata in video e dunque poter ricevere in tempo reale suggerimenti nella realizzazione di uno specifico lavoro. Interessante sarà il suo utilizzo ad esempio nei centri di assistenza per fornire un aiuto ancora più preciso e veloce.

Il secondo invece garantisce la progettazione di spazi e strutture direttamente nella Realtà Aumentata. Sarà dunque possibile creare uno spazio virtuale dove poter muovere oggetti manualmente. Un applicativo che potrebbe risultare molto utile ai designer di interni, ad architetti o anche ad ingegneri nella realizzazioni di un determinato progetto da poter essere effettivamente (anche se virtualmente) osservato anche dalla clientela.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
emiliano8409 Maggio 2018, 12:35 #1
con calma, ma all fine ce l'abbiamo fatta a pubblicare un articoletto
Gyammy8509 Maggio 2018, 12:50 #2
Sembra quasi un film d fantascienza
Grandi
lucusta09 Maggio 2018, 13:31 #4
..."Chiaramente il tutto potrà essere realizzato sia con smartphone Android che con smartphone iOS anche se, a detta degli addetti ai lavori, in questo caso si avranno non tutte le funzionalità previste invece con Android."..

se non lo fanno anche con w10m vado da nadella e sò io dove mettergli i miei.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^