I plug-in dei browser web e il Clickjacking sono i trend in crescita per il malware

I plug-in dei browser web e il Clickjacking sono i trend in crescita per il malware

Nella top ten di G Data vengono indicati ben 5 problemi relativi a vulnerabilità presenti in plug-in per i browser web

di pubblicata il , alle 17:28 nel canale Sicurezza
 

Per chi considera la sicurezza del proprio PC una cosa importante può essere utile mantenersi aggiornato e informato sui più recenti problemi rilevati, o per lo meno sulle tendenze del malware. A questo scopo le più importanti società di sicurezza pubblicano statistiche mensili, bollettini periodici e più in generale notizie relative alle ultime novità in questo specifico ambito.

Tra i trend in rapida crescita segnaliamo quello relativo all'utilizzo di vulnerabilità in Java o Javascript da parte del malware: nel solo mese di marzo 5 delle vulnerabilità presenti nella top ten di G Data sfruttano proprio questo tipo di problema. Più in generale, G Data pone l'accento sul crescente problema relativo ai plug-in per i browser web: molto spesso questi componenti aggiuntivi non vengono aggiornati dall'utente e con questo comportamento il sistema viene esposto a potenziali problemi di sicurezza.

Il problema non riguarda solo Java, infatti in passato sono state sfruttate vulnerabilità in alcuni plug-in sviluppati da Adobe e non solo. In questi casi il consiglio è quello di mantenere attiva l'opzione di aggiornamento automatico dei vari plug in installati in attesa che dai vari produttori di software arrivi soluzioni più interessanti, come fatto di recente da Google su Chrome al cui interno vengono integrati alcuni componenti di Adobe.

Da G Data viene anche registrato un incremento nell'ambito del Clickjacking nei social network, attività svolta al fine di posizionare i siti infetti con malware nelle migliori posizioni in classifica.Trojan.JS.Clickjack è stato uno dei programmi malware di questo tipo ad entrare nella Top 10 del malware di marzo 2011. Quando dei siti idonei sono visitati dall'utente questo malware genera click sul bottone “mi piace” di Facebook senza che l’utente se ne accorga.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
ally26 Aprile 2011, 17:44 #1
...non fate prima ad aprire una sezione hwpubblicità?...
svl226 Aprile 2011, 18:44 #2
Originariamente inviato da: ally
...non fate prima ad aprire una sezione hwpubblicità?...


ma dai .. solo perche la news era infarcita di banner che invitano all' acquisto di G-DATA?

fgpx7826 Aprile 2011, 19:30 #3
Originariamente inviato da: svl2
ma dai .. solo perche la news era infarcita di banner che invitano all' acquisto di G-DATA?



Mi pareva strano un cambio di grafica così repentino...
PaPuAsja26 Aprile 2011, 20:14 #4
Non e' meglio un pulsante DONAZIONI ?
wal7er26 Aprile 2011, 21:39 #5
Meglio questo dei link sul testo che aprono pop-up "a tradimento" solo perchè ci passi sopra per sbaglio col puntatore del mouse.

Comunque per curiosità mi sono fatto un giro nella top ten.
Bigville26 Aprile 2011, 22:40 #6
addirittura l'icona di G-DATA?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^