Google rilascia le API Safe Browsing

Google rilascia le API Safe Browsing

Il colosso di Mountain View rende pubbliche le API che permettono l'accesso alle blacklist aggiornate contenenti i siti sospetti di script malevoli

di pubblicata il , alle 14:57 nel canale Sicurezza
Google
 

I gruppi di Google dedicati alle pratiche di Antiphishing e Antimaleware hanno annunciato di aver reso pubblica le API Safe Browsing che consentono agli sviluppatori di software di interfacciarsi con le blacklist aggiornate di Google che elencano le pagine web sospettate di contenere script di phishing o maleware generico. Si tratta delle medesime blacklist utilizzate da Google Desktop e dal plug-in antiphishing di Google per il browser Firefox.

Le API Safe Browsing sono ottenibili da chiunque abbia un account Google: ogni API scaricata sarà associata in modo univoco all'account Google, in modo tale che il colosso di Mountain View possa bloccare gli utenti sorpresi a violare i termini di licenza.

Google sottolinea comunque che le API Safe Browsing rilasciate sono ancora in fase sperimentale e saranno soggette a variazioni nel corso del tempo, con l'obiettivo di renderne semplice l'implementazione all'interno delle applicazioni da parte dei piccoli sviluppatori.

Maggiori informazioni, compresi i dettagliati termini di licenza, sono disponibili a questo indirizzo.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
demon7720 Giugno 2007, 15:07 #1
Che dire.. OTTIMO E ABBONDANTE!!
.Kougaiji.20 Giugno 2007, 15:21 #2
I gruppi di Google dedicati alle pratiche di Antiphishing e "Antimaleware"

Ok che non è un bene, ma antiMALEware XD
Dox20 Giugno 2007, 16:53 #3
visto che non l'ha detto ancora nessuno lo faccio io per moda :

-"ODDDIO goooogle compratutto , sta diventando un monopolio , altro che Microsoft... ahh... vedono anche la mia macchina da google maps... altro che Apple.... OdDDioooo ciiiiroo... "

ok scenetta finita , ogni errore grammaticale è licenza poetica , non è stato fatto del male ad animali e o persone , buona giornata

baronz20 Giugno 2007, 17:21 #4
visto che non l'ha detto ancora nessuno lo faccio io per moda :

-"ODDDIO goooogle compratutto , sta diventando un monopolio , altro che Microsoft... ahh... vedono anche la mia macchina da google maps... altro che Apple.... OdDDioooo ciiiiroo... "

ok scenetta finita , ogni errore grammaticale è licenza poetica , non è stato fatto del male ad animali e o persone , buona giornata


HAHAHAHAHAHAHAHAHA
pierluigi8620 Giugno 2007, 18:00 #5
Originariamente inviato da: Dox
visto che non l'ha detto ancora nessuno lo faccio io per moda :

-"ODDDIO goooogle compratutto , sta diventando un monopolio , altro che Microsoft... ahh... vedono anche la mia macchina da google maps... altro che Apple.... OdDDioooo ciiiiroo... "

ok scenetta finita , ogni errore grammaticale è licenza poetica , non è stato fatto del male ad animali e o persone , buona giornata



che c' entra con la notizia?
kaharoth8421 Giugno 2007, 09:36 #6
Quando queste tecniche verranno implementate di default nei browser, senza possibilità alcuna di disattivarle, allora andremo in contro ad una censura totale e ad una restrizione sempre più consistente dei siti visitabili.
Non bisogna plaudire a queste cose, anzi bisogna temerle, poichè sono l'inizio di una politica di limitazione della libertà di internet.

.: always free internet :.
Lucas Malor21 Giugno 2007, 17:50 #7
Quando queste tecniche verranno implementate di default nei browser, senza possibilità alcuna di disattivarle, allora andremo in contro ad una censura totale e ad una restrizione sempre più consistente dei siti visitabili.
Non bisogna plaudire a queste cose, anzi bisogna temerle, poichè sono l'inizio di una politica di limitazione della libertà di internet.


...........certo..... sicuramente quello e' il pericolo. Non, per dirne una "a caso", la legge che stanno votando alla camera per la "privacy".....

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^