AdSense, alcuni account vittima di estorsione: "Paga 5000 dollari o ti chiudiamo l'account"

AdSense, alcuni account vittima di estorsione: "Paga 5000 dollari o ti chiudiamo l'account"

Una mail minaccia di inondare un sito web con traffico generato da bot allo scopo di far sospendere l'account AdSense a meno che si corrisponda un pagamento in bitcoin di 5000 dollari

di pubblicata il , alle 15:01 nel canale Sicurezza
 

Krebs on Security, il popolare blog che affronta tematiche di sicurezza e nuove minacce informatiche, lancia un allarme per una nuova truffa che prende di mira proprietari e gestori di siti web che sfruttano il servizio AdSense di Google per monetizzare il proprio traffico web.

Si tratta di una vera e propria estorsione via email, che Krebs riporta a seguito della segnalazione di un utente il quale ha ricevuto una mail che minacciava l'invio di traffico fasullo sul suo sito allo scopo di innescare le misure anti-frode di Google e compromettere così gli introiti delle inserzioni pubblicitarie AdSense. Minaccia a cui non verrebbe mantenuta fede nel caso in cui la vittima corrisponda un pagamento di 5000 dollari in bitcoin. Ecco la mail inviata dall'utente, che riportiamo integralmente e poi tradotta più sotto:

"Very soon the warning notice from above will appear at the dashboard of your AdSense account undoubtedly! This will happen due to the fact that we’re about to flood your site with huge amount of direct bot generated web traffic with 100% bounce ratio and thousands of IP’s in rotation — a nightmare for every AdSense publisher. More also we’ll adjust our sophisticated bots to open, in endless cycle with different time duration, every AdSense banner which runs on your site."

Molto presto l'avvertimento apparirà senza dubbio nella dasboard del tuo account AdSense! Questo succederà per via del fatto che stiamo per inondare il tuo sito con un grande quantitativo di traffico web generato da bot con un bounce ratio del 100% e migliaia di IP a rotazione - un incubo per qualsiasi publisher AdSense. Inoltre regoleremo i nostri sofisticati bot per aprire, in un ciclo infinito con una differente durata temporale, qualsiasi banner AdSense presente sul tuo sito.

Nel caso in cui i sistemi di Google dovessero rilevare un grande quantitativo di traffico automatizzato verso i banner scatterebbero immediatamente le protezioni anti-frode, che può arrivare a limitare l'erogazione del banner o il conteggio dei click andando a danneggiare gli introiti del proprietario del sito. Google ha tra l'altro annunciato proprio lo scorso Agosto alcune misure di rafforzamento nelle sue tecnologie e misure anti-frode allo scopo di proteggere la qualità delle sue reti pubblicitarie con una più puntuale identificazione di traffico non valido.

L'utente che ha condiviso le informazioni con il blog Krebs on Security afferma che pur avendo considerato l'email come una sorta di bluff, ha anche riscontrato dalle statistiche del suo account AdSense che i rilevamenti che rientrano sotto la sezione "Invalid traffic report" sono aumentati sensibilmente rispetto al mese precedente.

Google ha dichiarato che considera la minaccia di sabotaggio "estremamente rara nella pratica", aggiungendo che i suoi meccanismi anti-frode sono comunque dotati di meccanismi di protezione per prevenire casi come questo. In ogni caso chi gestisce un sito e sfrutta il servizio AdSense di Google può mettersi in contatto con l'help center per segnalare qualsiasi episodio di click non valido e nel caso pensino di essere stati vittima di un sabotaggio come quello di questa nuova truffa.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^