Adobe Integrated Runtime: ora in beta

Adobe Integrated Runtime: ora in beta

Adobe presenta la prima versione beta scaricabile di Adobe Integrated Runtime, tool che va a coniugare programmazione desktop e web

di pubblicata il , alle 08:55 nel canale Programmi
Adobe
 

Adobe ha ufficialmente presentato, nella giornata di ieri, AIR, acronimo di Adobe Integrated Runtime, la propria nuova piattaforma di sviluppo multi sistema operativo che, nelle intenzioni del produttore, dovrebbe permettere agli sviluppatori di creare applicazioni desktop che siano basate su linguaggi di programmazione e ambienti di sviluppo provenienti dall'ambiente web.

AIR opererà accanto a Flex, il framework sviluppato da Adobe per lo sviluppo di applicazioni internet. L'unione di questi due pacchetti dovrebbe permettere agli sviluppatori di sfruttare le proprie competenze con i linguaggi di programmazione tipicamente orientati al web, per la creazione di programmi desktop: applicazioni web e desktop, quindi, potranno venir eseguite nei due ambienti utilizzando lo stesso codice.

La nuova versione di AIR, precedentemente nota con il nome in codice di Apollo, permette di utilizzare documenti PDF esattamente allo stesso modo con il quale questi sono utilizzati in applicazioni web: sarà quindi possibile interagire con documenti PDF nello stesso modo con il quale è oggi possibile all'interno di un browser web.

Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito Adobe a questo indirizzo; sempre a questo indirizzo è possibile scaricare gratuitamente le application runtime e le SDK di Adobe AIR, in versioni per sistemi Windows e Macintosh. In un secondo tempo verrà resa disponibile anche una versione per sistemi operativi Linux.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
lo_straniero13 Giugno 2007, 17:18 #1
FLOP
dragonheart8113 Giugno 2007, 19:43 #2
Non ho capito bene l'interazione...
giulioski14 Giugno 2007, 09:30 #3
non era sufficente AIAX e Java? o si tratta di creare un nuovo standard monopolista?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^