Sonoma: Intel prossima al lancio

Sonoma: Intel prossima al lancio

La nuova piattaforma per notebook dovrebbe essere lanciata nella seconda metà del mese di gennaio. Intanto Intel parla di autonomia delle batterie e si sbilancia sul lungo periodo

di pubblicata il , alle 09:05 nel canale Portatili
Intel
 

Stando a quanto rivelato in una notizia pubblicata sul sito web The Inquirer, Intel avrebbe dichiarato che entro l'anno 2010 i portatili potranno essere equipaggiati con batterie in grado di assicurare un'autonomia di un'intera giornata. Le dichiarazioni della compagnia, per altro molto vaghe e senza alcun riferimento concreto, giungono ormai prossime al lancio della piattaforma Sonoma e all'introduzione di altri chipset per sistemi notebook all'inizio del nuovo anno, presumibilmente nella seconda metà di Gennaio.

I nuovi chipset saranno caratterizzati dalla presenza di funzionalità wireless governate dai controller 2200BG e dal nuovo 2915ABG. La piattaforma Sonoma include inoltre i processori Pentium M con frequenza operativa fino a 2,13GHz e 533MHz di frequenza di FSB. Tali processori Pentium M sono basati su core Dothan a 90 nanometri e sono equipaggiati con 2MB di cache.

Sonoma porterà anche il supporto alle memorie DDR2 e alla tecnologia PCI Express nel mondo dei notebook, senza tralasciare il supporto alla tecnologia Serial ATA e all'introduzione di un nuovo standard per i controller audio nei portatili che risponda in parte alle specifiche dello standard Azalia.

Fonte: The Inquirer

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

30 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
SENTINELLA27 Dicembre 2004, 09:21 #1

Ful-cel?

Forse useranno le ful cel
sirus27 Dicembre 2004, 10:03 #2
spettacolare, voglio un notebook così OT ho sentito parlare di batterie che utilizzavano il gas per alimentare i sistemi, dei test approfonditi dovrebbero essere già stati fatti da STMicroelectronics mi sembra
shrubber27 Dicembre 2004, 10:11 #3

x sentinella

si chiamano fuel-cell
proprio perchè sono celle a combustibile
atomo3727 Dicembre 2004, 10:13 #4
ma le fuel cell non dovevano iniziare a vedersi in giro già tra il 2005 e il 2006???
sirus27 Dicembre 2004, 10:16 #5
forse era proprio di quello che stavo parlando anche io, vi risulta che il combustibile sia il gas???
ancheio27 Dicembre 2004, 10:24 #6
Il combustibile da quello che so dovrebbe essere metanolo...insomma, l'alcool che qualche anno fa ha avvelenato mezza italia quando lo scoprirono nel vino...alla salute nostra!
SENTINELLA27 Dicembre 2004, 10:33 #7

lapsus

Grazie per la precisazione (non mi ricordavo più come scrivere fuel-cell: troppo spumante a Natale). Ho letto però che un notebook alimentatato a fuel-cell dovrebbe avere un'autonomia di una settimana (o di più. Forse non si tratta di fuel-cell.
SENTINELLA27 Dicembre 2004, 10:44 #8

METANOLO

x ancheio
Se non sbaglio è metanolo(che costa pochissimo).
jappilas27 Dicembre 2004, 11:47 #9
Originariamente inviato da sirus
forse era proprio di quello che stavo parlando anche io, vi risulta che il combustibile sia il gas???


mi risulta sì, internamente le celle a combustibile funzionano traendo energia da idrogeno
l' idrogeno può essere fornito così com'è il che però pone alcuni problemi, soprattutto per quanto riguarda lo stoccaggio, che deve essere ad alta pressione e criogenico (in ambito automobilistico si sperimentavano serbatoi speciali, ad alta resistenza, così come nuove pompe per i distributori... )

nel caso la cella funzioni a metanolo , avrà un meccanismo per scinderlo cataliticamente in idrogeno , acqua e CO2, queste ultime da smaltire come prodotti inerti di combustione e non inquinanti
Jaguarrrr27 Dicembre 2004, 11:54 #10
entro l'anno 2010 i portatili potranno essere equipaggiati con batterie in grado di assicurare un'autonomia di un'intera giornata

che cavolata parlare di una possibile tecnologia che ci sarà tra 5 anni. Anch'io posso prevedere una cosa fra 5 anni... capirai... ci vuole molto...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^