Nuovi fondi per Galileo

Nuovi fondi per Galileo

La costellazione di satelliti Galileo riceverà nuovi fondi dall'Unione Europea, ma la decisione non trova d'accordo la Germania

di pubblicata il , alle 13:36 nel canale Portatili
 

Nuovi fondi in arrivo Galileo, il sistema di posizionamento satellitare europeo: così è stato deciso nella riunione di venerdì dei ministri dei 27 paesi della Unione Europea. Il progetto Galileo avrebbe dovuto, secondo i piani, trovare importanti fonti di finanziamento private, ma questa modalità non è mai decollata e si è reso necessario un intervento finanziario da parte dell'Unione.

La questione è risultata molto controversa e anche la decisione di venerdì è stata presa nonostante la ferma opposizione della Germania. Dei 2,4 miliardi di euro, infatti, ben 1,6 miliardi arriveranno dal reindirizzamento dei fondi per l'agricoltura non spesi nel 2007.

Questi avrebbero dovuto ritornare nelle casse degli stati membri, ma i ministri dell'Unione hanno deciso di utilizzarli per dare nuova linfa al progetto che prevede la messa in orbita della costellazione di satelliti Galileo. L'opposizione della Germania "It's a question of budget discipline", come dichiarato dal portavoce dello stato tedesco e riportato da EUObserver; la Germania è infatti il maggior contribuente al budget comunitario e il ritorno dei fondi non spesi per l'agricoltura avrebbe rappresentato un'importante capitolo nel bilancio.

A beneficiare dei nuovi fondi sarà anche l'European Institute of Technology (EIT) che riceverà €309 milioni di nuovi fondi. Galileo dal suo avvio ha già subito diversi ritardi, anche a causa dei ripetuti problemi di recupero fondi, molti si augurano che la decisione dell'Unione possa finalmente dare l'impulso definitivo al progetto.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

27 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
kronos200026 Novembre 2007, 13:39 #1
Tristesse!

Un così innovativo sistema GPS rischia di essere affondato per i litigi fra i ministeri dei differenti paesi CEE...Se continua così fanno prima i Cinesi a lanciare il loro GPS.
demon7726 Novembre 2007, 14:01 #2
Ok che avere la propria rete di satelliti personale fa figo e non impegna.. ma la rete GPS americana che sfruttiamo tutti i giorni funziona bene e di sicuro non mi fa sentire il bisogno di averne un'altra!

Soprattutto se poi si parla di MILIARDI DI EURO! Io conosco MILIARDI di modi per usare decentemente quei fondi, uno di questi è la ridistribuzione tra i paesi membri per risolvere i loro problemi come meglio ritengono!!

E poi.. quest'anno non abbiamo speso tutti i fondi per l'agricoltura, che facciamo? mah.. buttali da qualche parte.. DICO, USARLI ANCHE L'ANNO DOPO INVECE DI CHIEDERNE ALTRI NO EH!?
Calish Drasith26 Novembre 2007, 14:11 #3
E se dovessimo entrare in guerra con gli USA?
Non ti sfiora minimamente questa piccola eventualità?
Gli USA possono tagliarci fuori dalla rete GPS quando e come vogliono; assicurarsi un'indipendenza in un campo così strategico è quantomeno vitale.
Klontz26 Novembre 2007, 14:21 #4
Originariamente inviato da: Calish Drasith
E se dovessimo entrare in guerra con gli USA?
Non ti sfiora minimamente questa piccola eventualità?
Gli USA possono tagliarci fuori dalla rete GPS quando e come vogliono; assicurarsi un'indipendenza in un campo così strategico è quantomeno vitale.


Be se il problema è questo.. allora sarebbe meglio investirli in un qualche sistema missilistico terra-aria per abbatterglieli tutti ( i satelliti americani).
Costerebbe anche molto meno, vuoi mettere lanciare qualche decina di razzi anziché di satelliti.

Con IRONIA

Scherzi a parte... toccherà ricomprare il navigatore satellitare per passare alla nuova rete.
Marcko26 Novembre 2007, 14:24 #5
Il problema, demon77, è, come giustamente qualcuno faceva notare, che gli USA per un motivo o per un altro possono decidere di oscurare parte o completamente la rete. Questo può essere un problema.
Per quanto riguarda il fatto che abbiano reinvestito i capitali la trovo una cosa al quanto strana. In effetti quando si fanno i conti ad inizio anno si ragiona per capitoli di spesa. Ciò significa che per esempio l'agricoltura ha un certo budget, gli ospedali un altro, la ricerca ancora un altro e così via. Generalmente nessun fondo di un capitolo può essere spostato a favore di un altro. Quindi...boh chiedo aiuto ai più sapienti!
dario226 Novembre 2007, 14:29 #6
Originariamente inviato da: Calish Drasith
E se dovessimo entrare in guerra con gli USA?
Non ti sfiora minimamente questa piccola eventualità?
Gli USA possono tagliarci fuori dalla rete GPS quando e come vogliono; assicurarsi un'indipendenza in un campo così strategico è quantomeno vitale.


marò e tu se ci fosse (ipotesi remota, pressochè impossibile) una guerra con gli USA ti preoccuperesti del gps?
quelli tengono tante bombe atomiche che te ne mettono una anche nella tazza del cesso
AndreaG.26 Novembre 2007, 14:43 #7
Originariamente inviato da: dario2
marò e tu se ci fosse (ipotesi remota, pressochè impossibile) una guerra con gli USA ti preoccuperesti del gps?
quelli tengono tante bombe atomiche che te ne mettono una anche nella tazza del cesso


E se il "conflitto" fosse economico/commerciale invece che militare?!
Alexbuntu26 Novembre 2007, 15:04 #8
Originariamente inviato da: AndreaG.
E se il "conflitto" fosse economico/commerciale invece che militare?!


col valore del dollaro, 10 euro e compriamo tutto il parco satellliti degli americani
DevilsAdvocate26 Novembre 2007, 15:14 #9
Originariamente inviato da: Calish Drasith
E se dovessimo entrare in guerra con gli USA?
Non ti sfiora minimamente questa piccola eventualità?
Gli USA possono tagliarci fuori dalla rete GPS quando e come vogliono; assicurarsi un'indipendenza in un campo così strategico è quantomeno vitale.

Ahahahahah, bella questa, tu la prendi sul serio quell'eventualità?
E' impossibile (nonchè economicamente controproducente, sia per noi che
per loro) , almeno finchè non veniamo inglobati dentro l'ex-URSS
(ricchissima di materie prime quali gas-petrolio-metalli)

P.S.: in ogni caso sarebbe una calamità nucleare, il problema dei GPS
sarebbe di scarsa rilevanza rispetto a quello delle radiazioni, e dentro il
rifugio nucleare sapere la propria esatta posizione non è un problema....
tia198226 Novembre 2007, 15:24 #10
Volevo far notare che comunque molti mezzi militari (anche missili/razzi di varia natura) sono serviti dal GPS che non è solamente un mezzo per arrivare a casa...
Quindi avere una rete più precisa e alternativa può essere utile in caso di guerra.
Ma comunque evitando questi discorsi così militari e passando all'economia si ha un allontanamento da una tecnologia che non si può controllare e in mano ad un paese potenzialmente avversario a una interna e perfettamente controllabile, credo che questo sia comunque un ottimo passo...
Poi come sono riusciti a recuperare i soldi... bhé forse avrebbero fatto meglio a restituirli..

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^