I 5 pericoli a cui sono esposti i computer portatili in estate

I 5 pericoli a cui sono esposti i computer portatili in estate

TeamViewer ha stilato una lista delle 5 insidie più pericolose per i computer portatili in estate. Si tratta di un appunto soprattutto per gli utenti meno esperti

di Nino Grasso pubblicata il , alle 16:51 nel canale Portatili
 

Arriva l'estate, e con essa il caldo e altri "pericoli" per i nostri amati dispositivi elettronici. Sappiamo bene quanto le elevate temperature incidano sull'affidabilità dell'hardware integrato in un personal computer, ma non sono le uniche insidie che dovremo affrontare sul fronte tecnologico. Nella bella stagione, e soprattutto durante le vacanze è possibile infatti imbattersi anche in furti, danneggiamenti o dimenticanze in luoghi pubblici.

Per l'occasione, TeamViewer, azienda alla base di software di desktop remoto e meeting online, ha individuato i 5 principali pericoli ai quali i portatili sono più esposti durante l'estate. Quelli di TeamViewer sono sostanzialmente consigli per l'utente meno scafato, talvolta anche abbastanza ovvi, tuttavia è sempre bene ricordarli e tenerli a mente:

  • Calore: un grave problema per i portatili è l'escursione termica. L'aumento delle temperature può complicare il funzionamento di raffreddamento e ventilazione dei computer. Per evitare il surriscaldamento è quindi importante mantenere la ventola pulita. Sono disponibili supporti di raffreddamento che mantengono una temperatura ottimale e dispositivi di raffreddamento esterni che aiutano a mantenere bassa la temperatura del dispositivo.
  • Acqua: molte persone portano i propri computer portatili in spiaggia o in piscina, ciò mette il dispositivo in grave pericolo in quanto non è raro che gli spruzzi d'acqua entrino nella macchina e causino problemi, o che vi sia un accidentale versamento delle bevande sulla tastiera. Una cover per la tastiera a prova di liquidi sarebbe una buona soluzione per evitare i danni.
  • Distrazione: viaggiare, magari in relax, con il portatile può essere rischioso in quanto il livello di attenzione può abbassarsi ed è facile dimenticarlo, ad esempio, in un bar, nella cappelliera dell'aereo o sullo sdraio a bordo piscina. Secondo una ricerca condotta dallo studio Found! Il 21% degli oggetti dimenticati tra lettini e sdraie dai bagnanti sono computer.
  • Furti: la stagione estiva è anche, purtroppo, alta stagione per i ladruncoli quindi è importante adottare misure necessarie per proteggere i propri oggetti di valore come i computer portatili. È buona regola dotarsi di una password sicura ed un sistema di crittografia dei dati.
  • Virus: è normale che durante l'estate, la vostra casella di posta si riempia di messaggi di posta elettronica, con offerte speciali che promuovono mete turistiche paradisiache. Purtroppo, molti di questi messaggi possono contenere malware che possono rubare informazioni personali e irreversibilmente crittografare tutti i dati sul disco rigido. Una protezione anti-virus è quindi essenziale.

Nel comunicato, la società consiglia la propria suite di backup in cloud, con cui è possibile salvaguardarsi da molte delle circostanze segnalate. Certo è che in molti casi basterebbe solamente utilizzare un po' di buon senso, ricordandoci il valore del nostro dispositivo non tanto per l'aspetto economico, ma per l'importanza dei dati che lo stesso racchiude.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

32 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Bivvoz26 Giugno 2015, 16:53 #1
Sto articolo m ricorda il servizio "vediamo cosa fanno gli italiani rimasti in città la settimana di ferragosto" che fanno tutti gli anni a studio aperto
Oppure quello "cosa fare per proteggersi dal caldo" dove dicono di stare all'ombra a mezzogiorno e di bere tanta acqua
Riccardo8226 Giugno 2015, 17:05 #2
se dai ultima ora del venerdì...
PaoPaolo26 Giugno 2015, 18:24 #3
I meteoriti... hanno dimenticato i meteoriti.....
fraussantin26 Giugno 2015, 19:52 #4
ma che articolo è?

i furti in estate....

i virus..ù


allora a settembre togliamo gli antivirus?
opelio26 Giugno 2015, 19:55 #5
Originariamente inviato da: fraussantin
ma che articolo è?

i furti in estate....

i virus..ù


allora a settembre togliamo gli antivirus?


e in inverno, lasciamo la porta aperta tranquillamente.

Signor Nino Grasso, ma deve per forza fare copia e incolla di tutto quello che passa immondizzernet?
astaroth226 Giugno 2015, 20:48 #6
Originariamente inviato da: fraussantin
ma che articolo è?

i furti in estate....

i virus..ù


allora a settembre togliamo gli antivirus?


Voi ridete, ma il calore aumenta la proliferazione di virus e batteri, aggiungiamoci l'eccessiva sudorazione degli utenti ed ecco l'aumentare di black out dovuti alle gocce di sudore sui notebook che causano corti, altro che l'eccessivo consumo dei climatizzatori!!!!
fraussantin26 Giugno 2015, 20:49 #7
gioiafilippo26 Giugno 2015, 21:05 #8
è arrivata l'estate: mare, sole, sesso, sesso, sesso e certamente non sui computer portatili perché ormai le foto nude tra amanti occasionali si scambiano tramite whatsapp
hotak26 Giugno 2015, 21:10 #9
ho sempre evitato di commentare sulla qualità degli articoli di questa testata perchè posso capire il tentativo di apparire ad un bacino d'utenza più vasto ed inesperto. Ma tra questo articolo e quello sul risparmio energetico di iOS davvero non cel'ho più fatta: stiamo ad un livello che nemmeno i peggiori clickbait di facebook raggiungono, un articolo sul nulla più totale che mi fa venire voglia di dimenticarmi il PC al sole sotto una cascata senza antivirus (almeno poi non se lo rubano!)
drBat26 Giugno 2015, 21:30 #10
più che l'acqua da sola il vero pericolo è l'acqua e menta!!!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^