Batterie difettose: campagna di richiamo da Packard Bell

Batterie difettose: campagna di richiamo da Packard Bell

Packard Bell avvia una campagna di richiamo per batterie difettose di portatili prodotti nel corso del 2007

di Andrea Bai pubblicata il , alle 09:50 nel canale Portatili
Packard Bell
 

Ancora problemi per le batterie agli ioni di litio. Questa volta è Packard Bell, realtà che da ormai più di un anno è entrata a far parte della "famiglia" Acer, ad annunciare di aver avviato una campagna di richiamo di batterie difettose contenute in alcuni modelli di sistemi notebook prodotti nel corso del 2007.

La campagna di richiamo, nello specifico, si applica alle batterie utilizzate per i modelli Packard Bell EasyNote MX36, MX37, MX51 e MX52. Il richiamo va ad interessare le unità prodotte tra il mese di Luglio 2007 e Dicembre 2007. I modelli sono stati commercializzati principalmente sul mercato europeo.

Nel comunicato emesso da Packard Bell si legge che le celle difettose contenute nelle batterie toccate dal problema potrebbero andare incontro ad episodi di cortocircuiti interni, che potrebbero causare il surriscaldamento della batteria fino ad esiti ben più spiacevoli.

A coloro i quali sono in possesso di un modello tra quelli elencati, si consiglia di contattare il supporto Packard Bell per determinare se il sistema è soggetto al richiamo. Packard Bell consiglia inoltre agli utenti interessati dal problema, come misura precauzionale, di rimuovere il battery pack ed utilizzare il sistema tramite alimentazione da rete.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

33 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
g.luca86x10 Dicembre 2009, 10:06 #1
ormai mi sembra la prassi che una volta all'anno un produttore di portatili debba richiamare intere famiglie causa batterie difettose che si trasformano in granate. Ma non potrebbero far produrre con più perizia queste benedette celle? tutto per risparmiare qualche $. Dopo l'ultima terribile esperienza del mio portatile ormai sono deciso a non comprarne più. Se non ti capita la batteria/bomba a mano ti capita la scheda video che si frigge o lo chassis deboluccio o qualunque altra grana. Se serve un qualcosa di portatile becero netbook economico e via: almeno se si scassa perdo poco. Per il resto pc fissi...
Korn10 Dicembre 2009, 10:11 #2
che ti è successo?
jokerpunkz10 Dicembre 2009, 10:34 #3
pochi dollari per te, milionate per loro.......benvenuto nel consumismo "chinese-style" dove test e spedizioni le paga il cliente a posteriori
questi casi di richiamo capitano solo quando la percentuale di pezzi difettosi diventa considerevole, altrimenti tutto tace e il cliente se lo piglia in c*lo....
Gurzo200710 Dicembre 2009, 10:36 #4
il problema è che ste batterie sono tutte uguali...ecco perchè a turno colpiscono i vari produttori
g.luca86x10 Dicembre 2009, 10:56 #5
Originariamente inviato da: Korn
che ti è successo?


scheda video fusa, chassis rotto in coincidenza con le cerniere/contatti del monitor dopo 6 mesi senza che lo abbia preso a calci ma solo aprendolo, speacker andati dopo un anno e batteria defunta totalmente poco dopo, ventola di raffreddamento che dopo 18 mesi grattava con le pale alla mascherina metallica che copre la ventolina e alimentatore da 65w il cui filo si è sciolto. Ora, passato altro tempo, la ventolina è pure morta e per farmela arrivare per una ventolina da 50mm mi chiedono 45€ pagandosi l'iva pure sulle spese di spedizione come se mi vendessero pure quella... Bastano come disgrazie? Il bello è che si presentano uno dopo l'altro e già al secondo ti rompi proprio a spedire il portatile a riparare perchè sono come le auto, quando inizi a metterci le mani una volta allora non le levi più perchè si rompe sempre qualcos'altro. Lasciam perdere va.. son più contento del mio fisso dell'anteguerra che anche lui è come le auto di una volta con cui potevi farci 400mila chilometri senza particolari problemi mentre con quelle moderne a 120000 cominciano i guai...
dj_psyko5510 Dicembre 2009, 10:58 #6
Originariamente inviato da: Gurzo2007
il problema è che ste batterie sono tutte uguali...ecco perchè a turno colpiscono i vari produttori



Un giorno a te 1 giorno a me
FRANLELLI10 Dicembre 2009, 11:03 #7
MILIONI DI DOLLARI UN CORNO...

Tanto mica mandano la lettera a casa dell'acquirente dicendogli di rimandare indietro la batteria...
pubblicano la notizia nei siti specializzati, e in qualche giornale specialistico e poi sperano che nessuno, o il minor numero possibile, legga.

quindi poche batterie rientrate, e culo parato se a qualcuno poi scoppia in faccia la batteria : Ma noi AVEVAMO AVVISATO VIA STAMPA.....
lroby10 Dicembre 2009, 11:11 #8

@g.luca86x

Lsaciami indovinare.. è un ACER vero?
michelemsn10 Dicembre 2009, 11:16 #9
Originariamente inviato da: FRANLELLI
MILIONI DI DOLLARI UN CORNO...

Tanto mica mandano la lettera a casa dell'acquirente dicendogli di rimandare indietro la batteria...
pubblicano la notizia nei siti specializzati, e in qualche giornale specialistico e poi sperano che nessuno, o il minor numero possibile, legga.

quindi poche batterie rientrate, e culo parato se a qualcuno poi scoppia in faccia la batteria : Ma noi AVEVAMO AVVISATO VIA STAMPA.....


mandare una lettera ad ogni acquirente sarebbe una cosa immane e costosa,poi cmq impossibile visto che quando vado a comprare un pc mica gli lascio l'indirizzo
afhaofhasofhaohfa10 Dicembre 2009, 11:24 #10
Originariamente inviato da: michelemsn
mandare una lettera ad ogni acquirente sarebbe una cosa immane e costosa,poi cmq impossibile visto che quando vado a comprare un pc mica gli lascio l'indirizzo

Se registri la garanzia però lasci un indirizzo di posta elettronica

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^