Asustek: alcune stime per i prossimi mesi

Asustek: alcune stime per i prossimi mesi

L'importante azienda taiwanese ha rilasciato alcune previsioni per i prossimi mesi di attività, con le consegne di sistemi portatili che ptorebbero arrivare a 12 milioni di unità per tutto il 2009

di pubblicata il , alle 15:28 nel canale Portatili
 

Il colosso taiwanese Asustek Computer stima di essere in grado di consegnare almeno 600 mila soluzioni notebook ultra-thin entro la fine del 2009, con la possibilità, nella più fortunata delle ipotesi, di arrivare sino adun milione di pezzi. Per il 2010, secondo le dichiarazioni del presidente Jerry Shen, le soluzioni notebook ultra-thin costituiranno il 30% delle consegne totali della compagnia.

Shen ha inoltre dichiarato che le consegne complessive di sistemi ntoebook dovrebbero poter raggiungere la quota di 7,35 milioni di unità nei primi tre trimestri del 2009, con una stima di 12 milioni di unità consegnate per l'intero anno. Di tutte le consegne 2009 circa il 40% sarà costituito da sistemi netbook.

Asustek ha ammesso che la domanda di mercato per le soluzioni notebook ultra-thin si è rivelata inferiore alle attese per quanto concerne il secondo e il terzo trimestre, per via del diretto confronto sul piano del rapporto prezzo/prestazioni con i sistemi netbook. Asustek ha comunque dichiarato di voler migliorare la competitività delle proprie soluzioni notebook ultra-thin aggiungendo più caratteristiche ed estendendo l'autonomia operativa e mantenendo allineati i prezzi medi di vendita.

Shen ha poi dichiarato che le stime della compagnia delineano un miglior risultato, in termini di vendite, per quanto riguarda il mese di ottobre rispetto a settembre, mentre per ciò che concerne il mese di novembre non si prevedono variazioni sostanziali.

Per l'inizio del mese di ottobre l'azienda ha pianificato il lanciare una soluzione basata su CPU Celeron SU2300 a prezzo di 25 mila dollari taiwanesi, e sta attualmente valutando la possibilità di proporre sul mercato un modello basato su Celeron 743. Shen ha inoltre confermato il lancio di Eee Keyboard per il mese di ottobre e che nel corso dello stesso mese verranno svelate le nuove soluzioni notebook basate sulla piattaforma Calpella di Intel.

Shen ha sottolineato che la compagnia sta attualmente affrontando la fase finale dello sviluppo del suo primo e-book reader che sarà verosimilmente chiamato Eee Reader. Il prodotto sarà disponibile dalla fine del 2009. Secondo alcune informazioni che circolano da qualche settimana, Eee Reader includerà modelli da 6 e 9 pollici, entrambi con display toucscreen a toni di grigio. Asustek ha inoltre intenzione di far debuttare una nuova serie di notebook nel mese di gennaio 2010, e nuovi netbook con form factor da 11,6 pollici e da 12,1 pollici.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
supertigrotto16 Settembre 2009, 17:32 #1

asus le prova tutte

ma ha poca fortuna!
Lancia la serie netbook e gli altri vendono di più,ora lancerà un e reader,glielo copieranno e altri venderanno di più...........
wijjyu16 Settembre 2009, 18:10 #2
Se asus abbassasse anche di poco i prezzi venderebbe di più della concorrenza. Come qualità assoluta è asus a farla da padrona, se mettiamo in gioco anche gli euri però....
Satiel16 Settembre 2009, 19:45 #3
La qualità si paga principalmente perchè qualità vuol dire costi, già sono poche le marche che ormai fanno politiche in questo senso spero proprio rimanga così....poi per esempio ci sono modelli Asus come M51 che all'inizio dell'anno costava 700 e passa euro, ora sta andando fuori produzione e si trova a meno di 600 ed è ancora ottimo...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^