Acer: risultati buoni, obiettivi confermati

Acer: risultati buoni, obiettivi confermati

Acer ha presentato ieri i risultati finanziari per i primi 6 mesi del 2005 riconfermando gli obiettivi per il 2005 e commentando una non rosea situazione italiana per le piccole e medie imprese

di pubblicata il , alle 12:22 nel canale Portatili
Acer
 

Il periodo prevacanziero è solitamente tempo di bilanci parziali per le aziende e può essere considerato il giro di boa: si analizzano i primi mesi dell'anno rilevando i buoni risultati ed eventuslmente individuando le opportune misure correttive.

Acer non ha disertato l'appuntamento e durante un'affollatissima conferenza stampa ha mostrato i propri numeri e ha rifocalizzato gli obiettivi.

Giampiero Morbello, responsabile della filiale italiana di Acer ha avuto il piacere di comunicare percentuali decisamente positive sia per quanto riguarda il mercato sia per le vendite ed i volumi.

Acer si trova al vertice della classifica dei produttori di notebook sia in Italia sia nel comparto EMEA, mentre analizzando i risultati complessivi legati a tutti i segmenti di prodotto (notebook, server e desktop) la compagnia si trova sempre tra i primi 4 attori del mercato anche nelle aree più difficoltose del globo.

Ormai la strada del notebook è segnata, tanto è vero che nei prossimi anni ci si attende il superamento in numero di tali dispositivi rispetto alle soluzioni desktop (2009), e proprio in questo comparto Acer ha presentato risultati e cifre decisamente positive con tassi di crescita che superano i valori medi del mercato.

A livello mondiale Acer conta di chiudere l'esercizio 2005 con 5,5 miliardi di dollari con un utile di 160 milioni di dollari; questi risultati sono allineati agli obiettivi dichiarati ad inizio anno.

Veri terreni di conquista devono essere i mercati emergenti, in tali aree in fase di informatizzazione Acer intende focalizzare i propri sforzi per aumentare ulteriormente il proprio business a livello corporate.

Particolarmente significativo è il dato relativa al mercato USA, area in cui lo scorso anno Acer aveva un market share del 6% cresciuto oggi ad un ragguardevole 11%.

Gli attori chiamati in causa nella guerra del market share sono sempre gli stessi: Dell, HP e Acer che si contendono le prime 3 posizioni e solo in alcune aree anche Toshiba e Fujitsu Siemens rientrano nella partita. Lenovo resta al momento un battitore libero in attesa di capire meglio strategie aziendali e percezione da parte del mercato.

Sempre più lontani gli assemblatori locali che ovviamente soffrono più di tutti la riduzione dei margini.

Alla base di questi risultati di Acer vi sono due elementi chiave ovvero il costante impegno nella riduzione dei costi e un'attenzione elevatissima ai vari partner di canale con i quali, oltre che intraprendere accordi commerciali per la vendita, è stato attuato un programmna di eventi formativi volti ad accresce la fidelizzazione nei confronti di Acer. Questi sforzi hanno anche il chiaro scopo di fornire le conoscenze minime indispensabili per affrontare i nuovi settori emergenti legati all'elettronica di consumo.

La convergenza tra mondo informatico ed elettronica di consumo è al momento supportata da parte di Acer con due nuove tipologie di prodotto: il nuovo gateway MG3001 ed il nuovo media center Aspire L200.

Il MG3100 permette di riprodurre su dispositivi audio e video i contenuti memorizzati o disponibili sul pc di casa. Le possibilità in termini di uscite a/v sono elevate mentre per la connettività è possibile appoggiarsi alle comode tecnologie wi-fi. Ci riserviamo ovviamente la possibilità di approfondire le caratteristiche del prodotto in un articolo dedicato.

Sul fronte Media Center Acer propone una soluzione "da salotto", ovvero un sistema che nell'estetica e nella silenziosità può ben adattarsi alle esigenze domestiche.

La cpu scelta per questo sistema è un AMD Athlon 64 3200+ affiancato da un sottosistema video ATI Radeon X300 e da uno spazio per lo storage di 160GB.

Il sistema operativo è ovviamente Microsoft Windows XP Media Center 2005 e a tal proposito va ricordato che qualche tempo fa Acer era scettica in merito a tale sistema. Probabilmente, individuando anche in questa nicchia di mercato spazi per fare business, non ha potuto mancare l'appuntamento.

Restando invece nell'ambito dei notebook non vi sono importanti novità da segnalare se non un rinnovato interesse verso le soluzioni AMD Turion (finalmente proposte anche per il comparto professionale del catalogo) e la nicchia di mercato legata ai tablet pc in cui Acer vuole continuare ad investire preannunciando il rinnovamento del TMC 100 entro fine anno.

Sul fronte dei pda e degli smartphone Acer non ha annunciato nulla di nuovo lasciando intendere che le novità in tale segmento arriveranno dopo l'estate, ma ha comunque smentito la propria intenzione nel voler affrontare il problematico mondo della telefonia.

Dopo aver analizzato brevemente i dati a livello corporate ed in area EMEA, occupiamoci brevemente della realtà italiana.

Giampiero Morbello ha definito la situazione italiana di difficile lettura in cui le difficoltà esistono e sono elevate, ma riguardano prettamente le piccole e medie imprese mentre il comparto pubblico e le grandi aziende hanno ricominciato ad investire per il rinnovamento del proprio parco hardware.

La situazione secondo Morbello non dovrebbe variare nel giro di pochi mesi quindi agli ottimi risultati annunciati da Acer bisogna contrapporre qualche preoccupazione che non si dissolverà nell'immediato futuro.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
MasterGuru21 Luglio 2005, 18:24 #1
IMHO l'Acer fa buoni prodotti: io ho un TravelMate 427LC da quasi 3 anni e và una meraviglia...peccato che sia diventato già vecchiotto con i nuovi programmi che ci sono in giro..

Comunque, da quando Acer ha scelto di supportare AMD e il suo Turion 64, sta seguendo una liena davvero aggressiva di mercato...Se facesse soluzioni un pò più economiche, ma comunque ottime sotto il profilo prestazionale, di certo potrà aspirare a guadagnare qualche soldino in più
mjordan22 Luglio 2005, 05:55 #2
Già... Acer è una buona marca ... Credo proprio che non riceva molto spesso il successo che merita... Del resto i produttori sono veramente in tanti...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^