Acer annuncia il primo monitor 4K con tecnologia G-Sync

Acer annuncia il primo monitor 4K con tecnologia G-Sync

Acer ha lanciato un nuovo monitor 4K con supporto alla tecnologia G-Sync, disponibile a partire dal secondo trimestre 2014

di pubblicata il , alle 09:22 nel canale Periferiche
Acer
 

All'aumentare della diagonale dei monitor la risoluzione Full HD inizia a divenire sempre meno efficace. Già su un pannello da 27" i singoli pixel diventano ben distinguibili anche a distanze ragionevoli e si sente la necessità di una definizione maggiore. Tuttavia, ancora oggi le soluzioni 4K non hanno raggiunto lo stato dell'arte, con prodotti certamente migliorabili soprattutto nella fascia più bassa di mercato.

Solo di recente sono apparsi i primi modelli con il supporto ad un unico stream a 60Hz, ad esempio, con altri modelli che raggiungono la risoluzione massima esclusivamente con un dimezzamento della frequenza d'aggiornamento del pannello, soluzione adatta per finalità lavorative o multimediali, ma molto meno per l'ambito ludico.

Acer XB280HK, tuttavia, si mostra come una delle prime soluzioni decisamente interessanti per gamer, anche se ad oggi mancano dettagli riguardo alla sua fascia di prezzo. Si tratta di un monitor 4K da 28 pollici con supporto integrato alla tecnologia NVIDIA G-Sync, compatibile esclusivamente in abbinamento a una scheda video del colosso di Santa Clara.

G-Sync è una tecnologia proprietaria di NVIDIA che permette di superare il problema di stutter e lag nei videogiochi anche in assenza di V-Sync. Abilitare il V-Sync vuol dire aumentare l'input lag e avere risposte non del tutto fedeli rispetto all'interazione impartita dal giocatore. G-Sync permette di sincronizzare il refresh rate del monitor alla velocità di rendering della GPU, eliminando tearing e stutter senza introdurre input lag.

Si tratta di una soluzione più complessa rispetto a quanto hanno mostrato di recente VESA e AMD, che hanno annunciato l'introduzione di Adaptive-Sync nelle specifiche DisplayPort 1.2a. Si tratta di una tecnologia in grado di ottenere gli stessi effetti di G-Sync senza la necessità di disporre di hardware dedicato, sfruttabile semplicemente collegando monitor e GPU attraverso un connettore compatibile con le nuove specifiche.

I dettagli tecnici su Acer XB280HK sono ancora scarsi: il monitor supporta la risoluzione massima Ultra HD 3840x2160 che utilizza quattro volte i pixel della più tradizionale Full HD, mentre vengono integrate tre tecnologie proprietarie di Acer:

  • Tecnologia Flicker-less: un alimentatore stabile elimina gli effetti di flicker, riducendo l'affaticamento degli occhi soprattutto dopo lunghe sessioni.
  • Tecnologia Low dimming: offre la possibilità di diminuire la luminosità fino al 15% per raggiungere un comfort maggiore per gli occhi in ambienti con scarsa luminosità ambientale.
  • Tecnologia ComfyView: adottando un pannello non-glare, vengono ridotte le riflessioni prodotte dalle luci d'ambiente.

Stando a quanto riportato da Acer, che indica un angolo di visione pari a 170/170°, il monitor adotta probabilmente un pannello a bassa latenza caratterizzato dalla tecnologia Tn. Saranno presenti, fra le varie opzioni di collegamento, una porta DisplayPort 1.2 e quattro USB 3.0, situate sulla base multi-funzionale ErgoStand, che rende possibile la rotazione dello schermo in base alle esigenze dell'utente.

Acer XB280HK verrà lanciato commercialmente anche in Italia a partire dal Q2 2014 ad un prezzo non ancora ufficializzato dalla società.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
CrapaDiLegno26 Maggio 2014, 09:48 #1
Pannello TN con 170° di visione?
Dopo i contrasti da mille miliardi a 1 anche i numeri sugli angoli stanno diventando ridicoli.
Un TN a 30° già perde tutte le capacità di contrasto e colore. Ovviamente scriverlo farebbe brutto, ma i numeri riportati sono evidentemente fasulli.
calabar26 Maggio 2014, 11:22 #2
Non è tanto il fatto di essere fasulli, il problema è che non esiste un sistema di misurazione standard, per cui c'è chi misura il decadimento del contrasto al 5%, chi al 10%... Insomma è un dato che in ogni caso non risulta utile per la valutazione.
s12a26 Maggio 2014, 11:56 #3
Con i TN il contrasto a quegli angoli di visione è inteso tipicamente essere 5:1 o 10:1, a seconda dello standard di misurazione utilizzato. In entrambi i casi, un rapporto di contrasto così basso vuol comunque dire che l'immagine agli angoli di visione dichiarati è tutta impastata e che quindi benché tecnicamente corretto, il dato è fuorviante sulle effettive capacità del monitor.

Ci vorrebbero standard più moderni ed adatti agli usi tipici che fanno i consumatori di questi monitor.
Glacius9226 Maggio 2014, 14:32 #4
prezzo?
Zenida27 Maggio 2014, 00:00 #5
Va beh raga inutile menarsela con la bassa resa dei 4k tanto sono 2 o 3 le persone su questa terra che possono permettersi una configurazione hw in grado di mantenere settaggi elevati senza fondere il nocciolo

quando il mercato comincerà ad offrire configurazioni che con 1000 euro manterranno bene il 4k, o meglio ancora, che arrivi finalmente quell'ottimizzazione Sw che stiamo aspettando da 10 anni, probabilmente avremo anche dei monitor di tutto rispetto.


Ricordo ancora i primi schermi piatti della storia che nei primi anni avevano una qualità di immagine davvero penosa.. sembrava di guardare dei DivX pirata a bassissimo bitrate
Glacius9227 Maggio 2014, 19:34 #6
4k è ancora da perfezionare,ogni tecnologia nuova ha qualche difetto!!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^