HADOPI, la legge anti-pirateria francese non passa al Senato

HADOPI, la legge anti-pirateria francese non passa al Senato

21 contrari e 15 favorevoli, ecco il resoconto della votazione tenutasi al Senato della Repubblica Francese che ha affondato la controversa proposta di legge volta ad arginare la pirateria informatica, soprattutto quella veicolata dal P2P

di Alessandro Bordin pubblicata il , alle 11:20 nel canale Multimedia
 

Qualche giorno fa abbiamo pubblicato una notizia riguardante una legge in discussione al parlamento francese, volta ad arginare il fenomeno della pirateria on-line in maniera abbastanza discutibile. La legge, riassumendo in breve  si propone di scoraggiare il download di materiale coperto da copyright senza averne diritto passando da tre livelli di provvedimento di severità crescente. Nessuna pena pecuniaria prevista, ma provvedimenti che possono arrivare ad impedire la connessione da qualche mese ad un anno. Per vigilare è stata prevista la creazione di un ente apposito, l'HADOPI, (Haute Autorité pour la Diffusion des Ouvres et la Protection des Droits sur Internet).

La legge è stata discussa e, colpo di scena, affondata in Senato da 21 voti contrari contro 15 favorevoli, complici alcuni franchi tiratori evidentemente non convinti della bontà della legge. Una legge nata controversa che, pur prefiggendosi un sacrosanto fine, non ha convinto in quanto alle modalità di risposta al problema. Sono in molti infatti a ritenere illegittimo il blocco della connessione per utenti recidivi, così come sono state molte le voci scettiche a riguardo, in primis in sede di Commissione Europea.

Sarebbe inopportuno in ogni caso parlare di vittoria della libertà o di sconfitta per gli ipotetici "censori": il problema esiste e non mancheranno altre forme legislative per combatterlo, così come nasceranno molte polemiche relative al confine fra controllo e privacy, temi chiamati in causa in base alle necessità da tutte le parti in causa.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

54 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Darkon10 Aprile 2009, 11:32 #1
Prezzo giusto = meno o quasi nulla pirateria


Facciamo una legge severa sul download illegale E ALTRETTANTO sui prezzi del software e sulla musica che imponga dei prezzi umani e non dei prezzi con ricavi al 300%!!! Downloadare è reato ma anche vendere a prezzi esageratamente alti è reato.

Ricordiamoci che in abruzzo chi in questi giorni vende la benzina a 5€ viene additato come sciacallo e chi mi vende windows a oltre 100€ cos'è??? Io lo chiamo ladro e nonostante questo mi tocca pagarlo.
Evangelion0110 Aprile 2009, 11:33 #2
una piccola vittoria della democrazia.
alexfri10 Aprile 2009, 11:37 #3
Non per collera, non per rovina o la rossa aurora...Forza!! xxx (citazione)
atomo3710 Aprile 2009, 11:42 #4
Beh ancora una volta i francesi dimostrano di non essere degli idioti, come si fa a fare una legge che dice di andare a colpire i singoli utenti (milioni) con avvertimenti la prima volta, blocchi della adsl la seconda, ect.
Una legge che sembrava davvero uscita dal mondo dei balocchi.
gnek10 Aprile 2009, 11:44 #5
i senatori francesi sono dei piratoni! sembrano innocui vecchietti ma sotto sotto passano il loro tempo a crackare, scaricare, hackerare e già che ci sono, encodare qualche film in dvx! chissà cosa fanno i nostri! (se vi capita di incontrare "napule-tano" su WoW sapete chi è!)
Ratatosk10 Aprile 2009, 11:47 #6
Ma che notizia è?

Il Senato francese è di 331 senatori, hanno fatto una votazione in 36? -.-
Hιtman0410 Aprile 2009, 11:52 #7
In realtà l'articolo é abbastanza impreciso:
-il progetto di legge é stato approvato in commissione in Senato qualche settimana fa
-é stata una commissione dell'Assemblea Nazionale a respingere il testo (da qui il numero esiguo di votanti )
-il rifiuto non é stato causato, purtroppo, da franchi tiratori come scritto nell'articolo, ma più semplicemente da assenteisti della maggioranza.
In serata il capogruppo all'Assemblea della maggioranza ha annunciato che il testo verrà riproposto all'esame dei deputati tra 2 settimane; a quel punto temo proprio che verrà approvato...

BTW, il vero problema di questo progetto é il fatto che il sistema del "3 strikes you're out" non prevede possibilità di contestazioni.
Mi spiego: l'HADOPI (autorità che dovrà vigilare sulle infrazioni) mi manderà
- una prima email dicendo che sto scaricando materiale protetto da copyright
- un secondo avvertimento
- una lettera raccomandata

in nessuno di questi casi posso contestare la veridicità di quanto affermato dall'HADOPI; l'unico modo sarà di contestare l'atto ulteriore, comportante la sanzione.
In pratica potro' rivolgermi ad un giudice solo una volta che mi avranno staccato la connessione per un periodo da 3 a 12 mesi ; se anche riuscissi a vincere la causa, subirei comunque il periodo di purga, vista la durata media dei processi anche qui in Francia.
Una bella aberrazione giuridica ed economica, perché oltretutto una volta disconnesso, sarà lo Stato a dover pagare l'abbonamento per il cittadino rimanente.
peterlitti10 Aprile 2009, 11:57 #8
Originariamente inviato da: Darkon
Prezzo giusto = meno o quasi nulla pirateria


Facciamo una legge severa sul download illegale E ALTRETTANTO sui prezzi del software e sulla musica che imponga dei prezzi umani e non dei prezzi con ricavi al 300%!!! Downloadare è reato ma anche vendere a prezzi esageratamente alti è reato.

Ricordiamoci che in abruzzo chi in questi giorni vende la benzina a 5€ viene additato come sciacallo e chi mi vende windows a oltre 100€ cos'è??? Io lo chiamo ladro e nonostante questo mi tocca pagarlo.


daccordissimo
tommy78110 Aprile 2009, 12:22 #9
democrazia=possibilità di scaricare senza essere perseguiti? io credo che la sospensione della linea rispetto al carcere o a una mega multa che può mettere in ginocchio un'intera famiglia sia un provvedimento giusto ed anche parecchio leggero. ragazzi basta dire che le cose dovrebbero costare di meno altrimenti uscite e rubate la prima ferrari che trovate per strada ok? ci sono software gratuiti che fanno le stesse cose di quelli che costano e che vengono piratati ma la gente continua a volere ad esempio photoshop quando gli basterebbe gimp, smettetela di difendere l'indifendibile.
leddlazarus10 Aprile 2009, 12:25 #10
io cmq non sono d'accordo con il termine PIRATA.
secondo me pirateria è quella che si fa LUCRANDO su materiali coperti da copyright, siae ecc.

cioè mi scarico film, cd , ne faccio 100-1000 copie e le vendo allora sono un pirata.

definire pirata chiunque scarichi una canzoncina da internet mi sembra un po' esagerato.

come definire pirata della strada chi parcheggia in divieto di sosta.

capisco che la piaga della "fruizione abusiva di audio-video" sia preoccupante per le "povere" major cine-discografiche, ma insomma un po' di dignità.

volete togliere questa piaga. bene offrite le adsl da 1-2 mega a 5 euro al mese o anche meno. quelle + potenti a prezzi proibitivi. tipo 50-100 euro al mese

per navigare 1/2 MBit (navigare e basta) decentemente e fruire di internet in modo classico bastano, per scaricare no. od almeno rendi la cosa talmente lenta da renderla poco appetibile.

ed invece si vuole guadagnare su tutto. sulle adsl vendute a peso d'oro e poi invece di abbassare i prezzi si alzano (virtualmente) le bande. ormai tra la 7/8 e la 20 ci sono 5/10 € di differenza.
poi ci si lamenta che con le adsl "potenti" si scarica un film in poche ore.

ed allora ......

come negli usa vendono armi come caramelle e poi piangono quando uno da via di matto e ammazza un sacco di persone.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^