HP rifiuta l'offerta di Xerox, ma restano spiragli

HP rifiuta l'offerta di Xerox, ma restano spiragli

Per ora nulla di fatto tra le due società, ma i giochi non sono ancora finiti: HP è disposta a prendere in considerazione ulteriori offerte, a patto che Xerox si dimostri più trasparente

di pubblicata il , alle 13:21 nel canale Mercato
HPXerox
 

Nel corso della giornata di ieri il consiglio di amministrazione di HP ha annunciato di aver rifiutato l'offerta di acquisizione ricevuta da Xerox, ritenendola svalutante per la società e non rispettosa dei migliori interessi degli azionisti. Xerox ha presentato un'offerta per 22 dollari per azione, in una forma mista cash e stock: ciò significa che la società avrebbe corrisposto, per ciascuna azione HP, 17 dollari e 0,137 azioni Xerox.

Il rifiuto di HP inizia a gettare qualche dubbio sull'effettiva capacità di Xerox di poter modellare un accordo: la società infatti non solo si trova a dover gestire un fatturato in calo, ma in prospettiva l'eventuale nuova realtà combinata dovrebbe aver a che fare con un debito piuttosto significativo, dato che l'operazione di acquisizione non potrebbe avvenire esclusivamente con mezzi propri e sarebbe pertanto finanziata dalle banche.

HP tuttavia non ha chiuso di netto la porta, e in maniera non troppo velata ha lasciato intendere di essere aperta ad una migliore offerta. In particolare il consiglio di amministrazione della società ha dichiarato che dinnanzi ad un "impegno sostanziale" della compagine dirigenziale di Xerox e con l'accesso ad informazioni rilevanti riguardanti il suo business sarebbe possibile tratteggiare un quadro più chiaro sul valore dell'accordo. Insomma, HP non è contraria ad un'operazione di consolidamento, ma vuole avere sufficienti elementi per convincersi che questa possa realmente essere la miglior strada da percorrere in questa fase.

Ad ottobre la società ha annunciato un piano di ridimensionamento che prevede il taglio di 9000 posizioni, il 16% circa dell'attuale forza lavoro, entro la fine dell'anno fiscale 2022. Pur non navigando in cattive acque, grazie profitti in crescita registrati nel trimestre estivo, HP vuole comunque seguire una strategia di controllo dei costi. Una prospettiva di consolidamento con Xerox avrebbe comunque senso dal punto di vista finanziario (è stato stimato un risparmio di 2 miliardi di dollari l'anno da questa operazione) ma significherebbe la fine di un'era: una delle veterane della Silicon Valley perderebbe una buona parte del controllo sul suo destino.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
danylo20 Novembre 2019, 18:00 #1
Credevo che HP fosse piu' grande di Xerox.
Nicodemo Timoteo Taddeo20 Novembre 2019, 18:21 #2
Originariamente inviato da: danylo
Credevo che HP fosse piu' grande di Xerox.


Pensavo infatti che volessero acquisire solo la sezioni stampanti di HP, un po' come questa fece quando acquistò il settore stampanti di Samsung.

Mah... [perplesso]

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^