Rambus e Kingston insieme per le memorie threaded

Rambus e Kingston insieme per le memorie threaded

Nuova tecnologia di memoria per una migliore efficienza dei sistemi con processori multi-core. Rambus e Kingston ne daranno dimostrazione all'IDF della prossima settimana

di pubblicata il , alle 15:31 nel canale Memorie
KingstonRambus
 

Rambus e Kingston Technology, due importanti realtà nel panorama delle memorie per PC, hanno riunito i propri sforzi per illustrare punti di forza ed i vantaggi della tecnologia threaded memory.

Secondo le dichiarazioni delle due realtà, i moduli threaded memory sarebbero in grado di fornire il 50% delle prestazioni in più assieme ad un risparmio energetico del 20% circa. Questa nuova tecnologia di memoria richiede tuttavia particolari memory controller, il cui sviluppo da parte di terzi è tutt'altro che scontato.

"La nostra innovatia tecnologia di memoria threaded sfrutta il parallelsimo per mettere a disposizione la più elevata bandwidth possibile per sistemi multi-core riducendo al contempo il consumo energetico" ha dichiarato Craig Hampel, Rambus fellow.

I moduli threaded memory sono realizzati impiegando componenti rispondenti al normale standard DDR3. Tale tecnologia, stando a quanto asserito dalle due aziende, questa tecnologia opera partizionando i moduli in più canali indipendenti che condividono un command/address port comune. Attualmente Rambus lavora attorno ad un sistema di dual-threading per modulo, dichiarando che questo approccio consente ai processori multi-core di operare con la memoria in maniera più efficiente.

La nuova tecnologia richiede però appositi memory controller e moduli di memoria appositamente progettati. Nonostante, in quest'ultimo caso, venga fatto uso di chip di memoria DRAM convenzionali, i moduli saranno comunque più costosi da realizzare per via di una disposizione più complessa delle tracce. I produttori di memorie DRAM non dovranno, pertanto, versare royalty a Rambus, ma i produttori di moduli e gli sviluppatori di memory controller si troveranno nelle condizioni di dover pagare dazio per sfruttare la tecnologia.

Proprio in merito al memory controller è necessario una cosiderazione: i controller memoria degli attuali sistemi PC sono integrati all'interno dei processori, Intel o AMD. Resta da vedere se i due produttori di CPU saranno interessati ad inserire il supporto alla tecnologia threaded memory all'interno dei propri processori e, per questo, dover pagare a Rambus le royalty su ciascuna delle CPU commercializzate.

Una dimostrazione della nuova tecnologia sarà tenuta da Rambus nel corso dell'Intel Developer Forum che si terrà la prossima settimana a San Francisco.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta pi interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

16 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
TheKaosRulez18 Settembre 2009, 15:51 #1

Mah...

Conoscendo Rambus non credo proprio che questa tecnologia decollerà, a meno di prezzi stracciati. D'altronde la vera differenza di prezzo tra i pc di qualche anno fa e quelli attuali è data principalmente dalla ram; nel 1992 pagai quasi 1 milione per 2 mb da aggiungere al mio 386, ora ho 8 gb pagati meno di 150 euro...
El Bombastico18 Settembre 2009, 15:53 #2
Mi ricorda tanto il flop delle memorie rambus dedicate al pentium4: veloci ma costosissime
TheKaosRulez18 Settembre 2009, 15:55 #3
edit, post doppio
ciop7118 Settembre 2009, 16:28 #4
Tecnologia che promette bene, ma se ci sono royalties da pagare lo vedo come un surplus che sarà integrato in componenti di nicchia per overclockatori, almeno finchè i costi per l'implementazione non saranno stati abbattuti.
nudo_conlemani_inTasca18 Settembre 2009, 16:35 #5

DDR3 o DDR2 che sia, i Multi-core rimangono al palo!

Raga.. ma avete capito come stanno le cose... ?!?!?
Ecco perchè tutti si lamentano che le DDR3 non performano come ci si aspettava, vanno come le DDR2 o poco più.
I "benefici" tangibili non ci sono stati passando all' ultimo standard di memorie, diversamente da come sperato e aspicato da noi utenti sui Forum (e acquirenti, non dimentichiamocelo).

Tutti si lamentano che con il multi-core occorrono delle memorie decenti per non far decadere le prestazioni; vuoi vedere che le memorie a canali indipendenti (threaded) sono la VERA risposta al mancato miglioramento prestazionale delle DDR3 ormai quasi a fine corsa?

mah.
Darkon18 Settembre 2009, 16:47 #6
Risposta!?

Non vedo francamente a cosa servono...

Quanto vengono sfruttate le DDR3!? Voglio dire anche giocando spinti quanta banda viene effettivamente utilizzata?

Qua si parla di un +50%.... si ok.... ma poi che me ne fo? Già ora si contano sulle dita delle mani i sistemi che saturano la banda delle attuali DDR3 e comunque il più delle volte è l'harddisk che limita il tutto di conseguenza aumentando di un ulteriore 50% cosa dovrebbe cambiare che già adesso non le si sfrutta al 100%!?


Sarebbe coem dire che ho una ferrari ma faccio una strada che non permette di andare oltre 50Km/h ma la modifico per aumentare la velocità di punta.... a che serve?! Semmai bisognerebbe prima intervenire sul resto per permettermi di sfruttare l'attuale velocità di punta e se la raggiungo spesso POI aumentarla.
Human_Sorrow18 Settembre 2009, 16:47 #7
Speriamo che Rambus abbia imparato la lezione e permetta a queste memorie (e controller) di stare sul mercato con prezzi accessibili.


@nudo_conlemani_inTasca
Ho i miei dubbi che 6Gb di DDR3 @ 2GHz in triple-channel facciano tanto da collo di bottiglia.
Credo che se i multi-core non decollano (ma poi perchè non decollano??) sia molto più colpa dei software

axel_8318 Settembre 2009, 16:50 #8
A dire il vero fra ddr2 e ddr3 non ci sono grossi miglioramenti prestazionali perchè le ddr2 vanno già benissimo. Con 12 mega di L2 vorrei vedere!! Per non parlare del triple e del dual channel sugli i7. Sui Phenom II che hanno la possibilità di usarle entrambe le memorie le differenze sono minime (e a favore delle ddr3 a patto che abbiano buone latenze) imho questa trovata delle memorie threaded per ora, non hanno ragione di essere... ed in un prossimo futuro meglio un quad channel, tanto quasi tutte le schede madri hanno almeno 4 slot di memoria.
!fazz18 Settembre 2009, 17:06 #9
Originariamente inviato da: TheKaosRulez
Conoscendo Rambus non credo proprio che questa tecnologia decollerà, a meno di prezzi stracciati. D'altronde la vera differenza di prezzo tra i pc di qualche anno fa e quelli attuali è data principalmente dalla ram; nel 1992 pagai quasi 1 milione per 2 mb da aggiungere al mio 386, ora ho 8 gb pagati meno di 150 euro...


dipende da che ram prendi, purtroppo ancora adesso le ddr2 667 ecc sono molto ma molto care, mi han fatto un preventivo pauroso per 8 stecche da 8
leptone18 Settembre 2009, 17:17 #10
Come al solito si pensa solo al proprio pc di casa, e alle applicazioni che usiamo noi. Ci sono anche a,tri ambiti, utilizzi, mercati. Per esempio nel mercato server una cosa del genere sarebbe utilissima, dove si necessita altissima banda peer fare miulioni di piccolissime operazioni, e grazie alla banda e alla granularità AMD andava meglio degli Xeon non nehalem in molti ambiti.

Questa imho può essere un'ottima cosa

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^