Da Toshiba nuove memorie FeRAM

Da Toshiba nuove memorie FeRAM

Il colosso giapponese annuncia la realizzazione di un nuovo prototipo di memorie ferroelettriche con la migliore combinazione di densità e velocità mai raggiunta prima

di pubblicata il , alle 18:06 nel canale Memorie
Toshiba
 

Toshiba Corporation ha annunciato la realizzazione di nuovi prototipi di nuove memorie FeRAM - Ferroelectric Random Access Memory - con densità di 128 megabit e velocità di lettura e scrittura di 1,6GB al secondo, caratteristiche che rappresentano la migliore combinazione di prestazioni e densità mai raggiunta. I dettagli delle nuove memorie FeRAM saranno illustrati in occasione dell'International Solid State Circuits Conference 2009 a San francisco questa settimana.

Le nuove memorie FeRAM di Toshiba sono basate su un'architettura differente rispetto all'originaria chainFeRAM sviluppata dal colosso nipponico. La nuova architettura permette di ottenere una maggiore scalabilità del chip, ovvero maggiore possibilità di ridurne le dimensioni, e controbuisce a contenere la degradazione del segnale elettrico, il principale problema nella riduzione delle dimensioni di un chip.

Toshiba ha così potuto realizzare un chip FeRam di ridotte dimensioni a 128 megabit di densità. Il nuovo chip include inoltre un nuovo circuito in grado di predire e controllare le fluttuazioni dell'alimentazione e che supporta il trasferimento dati ad alta velocità. Grazie a questa caratteristica è possibile integrare un'interfaccia di tipo DDR2 per massimizzare il trasferimento dati ad elevata velocità e a basso consumo, raggiungendo così una velocità di lettura e scrittura di 1,6GB al secondo. Con lo sviluppo di queste nuove memorie FeRAM Toshiba ha superato il proprio record di 32-megabit di densità e 200 megabit di trasferimento dati, ottenendo prestazioni otto volte superiori a quanto raggiunto da qualunque memoria RAM non volatile.

Le memorie FeRAM sono in grado di unire la velocità operazionale delle memorie DRAM alla capacità di mantenere le informazioni anche in assenza di refresh, caratteristica tipica delle memorie SRAM. Toshiba continuerà a portare avanti le attività di ricerca e sviluppo nel campo delle memorie FeRAM, con l'obiettivo di raggiungere nuovi livelli di densità e per allargare l'impiego ad una vasta gamma di applicazioni, incluse memorie per i telefoni cellulari, memorie cache in prodotti come PC e SSD e più in genere soluzioni di memorizzazione per dispositivi mobile computing.

Maggiori informazioni disponibili sul comunicato ufficiale.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

21 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
supertigrotto09 Febbraio 2009, 18:13 #1

interessante

queste memorie spero saranno montate al più presto nei palmari o meglio nei pocket pc phone!
Vantaggi veramente enormi!

scar_9309 Febbraio 2009, 18:20 #2
veramente molto interessante...grazie per la news
SwatMaster09 Febbraio 2009, 18:52 #3
Originariamente inviato da: scar_93
veramente molto interessante...grazie per la news


Già, quoto.
floc09 Febbraio 2009, 22:49 #4
molto interessante, questi sono veri progressi. Ovvio che sia solo l'inizio ma prima o poi finiremo con trovarcele sotto il naso nel nostri pc. Nessuno pero' ha parlato dei consumi... come siamo messi su questo fornte? vado a sbirciare il link

pero' e' triste vedere come appena si scenda un po' sul tecnico ci siano forse 1/10 dei commenti
killercode09 Febbraio 2009, 23:14 #5
un grande passo avanti ma si parla ancora di anni prima di vederle davvero sui dispositivi di tutti i giorni
Vash8809 Febbraio 2009, 23:26 #6
Originariamente inviato da: floc
molto interessante, questi sono veri progressi. Ovvio che sia solo l'inizio ma prima o poi finiremo con trovarcele sotto il naso nel nostri pc. Nessuno pero' ha parlato dei consumi... come siamo messi su questo fornte? vado a sbirciare il link

pero' e' triste vedere come appena si scenda un po' sul tecnico ci siano forse 1/10 dei commenti


meglio 1/10 dei commenti che 100 campane che suonano uguale senza sapere di cosa si parla.
Notevoli i risultati di questi prototipi.
za8710 Febbraio 2009, 06:52 #7
benissimo sono davvero curioso nel vedere cosa sarannno in grado di fare...
ottimi risultati già da ora...
gianluca.f10 Febbraio 2009, 08:12 #8
cioè queste memorie potrebbero diventare un giorno la memoria dei ppc? Ho capito bene?
Adesso i palmari sono veramente lenti, queste memorie potrebbero fare la differenza?
AleLinuxBSD10 Febbraio 2009, 09:06 #9
Ho sentito di questa tecnologia diverso tempo fà spero che finalmente abbia raggiunto uno stadio di maturità sufficiente ad una sua maggiore diffusione anche se sono piuttosto scettico e temo che al massimo potrebbe ridursi ad un prodotto di nicchia.
filippo198010 Febbraio 2009, 09:29 #10
Ammetto di non essere un esperto... ma non notate niente di strano in questa frase:
"Il nuovo chip include inoltre un nuovo circuito in grado di PREDIRE e controllare le fluttuazioni
dell'alimentazione"
???

Va beh, per il resto va bene la ricerca ma scusate in questo modo non sarà eliminata la caratteristica fondamentale delle memorie RAM (la volatilità?
Non potrebbe portare allutilizzo di questa tecnologia anche per lo storage? Queste alte prestazioni non farebbero schifo a nessuno

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^