Si avvicina la produzione delle prime cpu AMD a 0.065 micron

Si avvicina la produzione delle prime cpu AMD a 0.065 micron

AMD anticipa che da Ottobre sarà produttiva la Fab 36, sviluppata per la produzione di chip con wafer da 300 millimetri e tecnologia a 645 nanometri

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 10:36 nel canale Processori
AMD
 

Henri Richard, Chief Sales e Marketing Officer di AMD, ha confermato che a inizio Ottobre aprirà i battenti la nuova Fab 36 di AMD, costruita a Dresda accanto alla Fab 30.

Grazie a questa nuova struttura, AMD potrà iniziare la produzione di processori con tecnologia a 0,065 micron, in abbinamento all'utilizzo di wafer da 300 millimetri di diametro.

La Fab 30, responsabile al momento attuale della produzione di tutte le principali cpu AMD, utilizza tecnologia a 0,09 micron con wafer da 200 millimetri di diametro. E' quindi evidente come, a regime, la produzione della Fab 36 permetterà di ottenere volumi produttivi sensibilmente superiori.

Varie fonti riportano che la nuova fabbrica avvierà la produzione a regime poco dopo l'apertura ufficiale; le proiezioni indicano un volume di wafer pari a 13.000 al mese, con la possibilità di espandersi in un secondo tempo sino a 20.000 wafer al mese.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

41 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
davidon09 Settembre 2005, 10:48 #1
speriamo che con la nuova fabbrica AMD riesca a limitare i problemi di "quantità" di produzione, visto che la qualità da tempo è ai vertici

ciaobye
robydad09 Settembre 2005, 10:50 #2
sono curioso di vedere quanto influiranno le correnti parassite in questi chip a 645 nm, sia in Intel che Amd
ErPazzo7409 Settembre 2005, 10:51 #3
beh qualche anno dopo intel anche AMD provvede a passare a wafer da 300mm, mi sembra una buona notizia. Infatti proprio la scarsa capacità produttiva ha limitato la quota di AMD nel mercato secondo me. Questo perche' le "grandi marche" non vogliono correre il rischio di bloccare la propria produzione a causa di cpu mancanti....
Forse anche per questo amd è tanto ottimista sulle sue quote future nell'ambito del mercato dei processori.
Aggiungo anche che il fatto che da ottobre si passi a 0.065 fa ben sperare per la continuazione del vantaggio tecnologico di amd su intel per almeno 1.5anni.
Ciao ErPazzo
Michelangelo_C09 Settembre 2005, 10:52 #4
E speriamo anche che con gli 0,065 migliorino ulteriormente anche i consumi e le temperature..
GU209 Settembre 2005, 10:54 #5
Quindi in teoria i costi di produzione di ogni singola cpu dovrebbero diminuire...
tuasora09 Settembre 2005, 10:59 #6
Originariamente inviato da: Michelangelo_C
E speriamo anche che con gli 0,065 migliorino ulteriormente anche i consumi e le temperature..


Stiamo parlando di AMD non di Intel!!!
Michelangelo_C09 Settembre 2005, 11:00 #7
Ma 0,065 micro non corrispondono a 65 nano? Nell'articolo si parla di 645..
Comuque a lungo andare è vero che il costo di una singola CPU dovrebbe abbassarsi, visto che da un wafer ne escono di più, ma almeno inizialmente ci fanno sicuramente pagare le nuove infrastrutture richieste e il nuovo processo.
Michelangelo_C09 Settembre 2005, 11:00 #8
Originariamente inviato da: tuasora
Stiamo parlando di AMD non di Intel!!!

Vabbè ma che ti fa schifo se i proci AMD consumano ancora meno e salgono maggiormente in frequenza?
DarKilleR09 Settembre 2005, 11:07 #9
ottima notizia....considerando che AMD deve sempre finire di spremere ben bene il processo a 0.09 nm....

P.S. cmq io ad essere sincero non ne vedo il bisogno di fare tutti questi cambiamenti di processo produttivo di generazione in generazione....

gli 0.09 si sono rivelati eccezionali per AMD e per Intel considerando i Pentium M...vi ricordate quanto sono durati gli 0.18??? (apparte l'eccezzione dei tualatin a 0.13)...AMD li ha fatti andare fino ai 2100+ con i palominio.
sirus09 Settembre 2005, 11:26 #10
beh ormai siamo al limite delle capacità del silicio, infatti i dual core sono stati immessi sul mercato e per aumentare (anche se di poco) le frequenze bisogna passare a processi produttivi inferiori

spero che con il passaggio a 65nm e con l'adozione di wafer da 300mm AMD riesca a raggiungere volumi di produzione degni di nota perché come si diceva uno dei talloni d'achille di AMD nel mercato OEM era la disponibilità di CPU rispetto a quanto poteva fare Intel

se non ricordo male ai processori a 65nm era associato il controller di memoria DDR2 (stando all'ultima road map) quindi prepariamoci a vedere nuovi chipset e nuove mobo...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^