E' Carrizo la nuova APU di AMD per i sistemi notebook

E' Carrizo la nuova APU di AMD per i sistemi notebook

AMD annuncia la APU di sesta generazione, specifica per sistemi notebook, sino ad oggi nota con il nome di Carrizo. Molte le novità implementate, a partire dal design che per la prima volta è di tipo system on a chip

di pubblicata il , alle 05:01 nel canale Processori
AMD
 

E' tradizione per AMD quella di utilizzare la seconda giornata del Computex di Taipei quale momento per tenere la propria conferenza stampa ufficiale, durante la quale presentare varie novità. Anche per il 2015 la tradizione è mantenuta, con l'annuncio delle prime APU di sesta generazione appartenenti alla famiglia nota con il nome in codice di Carrizo.

Si tratta di soluzioni destinate specificamente all'utilizzo in sistemi notebook, proposte in due distinte varianti. La prima con TDP di 15 Watt è stata sviluppata pensando ai sistemi notebook più sottili; la seconda, dal TDP pari a 35 Watt, è invece destinata ai notebook più potenti che mantengono però uno spessore complessivamente contenuto.

carrizo_1.jpg (53651 bytes)

Principale novità delle soluzioni Carrizo è l'utilizzo dei nuovi core Excavator per la componente CPU, evoluzione dell'architettura Bulldozer adottata da AMD in tutte le proprie APU di fascia medio alta oltre che nelle soluzioni desktop della famiglia FX. Questo ha permesso di ottenere un incremento medio dell'IPC, Instruction per Clock, variabile dal 5% al 15% a seconda del tipo di utilizzo. Tutto questo a parità di tecnologia produttiva, che resta quella a 28 nanometri, ma con un aumento nel numero di transistor rispetto alle APU di precedente generazione pur a parità di tecnologia produttiva grazie all'utilizzo di nuove librerie ad alta densità per il design del chip.

Accanto alla componente CPU, con architettura quad core, troviamo l'immancabile GPU che giunge alla terza release dell'architettura Graphics Core Next: l'implementazione massima è da 8 CU, con quindi 512 stream processors a disposizione per le elaborazioni tanto di grafica 3D come di calcolo parallelo accanto alla CPU. Accanto a CPU e GPU troviamo anche l'AMD Secure Processor, un controller dedicato basato su architettura ARM Cortex A5 che governa le funzioni di sicurezza interne alla APU estendendo un layer attivo già durante le fasi di boot dei core x86.

Il controller memoria continua ad essere di tipo dual channel DDR3, compatibile con frequenze di clock sino a 2.133 MHz. Quest'ultima caratteristica permette di ottenere un miglior sfruttamento delle potenzialità della GPU integrata soprattutto alle risoluzioni più elevate, meglio gestendo anche un'altra novità di queste APU: il pieno supporto alle specifiche HSA 1.0.

Carrizo è una APU completamente integrata, in quanto al suo interno trovano spazio CPU, GPU e tutta la componente di I/O tipicamente presente nel chipset. Questa scelta, assieme alle nuove librerie ad alta densità per il design, hanno permesso di ottenere una sensibile diminuzione dei consumi rispetto alle APU di precedente generazione e rappresenta un'ulteriore novità nel panorama delle proposte di AMD. Altra importante novità riguarda il supporto ufficiale alla decodifica con supporto hardware ai flussi video H.265/HEVC, High Efficency Video Coding: questo permette di ottenere non solo una migliore qualità dei video che vengono riprodotti ma anche una più efficiente gestione del notebook grazie all'autonomia incrementata.

carrizo_2.jpg (26730 bytes)

Le APU Carrizo verranno proposte in 3 differenti famiglie: FX, A10 e A8. Per tutte nuovi loghi identificativi, nei quali sarà indicato il fatto che si tratta della sesta generazione di APU della serie A sviluppate da AMD. Già in occasione del Computex 2015 di Taipei i principali partner AMD produttori di sistemi notebook mostreranno le proprie proposte basate su APU Carrizo; la commercializzazione sugli scaffali dovrebbe quindi iniziare nel corso delle prossime settimane.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

21 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
corvazo03 Giugno 2015, 08:59 #1
Quindi manca un northbridge che viene integrato nella APU oppure ho capito male... tutto buono anche se a 28, ma ci si aspettava qualcosa del genere lo scorso anno
BulletHe@d03 Giugno 2015, 09:13 #2
il northbridge (controller RAM e bus PCI) è da tempo in pratica già integrato, per essere definito SoC significa che anche il Southbridge (tutto il reparto I/O) in questa incarnazione è stato integrato nella APU
corvazo03 Giugno 2015, 09:51 #3
Sí, intendevo ad ogni modo il chip che integra I controller sata, usb, e forse quello audio... speriamo solo non li montino su notebook con schermi scadenti
emish8903 Giugno 2015, 09:55 #4
Vash_8503 Giugno 2015, 10:01 #5
Vedremo se uscirà qualche modello di "ultrabook" interessante, visto che a parte che con trinity nel 2012, di piattaforme ultrathin con su amd non se ne trovano.
deidara8003 Giugno 2015, 11:23 #6
Originariamente inviato da: Vash_85
Vedremo se uscirà qualche modello di "ultrabook" interessante, visto che a parte che con trinity nel 2012, di piattaforme ultrathin con su amd non se ne trovano.


penso che come efficienza energetica non ci sia paragone con Broadwell
non ce lo vedrei in un ultrabook
Vash_8503 Giugno 2015, 11:41 #7
Originariamente inviato da: deidara80
penso che come efficienza energetica non ci sia paragone con Broadwell
non ce lo vedrei in un ultrabook


Con i so che uso l'integrata intel non è adatta, artefatti e glich a manetta.
E non ho voglia di svenarmi per un ultrabook con vga dedicata.
walter sampei03 Giugno 2015, 13:16 #8
decodifica hevc con che limiti? a 8 o 10 bit per canale? risoluzione? e decodifica completa dentro il sistema uvd, oppure (come sembra per broadwell) una modalita' ibrida?

se riesce a fare 4k, in decodifica completa, con 10 bit per canale potrebbe essere molto, molto, molto interessante...
genesi8603 Giugno 2015, 14:02 #9
Originariamente inviato da: deidara80
penso che come efficienza energetica non ci sia paragone con Broadwell
non ce lo vedrei in un ultrabook


Non ne sarei così sicuro, da un anno a questa parte le APU hanno un'efficienza molto alta e di certo queste nuove soluzioni lo saranno ancor di più.
Del resto l'ultrabook dal quale scrivo è del "lontano" 2011 e adotta un i5 SB con TDP di 17W.
Sawato Onizuka03 Giugno 2015, 14:11 #10
Originariamente inviato da: walter sampei
decodifica hevc con che limiti? a 8 o 10 bit per canale? risoluzione? e decodifica completa dentro il sistema uvd, oppure (come sembra per broadwell) una modalita' ibrida?


sia broadwell (6200) che gtx 960 (purevideo 9) usano tale modalità ibrida per il decoding di HEVC e VP9. Carrizo pare abbia un blocco dedicato al decoding col nuovo UVD 6 pertanto sia la PRIMA soluzione completamente nativa a supportare HEVC pienamente in hardware anche 4K 60fps. Tuttavia NIENTE VP9 con Carrizo stando alle 'slide' ufficiali.

Skylake promette le vere novità sul lato multimediale

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^