Calo della domanda per Atom: Intel risponde

Calo della domanda per Atom: Intel risponde

Intel dichiara che le consegne non hanno subito variazioni di rilievo, ma il riferimento non sembra essere specifico ad Atom

di pubblicata il , alle 17:01 nel canale Processori
IntelAtom
 

Intel prende posizione in merito alle speculazioni circolate nei giorni passati in relazione ad un presunto calo nella domanda di processori Atom. Il colosso di Santa Clara, secondo quanto riferisce Digitimes, avrebbe assicurato che la fornitura dei processori è in linea con le stime e non sono state registrate flessioni in alcuna misura.

E' tuttavia da considerare come la risposta di Intel non vada a riferirsi in maniera diretta ad alcun processore in particolare, ma riguardi in modo generico l'intera linea di soluzioni CPU destinate all'impiego mobile. In ogni caso i produttori cinesi avrebbero comunicato di non aver registrato alcun calo nelle consegne di processori Atom, confermando la posizione di Intel.

L'imminente arrivo sul mercato delle soluzioni CULV - Consumer Ultra Low Voltage, metterà però sia Intel sia i produttori di sistemi nella condizione di dover fare spazio a nuovi sistemi equipaggiati con tali CPU e, per questo motivo, la presenza di soluzioni equipaggiate con processore Atom andrà incontro ad una fisiologica flessione innescata sia da una possibile minore domanda da parte dei produttori, sia da una eventuale riduzione dell'offerta su diretta volontà di Intel.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

42 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
supertigrotto30 Aprile 2009, 17:13 #1

l'ho già detto tempo fa

ma intel deve stare attenta,finche x86 vive,lei vive,se il mondo comincia a prendere un'altra piega......sta cercando di mettere x86 in qualsiasi dispositivo.....
Xile30 Aprile 2009, 17:18 #2
Il dominio x86 non lo vedo affatto in pericolo, semplicemente intel si è messa sugli allori visto che di concorrenza in quel settore non esiste.
Redvex30 Aprile 2009, 17:23 #3
Ma non c'era l'alternativa Via? associata a ION dovrebbe dare buoni risultati.
ARARARARARARA30 Aprile 2009, 17:28 #4
Originariamente inviato da: supertigrotto
ma intel deve stare attenta,finche x86 vive,lei vive,se il mondo comincia a prendere un'altra piega......sta cercando di mettere x86 in qualsiasi dispositivo.....


x86 in declino? ma per favore!

Parlavo con un esperto del settore in riferimento ai netbook che dovrebbero uscire con architetture non x86 e ha commentato... ah si quei robi... bello, un computer con le sole funzioni di un cellulare che pesa come un netbook... i netbook la gente li compra perchè sono dei piccoli pc non perchè sono dei grossi cellulari!
tommy78130 Aprile 2009, 17:35 #5
infatti, ciò che non è x86 è destinato a rimanere fuori mercato per mancanza di applicazioni, sui netbook ci si fanno girare gli stessi programmi che si usano sul fisso (senza esclusioni) ed è questo che li rende appetibili,non poterlo fare vuole dire intraprendere una via che porta diritta al fiasco.
-=DennyX=-30 Aprile 2009, 17:51 #6
Originariamente inviato da: ARARARARARARA
x86 in declino? ma per favore!

Parlavo con un esperto del settore in riferimento ai netbook che dovrebbero uscire con architetture non x86 e ha commentato... ah si quei robi... bello, un computer con le sole funzioni di un cellulare che pesa come un netbook... i netbook la gente li compra perchè sono dei piccoli pc non perchè sono dei grossi cellulari!
x86 non è in declino e non mi pare che qualcuno abbia affermato che lo è.

E direi che il tuo "esperto del settore" evidentemente non ha bene in mente quello che si può fare con una distribuzione di linux ricompilata per ARM (o quel che sarà.

I netbook non x86 hanno il potenziale per andare a coprire una interessante nicchia di mercato.
Viridian30 Aprile 2009, 18:14 #7
già purtroppo l'x86 non è in declino...
Eraser|8530 Aprile 2009, 19:22 #8
Originariamente inviato da: -=DennyX=-
x86 non è in declino e non mi pare che qualcuno abbia affermato che lo è.

E direi che il tuo "esperto del settore" evidentemente non ha bene in mente quello che si può fare con una distribuzione di linux ricompilata per ARM (o quel che sarà.

I netbook non x86 hanno il potenziale per andare a coprire una interessante nicchia di mercato.


s'è visto il successo strepitoso di linux sui netbook..
lascia stare quell'os ai pochi geek che hanno tempo da perdere per configurarlo e mantenerlo. La gente normale, che lavora con il pc o che semplicemente vuole fare tutto senza ricordarsi i comandi a memoria, non lo vuole.. questo non lo dico io ma i dati delle vendite e sono inconfutabili
JackZR30 Aprile 2009, 20:27 #9
Originariamente inviato da: Eraser|85
s'è visto il successo strepitoso di linux sui netbook..
lascia stare quell'os ai pochi geek che hanno tempo da perdere per configurarlo e mantenerlo. La gente normale, che lavora con il pc o che semplicemente vuole fare tutto senza ricordarsi i comandi a memoria, non lo vuole.. questo non lo dico io ma i dati delle vendite e sono inconfutabili


Finchè parli di distribuzioni Linux GRATUITE posso essere d'accordo ma ce ne sono non free che sono praticamente ai livelli di windows (visto che hanno un supporto a pagamento); il vero problema è che la gente è assuefatta a Windows e non vuole impararsi come funziona un OS nuovo: per dire conosco gente che non si è comprata un Mac perchè lo trovava complicato! un MAC!!!
Dcromato30 Aprile 2009, 20:47 #10
Originariamente inviato da: Eraser|85
s'è visto il successo strepitoso di linux sui netbook..
lascia stare quell'os ai pochi geek che hanno tempo da perdere per configurarlo e mantenerlo.


a ne...si...eh?!
se fai come hp che mette su distro su i proprio netbook senza preoccuparsi del fatto che funzioni o no tutto (microfono docet)ci credo che la gente vuole xp....

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^