Il declino di iPhone non si è ancora arrestato dopo tre trimestri in calo

Il declino di iPhone non si è ancora arrestato dopo tre trimestri in calo

Secondo uno dei più affidabili analisti che si occupano di Apple e di iPhone, il melafonino vedrà ancora un duro periodo di declino prima di riprendersi

di pubblicata il , alle 15:45 nel canale Apple
AppleiPhone
 

In termini di vendite e fatturato iPhone è di gran lunga il prodotto più importante per Apple. Il melafonino non è però in buone acque in questo momento e ha appena visto il terzo trimestre di declino consecutivo su base annuale. La maggior parte degli analisti crede che le vendite di iPhone cresceranno leggermente su base annua nel trimestre che terminerà a dicembre grazie alla forte domanda per iPhone 7 Plus. Ma questo non significa che il declino è finito.

L'analista Ming-Chi Kuo, uno dei più affidabili per la line-up di Cupertino, stima che il declino nelle vendite del melafonino continuerà per tutta la prima metà del prossimo anno: "Prevediamo che il volume delle consegne di iPhone sarà in calo su base annuale nella prima metà del 2017 per via della domanda debole in Cina, per gli scarsi volumi di consegna del modello da 4,7 pollici nel primo trimestre del 2017 e per la mancanza di un nuovo iPhone SE", sono state le sue parole.

"Stimiamo un volume di consegne di 40-50 milioni di unità per il primo trimestre del 2017, più basso delle 51,2 milioni di unità consegnate nel primo trimestre del 2016", ha scritto Kuo nella nota, continuando: "Prevediamo che le consegne totali di iPhone raggiungeranno le 35-40 milioni di unità nel secondo trimestre del 2017, cifra inferiore rispetto alle 40,4 milioni di unità consegnate nello stesso periodo dell'anno precedente". 

Secondo Kuo inoltre Apple starebbe spingendo i fornitori di componenti a tagliare sui costi di produzione, che si starebbero lamentando della problematica da circa sei mesi. I margini operativi di Apple sono infatti anch'essi in declino e oggi al punto più basso da sette anni a questa parte. In mancanza di strategie alternative, quindi, pare che Apple voglia aumentare il profitto spendendo meno in componenti, come display, memorie, e altro hardware interno.

"Crediamo che i produttori di componenti per iPhone stiano affrontando pressioni significative da parte di Apple per ridurre i prezzi, con le prime decurtazioni che potrebbero avvenire a novembre o dicembre 2016", scrive Kou. È ovvio che in una situazione così delicata le società fornitrici più piccole (chi fornisce i display, ad esempio) hanno poche possibilità di trattativa, dal momento che non accettando le condizioni di Apple potrebbero essere facilmente sostituite.

Sono invece nella posizione di respingere le richieste della Mela colossi come Samsung o TSMC, capaci di differenziare il proprio business con ulteriori accordi commerciali provenienti da più parti. 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

97 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
MisterG07 Novembre 2016, 15:58 #1
"Crediamo che i produttori di componenti per iPhone stiano affrontando pressioni significative da parte di Apple per ridurre i prezzi, con le prime decurtazioni che potrebbero avvenire a novembre o dicembre 2016"
E invece Cupertino quando li abbassa i prezzi?
cignox107 Novembre 2016, 16:00 #2
>> In mancanza di strategie alternative, quindi, pare che Apple voglia aumentare il profitto spendendo meno in componenti, come display, memorie, e altro hardware interno.

É questo quello che io non capiró mai, e che mi fa schifare il mondo della finanza e delle grandi industrie. Apple ha una quantitá di denaro spropositata, guadagna fantastilioni di dollari da anni etc etc, ma la prima cosa che fa appena i dindi iniziano a calare é quello di mantenere costante il guadagno rifacendosi sui fornitori, che in parte si rifaranno sui dipendenti (perché é sempre li che arrivano i guai).
Questo é l'esatto contrario dell'imprenditoria etica: prendi tutto quello che puoi e poi sparisci. Questo sarebbe invece il momento di dire "ho preso finché ho potuto, ma non puó sempre essere natale, accetto un lieve calo nell'utile". In questo modo la ricchezza si distribuisce.

Alla fine, ripeto, Apple non é neanche lontanamente vicina alla fase "dobbiamo iniziare a preoccuparci". Si tratta solo di aviditá.

Mah...
TripleX07 Novembre 2016, 16:06 #3
Ahahah...ormai anche i fan della mela si sono resi conto che sia solo moda quando un android da 250 euro fa di più ed ha anche caratteristiche superiori in primis risoluzione display, screen border ratio , nfc, wifi direct and so on...
La fine di apple è decretata dopo il SUCCESSONE INGEGNERISTICO delle cuffie non adottate per rispamiare millimetri??? Di grazia costuttori di telefoni come oppo con cellulari da 5,5mm come hanno fatto ad implementarlo? O sui tab s da 6.5 hanno utilizzato tecnologia aliena? Ma poi spettacolare scegliere di mantenerlo senza connessione ottica su mac pro...sono dei grandi.dovrebbero far il test àntidoping al reparto ingegneria o constringerli ad una terapia di alcover
Un connettore da 3,5mm nella sua ultima variante più evoluta ha 4.5mm esatti di spessore ed i farnell 5mm ,chissà che sfida ingegneristica implementarlo come difficilissimo è implementare moduli fotocamera da 5.5mm senza che sporgano...ovvio...gli stessi moduli imx sono venduti in 2 versioni.economica da 6.5 e non da 5.5...secondo voi apple quale ha scelto?lol
TripleX07 Novembre 2016, 16:21 #4
Ed ecco come l'iphone 8 si potrà dimenticare di oled.amoled.memoria superiore ai 2gb/3gb e ricarica wireless o redesign.
IL VERO MOTIVO di queste mancanze sono i margini di guadagno...inutile dire che non lo mettiamo perchè non serve...anche i più bigotti ormai hanno capito l'andazzo e chi giustifica apple è solo un buon climber
*sasha ITALIA*07 Novembre 2016, 17:08 #5
Originariamente inviato da: TripleX
Ahahah...ormai anche i fan della mela si sono resi conto che sia solo moda quando un android da 250 euro fa di più ed ha anche caratteristiche superiori in primis risoluzione display, screen border ratio , nfc, wifi direct and so on...


Quando leggo certe cose mi sale il nervoso...

ho in tasca un iPhone 6s Plus (venerdì mi arriva il 7, ndr) mentre nell'altra un LG G4.

Il G4 ha dalla sua tante caratteristiche quali risoluzione, NFC libero, ecc.

Eppure non lo sostituirei mai al mio iPhone. La differenza per me la fa iOS, il suo ecosistema, il supporto e la tenuta dell'usato. Le specifiche tecniche da sole sono solo spippologia per nerd, un pò come paragonare un puttanone con la quinta di seno che non ti ama e la mogliettina meno estrema con la quale però hai feeling ed una vita appagata.

Tutto IMHO, secondo ME.
Haran Banjo07 Novembre 2016, 17:17 #6
Ci vorrebbe un'idea di quelle strafiche, ma Steve Jobs non c'è più...
porradeiro07 Novembre 2016, 17:21 #7
ragazzi tirate fuori i neuroni: il mercato è SATURO. Andiamo, quali sono i reali vantaggi di cambiare un 6s con un 7? Assolutamente nessuno, la gente inizia a dare importanza al suo denaro, forse....
emiliano8407 Novembre 2016, 17:29 #8
Originariamente inviato da: Haran Banjo
Ci vorrebbe un'idea di quelle strafiche, ma Steve Jobs non c'è più...


hai ragione, devono trovare qualcun altro bravo a rubare le migliori
Haran Banjo07 Novembre 2016, 17:33 #9
Originariamente inviato da: emiliano84
hai ragione, devono trovare qualcun altro bravo a rubare le migliori

CYRANO07 Novembre 2016, 17:38 #10
Non può piovere per sempre (cit.)




Clkslsdldlddldkndlmdsld??

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^