Causa contro Apple per i materiali nocivi di iPhone -AGGIORNATO-

Causa contro Apple per i materiali nocivi di iPhone -AGGIORNATO-

A seguito delle analisi di Greenpeace, un gruppo californiano impegnato nella salvaguardia della salute decide di avviare un procedimento legale nei confronti della Mela

di pubblicata il , alle 10:23 nel canale Apple
AppleiPhone
 

A seguito del documento pubblicato da Greenpeace relativo ai materiali pericolosi utilizzati per la costruzione di iPhone, il Center for Environmental Health (CEHCA) ha avviato un procedimento legale contro Apple che verte in modo particolare sulla presenza di ftalati all'interno della guaina dei cavi delle cuffie di iPhone.

Micheal Green, responsabile del CEHCA, ha dichiarato: "Non vi è alcuna ragione che giustifichi la presenza di questi materiali all'interno di iPhone. Ci aspettiamo che Apple riconsideri attentamente i propri prodotti per realizzarli in modo tale che non rappresentino un pericolo per i consumatori, gli impiegati o l'ambiente".

La causa mossa dal CEHCA fa leva sul fatto che Apple avrebbe dovuto apporre una particolare etichetta sulla confezione dei propri prodotti, come sancito da una apposita legge statunitense, che informasse i consumatori della possibilità di essere esposti a sostanze potenzialmente cancerogene, seppur in quantità estremamente ridotte.

Un portavoce del CEHCA ha comunque dichiarato che il gruppo non ha la ferma intenzione di trascinare Apple in tribunale ma semplicemente di sensibilizzare il colosso di Cupertino e approntare un patteggiamento che preveda l'eliminazione di materiali nocivi dalle catene di produzione.

Aggiornamento: Apple ha rilasciato una dichiarazione ufficiale in merito al documento pubblicato da Greenpeace. Un portavoce dell'azienda della Mela ha dichiarato: "Come tutti i prodotti Apple commercializzati globalmente, iPhone risponde alle direttive RoHS -Restriction of Hazardous Substances- che rappresentano le più severe restrizioni relative all'uso di sostanze tossiche in apparecchi elettronici. Come abbiamo già dichiarato in precedenza (si faccia riferimento qui - n.d.r.) Apple eliminerà completamente l'uso di PVC e BFR entro la fine del 2008."

Fonte: Macworld

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

71 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Leron16 Ottobre 2007, 10:33 #1
non ho ancora capito se questo accanimento di greenpeace contro apple sia dettato dal fatto che apple inquini più degli altri oppure dal fatto che inquini uguale agli altri ma stia più antipatica a questa organizzazione

in tutta sincerità non credo che apple utilizzi componenti così tanto "strani" o "speciali" rispetto alle altre case che commerciano in hardware, vedo questa lotta di greenpeace più come una cosa simbolica di andare contro a una multinazionale che conoscono tutti per far più sensazione
papafoxtrot16 Ottobre 2007, 10:34 #2
Assurdo, possibile che alla apple vadano sempre a cacciarsi in queste rogne? ma forse in immagine ci perdono niente perché ai fan dell'ipod (ne ho uno comunque) certe notizie non arrivano...

Ma un po' di serietà e attenzione no eh??
Fx16 Ottobre 2007, 10:35 #3
eh beh scusate tanto ma altrimenti come facevano a tenere un ricarico di oltre il 50% quando gli altri colossi di settore hanno margini strozzatissimi?

cosa vogliamo fare, togliere il pane di bocca a jobs e agli altri azionisti apple? eh no, in nome del progresso


l'unica nota a margine, la mia quotidiana frecciatina contro una certa stupidità che circonda il mondo apple, è che i soliti sono felici che apple abbia dei ricarichi alti a spese loro (sia in termini economici, che in termini di feature all'interno del prodotto, sia a questo punto anche in termini ambientali e di salute)...

non vi capirò mai, e dovrò infierire per sempre
enjoymarco16 Ottobre 2007, 10:36 #4
Se fosse vero, non capisco cosa ci sia di strano: una legge impone queste etichette? Non le metto? Bene, allora sono sanzionabile.
Fx16 Ottobre 2007, 10:39 #5
Originariamente inviato da: Leron
in tutta sincerità non credo che apple utilizzi componenti così tanto "strani" o "speciali" rispetto alle altre case che commerciano in hardware, vedo questa lotta di greenpeace più come una cosa simbolica di andare contro a una multinazionale che conoscono tutti per far più sensazione


a parte che l'articolo di greenpeace era un altro, SEI OT CARO IL MIO MODERATORE

scherzi a parte nell'altro articolo si leggeva come greenpeace sottolineasse che trovava assurdo come apple usasse processi produttivi particolarmente impattanti quando gli altri colossi ne hanno di più sostenibili, oltre che in alcuni casi avessero anche avviato campagne per lo smaltimento.

in ogni caso penso che per farsi un'idea più precisa basti andare sul sito di greenpeace e leggere i vari rapporti
Puddus16 Ottobre 2007, 10:40 #6
@Leron
Greenpeace è da tempo che ha nel mirino apple per i materiali che usa, ritenuti più inquinanti di altri utilizzati dalle major dello stesso settore.
Il fatto non è che uno si accanisce con apple perchè sta sulle balle, ma se usi dei materiali inquinanti (ovviamente vengono usati perchè costano meno) mentre le altre aziende concorrenti non li usano, non vedo perchè apple deve fare finta di niente.
Oltretutto andando contro la legge.
Poi se tu reputi greenpeace solo dei "capricciosi" per motivi tuoi, questo è un altro discorso...
sesshoumaru16 Ottobre 2007, 10:46 #7
Originariamente inviato da: Fx
eh beh scusate tanto ma altrimenti come facevano a tenere un ricarico di oltre il 50% quando gli altri colossi di settore hanno margini strozzatissimi?

cosa vogliamo fare, togliere il pane di bocca a jobs e agli altri azionisti apple? eh no, in nome del progresso


l'unica nota a margine, la mia quotidiana frecciatina contro una certa stupidità che circonda il mondo apple, è che i soliti sono felici che apple abbia dei ricarichi alti a spese loro (sia in termini economici, che in termini di feature all'interno del prodotto, sia a questo punto anche in termini ambientali e di salute)...

non vi capirò mai, e dovrò infierire per sempre


Acc! Arpia Apple in un mondo di benefattori che ci porta la tecnologia a basso costo!

Sarà, io intanto mi sto godendo l'ipod classic 80 gb pagato 249 euro, e non mi pare che creative o altri te lo regalino un player da 80 gb.....
O sbaglio ?

Andando in topic: se Greenpeace ha ragione, Apple va sanzionata, puro e semplice.
Tra l'altro cambiare la guaina dei cavi delle cuffie non mi pare sta gran difficoltà, ne sta gran spesa, quindi lo facesse e basta.
Leron16 Ottobre 2007, 10:46 #8
Originariamente inviato da: Puddus
@Leron
Greenpeace è da tempo che ha nel mirino apple per i materiali che usa, ritenuti più inquinanti di altri utilizzati dalle major dello stesso settore.
Il fatto non è che uno si accanisce con apple perchè sta sulle balle, ma se usi dei materiali inquinanti (ovviamente vengono usati perchè costano meno) mentre le altre aziende concorrenti non li usano, non vedo perchè apple deve fare finta di niente.
Oltretutto andando contro la legge.
Poi se tu reputi greenpeace solo dei "capricciosi" per motivi tuoi, questo è un altro discorso...

se apple va contro la legge che sia sanzionata come la legge detta.

che greenpeace in molti casi abbia applicato e applichi delle politiche di azione ultrasensazionalistiche e sbilanciate applicando spesso "due pesi e due misure" è un fatto, per questo agli occhi di molti spesso perdono credibilità nelle loro crociate

come organizzazione la apprezzo, in molti casi si è dimostrata determinante e utilissima, inoltre è una delle organizzazioni non governative che NON sono foraggiate da enti esterni

in altri casi hanno avuto parecchi comportamenti "dubbi", per questo non prendo mai per oro colato quello che si dice
equorea16 Ottobre 2007, 10:48 #9
Tutto questo è stato scatenato da geenpeace. Non mi stancherò mai di ripeterlo, greenpeace viene foraggiata da multinazionali che vogliono fare le scarpe ad altre multinazionali. E' un organismo mercenario, che nulla ha a che vedere con la verità scientifica delle asserzioni proclamate. Meglio, quelli di greenpeace paventano rigore scientifico per poi asservirlo alla causa che li foraggia di più. Sono una banda di freakkettoni che giocano a fare gli ecoterroristi.
poaret16 Ottobre 2007, 10:50 #10
Apple non è l'unica azienda che utilizza materiali tossici ma una di quelle che non pagano il pizzo agli " ambientalisti ".....che schifo

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^