IBM ripensa il mail client

IBM ripensa il mail client

IBM sta sviluppando un mail client che stando alle specifiche del progetto dovrebbe essere molto innovativo.

di pubblicata il , alle 15:49 nel canale Uncategorized
IBM
 

IBM sta sviluppando un mail client che stando alle specifiche del progetto dovrebbe essere molto innovativo.
Oltre alle tradizionali funzioni per la gestione email, il nuovo software di IBM integrerà un'agenda per gestire gli appuntamenti ed organizzare il lavoro ed un tool per gestire anche i collegamenti via chat.

In talune occasioni la posta elettronica è meno efficace di una sessione di chat, il nuovo software di IBM lascerà decidere all'utente il metodo più consono.

Ibm annuncia inoltre che le modalità di visualizzazione e le funzionalità ad essa legate, avranno caratteristiche innovative e permetteranno di gestire con facilità ingenti quantità di messaggi.

Purtroppo non sono disponibili ulteriori caratteristiche, vi invitiamo però a visitare questa pagina dove è disponibile anche uno screenshot.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
TheSlug11 Dicembre 2003, 17:39 #1

speriamo che:

1' sara' free..
2' sara' possibile importare pst@similia

bye..

TSL
Jaxoon11 Dicembre 2003, 17:51 #2
software free da IBM??
ilsensine11 Dicembre 2003, 17:52 #3
Originariamente inviato da Jaxoon
software free da IBM??

Ne ha scritto un bel pò...
Mazzulatore11 Dicembre 2003, 18:58 #4
2' sara' possibile importare pst@similia

che significa?
Tasslehoff11 Dicembre 2003, 19:32 #5
Originariamente inviato da Jaxoon
software free da IBM??
Beh non vorrei sconvolgerti però IBM è da sempre uno dei più grandi sostenitori (anche economicamente) di alcuni dei più utili software free, la maggior parte dei team dei progetti opensource più importanti è piena di gente di IBM, da samba a Jakarta (quindi Apache, Tomcat e tanti altri) a Eclipse...

Non so a voi ma leggendo la descrizione di questo client di posta mi è subito venuto in mente Notes 6.5, capacità di gestire db di posta immensi, gestione appuntamenti, gestione todo e in più client Sametime integrato --> chat, condivisione lavagne elettroniche, condivisione workspace, teleconferenza etc etc...
dragunov11 Dicembre 2003, 20:26 #6
Brava mamma ibm!!!
sidewinder12 Dicembre 2003, 10:14 #7
Notes? brrrr....

Odio quel bloatware...
RPM12 Dicembre 2003, 11:40 #8
Mi dispiace molto leggere commenti ingiusti verso Lotus Notes / Domino

Ok non è free però è multipiattaforma (da os2 a win a linux a os390 al mac) almeno via web;

Non è vulnerabile ai virus come quella porcata di outlook;

il server domino è un server di posta, di db distribuiti, web;

ha tool collaborativi, di analisi workflow, di amministrazione, di programmazione ed è compatibile con java (altra piattaforma libera e in parte free);

un sistema di security client/server solido e molte altre caratteristiche.

Sono un ex sistemista Domino e mi rendo conto che in un mondo microsoftcentrico commenti simili siano frequenti ma ricordo che prima che la posta "internet" esistesse (pop3 etc) a fine anni '80 Lotus Notes già esisteva

RPM

mom475112 Dicembre 2003, 15:54 #9
Io mi auguro che IBM sforni una centrale di posta in stile Lotus Notes in versione light, semplificata ma, soprattutto, VELOCIZZATA.

Ho lavorato parecchio con Notes: la centralizzazione della posta è un'idea fantastica, ma non fatta così. Il software è di una pesantezza mostruosa (sia il client che il server Domino) e le comunicazioni sono di una lentezza atroce se non ci si trova in LAN col server, al punto di farti rimpiangere di non aver messo Exchange (e ce ne vuole...)
Già usarlo come centrale di posta è da panico (prova a spedire, connesso ad Internet via modem, un messaggio di 1 Mb e capirai cosa intendo), figuriamoci poi usarlo per lo sviluppo. In più il formato nativo (nlm) dei db Notes non è relazionale (il futuro Notes 7 dovrebbe usare DB2).
dataman18 Dicembre 2003, 17:10 #10
Originariamente inviato da RPM
Mi dispiace molto leggere commenti ingiusti verso Lotus Notes / Domino

Ok non è free però è multipiattaforma (da os2 a win a linux a os390 al mac) almeno via web;

Non è vulnerabile ai virus come quella porcata di outlook;

il server domino è un server di posta, di db distribuiti, web;

ha tool collaborativi, di analisi workflow, di amministrazione, di programmazione ed è compatibile con java (altra piattaforma libera e in parte free);

un sistema di security client/server solido e molte altre caratteristiche.

Sono un ex sistemista Domino e mi rendo conto che in un mondo microsoftcentrico commenti simili siano frequenti ma ricordo che prima che la posta "internet" esistesse (pop3 etc) a fine anni '80 Lotus Notes già esisteva

RPM



Quoto.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^