I richiedenti visto USA potrebbero dover fornire le informazioni degli account social

I richiedenti visto USA potrebbero dover fornire le informazioni degli account social

I richiedenti visto che dovessero essere ritenuti sospetti potrebbero dover iniziare a fornire gli estremi di tutti gli account social, così come i numeri di telefono e gli indirizzi email usati negli ultimi cinque anni

di Andrea Bai pubblicata il , alle 16:31 nel canale Web
 

L'amministrazione Trump potrebbe presto iniziare a chiedere ai richiedenti visto ritenuti sospetti di fornire una lista di tutti gli account social media che hanno usato nel corso degli ultimi cinque anni. Il Dipartimento di Stato ha infatti pubblicato nella giornata di ieri una nota nella quale osserva la necessità di disporre delle informazioni contenute negli account social media per condurre valutazioni più rigorose di determinati soggetti potenzialmente ad alto rischio.

Per ora non si tratta di una disposizione definitiva e il governo ha sottolineato che i richiedenti visto che non vogliono o non posso fornire le informazioni non saranno per sempre rifiutati dagli Stati Uniti. Hanno inoltre dichiarato che chiederanno password o altri elementi per "sovvertire controlli di privacy che il richiedente possa aver implementato".

Il Dipartimento di Stato stima che il cambiamento andrà a interessare circa 65 mila richiedenti visto ogni anno. Assieme alle informazioni dei social media, i richiedenti dovranno fornire ulteriori dati, come i paesi visitati nei precedenti 15 anni e i numeri di telefono o gli indirizzi email utilizzati negli ultimi 5 anni.

La raccolta di informazioni social da parte dell'ufficio delle dogane USA è una misura che è stata introdotta già dall'amministrazione Obama, ma solo in forma limitata e soprattutto a discrezione del singolo individuo che si recava negli USA. L'amministrazione Trump ha deciso di portare la misura ad un altro livello, come già avevamo avuto modo di osservare in altre occasioni: nel mese di Febbraio, ad esempio, era stata ventilata l'ipotesi di richiedere le password dei profili social. In quell'occasione il segretario per la sicurezza nazionale, John Kelly, aveva dichiarato: "Chi non vuole collaborare, non entra". Lo scorso mese l'amministrazione Trump pensava invece alla possibilità di ispezionare i cellulari direttamente ai confini del paese.

15 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Mith8905 Maggio 2017, 16:41 #1
sarei proprio curioso di sapere come definiscono "social network" visto che ci sono millemila siti, app, ecc che ti permettono di comunicare. Banalmente anche questo forum lo è.
alexdal05 Maggio 2017, 17:29 #2
ti fai un account semplice, senza amici e senza consultarlo
gia' su facebook faccio cosi
uno familiare che non uso mai
uno con nick per eventualmente scrivere a ditte o simili che rispondono su FB

Sputafuoco Bill05 Maggio 2017, 18:04 #3
"chiedere ai richiedenti visto ritenuti sospetti".
Si sarebbero evitare le due stragi in California.
Pino9005 Maggio 2017, 18:42 #4
Io inizierei a fare la stessa cosa a loro in maniera del tutto arbitraria in tutto il mondo. Magari si rendono conto...
Zenida05 Maggio 2017, 23:03 #5
Watchdogs 3 in realtà aumentata?
NO sono gli USA!
Notturnia05 Maggio 2017, 23:32 #6
Casa loro regole loro, no vedo il problema
Se uno vuole vivere lì deve rispettare le loro regole altrimenti faccia a meno
Sarebbe bello che che qui si rispettassero le nostre regole per stare in Italia
sinadex06 Maggio 2017, 00:10 #7
Originariamente inviato da: Notturnia
Casa loro regole loro, no vedo il problema
Se uno vuole vivere lì deve rispettare le loro regole altrimenti faccia a meno
Sarebbe bello che che qui si rispettassero le nostre regole per stare in Italia
però allora dovrebbero smettere di dettare legge a casa degli altri (leggi 'esportare democrazia').
in quanto all'Italia, già ADESSO è così: la legge è uguali per tutti.
a parte quelli che le cambiano per non farsi processare...
alessio.9106 Maggio 2017, 00:30 #8
Originariamente inviato da: sinadex
in quanto all'Italia, già ADESSO è così: la legge è uguali per tutti.


Si e i bambini li portano le cicogne, i regali babbo natale e la befana le cioccolate.
GTKM06 Maggio 2017, 08:03 #9
Originariamente inviato da: sinadex
però allora dovrebbero smettere di dettare legge a casa degli altri (leggi 'esportare democrazia').
in quanto all'Italia, già ADESSO è così: la legge è uguali per tutti.
a parte quelli che le cambiano per non farsi processare...


AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH
s-y06 Maggio 2017, 10:28 #10
in una visione distopica, potrebbero in prospettiva essere parificati gli account social ai documenti personali obbligatori, speriamo non facciano scuola, anche se...

che poi ok che 'di fatto' è spesso gia così, che non ne sono ignaro

a botta si prospettano anche forme di 'eremitismo virtuale'...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^