Ufficializzata l'acquisizione di Yahoo da parte di Verizon

Ufficializzata l'acquisizione di Yahoo da parte di Verizon

Verizon ha confermato in via ufficiale l'intenzione di acquisire Yahoo per 4,83 miliardi di dollari: l'operazione sarà conclusa entro la fine dell'anno.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 15:27 nel canale Web
Yahoo
 

Verizon ha confermato le voci che si erano diffuse nelle scorse settimane riguardo all'acquisizione di Yahoo, uno dei gruppi pionieri della Silicon Valley. Nel comunicato stampa, Verizon fa sapere che Yahoo verrà integrato con Aol, acquisita a sua volta da Verizon per 4,4 miliardi di dollari nel corso del 2015. Il valore del nuovo accordo è simile: 4,83 miliardi di dollari.

Come parte dell'accordo, Verizon entra in possesso dei brand online di Yahoo e del servizio di posta elettronica, che conta circa 225 milioni di utenti attivi al mese. Verizon disporrà anche del circuito di pubblicità automatizzata BrightRoll, insieme ad altri servizi di avertising e di analisi. L'accordo, invece, non tocca la liquidità in mano di Yahoo o il pacchetto azionario che quest'ultima detiene all'interno di Alibaba e Yahoo Japan. Queste proprietà resteranno sotto la gestione di Yahoo, la quale cambierà nome una volta che l'operazione verrà portata a termine e diventerà una società di partecipazione pubblica quotata in borsa.

In una lettera indirizzata ai dipendenti di Yahoo e pubblicata su Tumblr, Marissa Mayer, CEO di Yahoo, ha aggiunto che "l'accordo ci aiuterà a scalare in ambito mobile, aprendo la porta a una serie di opportunità di distribuzione". La Mayer continuerà a operare all'interno del gruppo, ma al momento non è chiaro quale sarà il suo ruolo.

"Sono molto orgogliosa del nostro team e dei risultati che abbiamo raggiunto in questi anni", continua. "Personalmente mi piacerebbe molto rimanere perché mo Yahoo e credo in ciascuno di voi. Per me è molto importante seguire Yahoo nel prossimo capitolo della sua esistenza".

L'operazione è ancora soggetta all'approvazione degli azionisti di Yahoo. Secondo Verizon, sarà completata entro il primo trimestre dell'anno fiscale 2017, mentre fino a quel momento Yahoo "continuerà ad operare come entità indipendente".

"Yahoo è una società che ha cambiato il mondo e continuerà a farlo attraverso l'alleanza con Verizon e Aol. La vendita della nostra attività operativa, da considerarsi in maniera indipendente rispetto alle altre attività in Asia, è un significativo passo in avanti nell'ottica di offrire valore agli azionisti di Yahoo. Questa operazione non solo ci offrirà nuove opportunità di distribuzione, ma migliorerà al contempo il nostro lavoro nei settori mobile, video, social e native advertising".

"Circa un anno fa abbiamo acquisito Aol al fine di migliorare la nostra strategia di cross-screen per consumatori, creatori e inserzionisti", aggiunge Lowell McAdam, presidente e CEO di Verizon. "L'acquisizione di Yahoo metterà Verizon in una posizione altamente competitiva come società di tipo global mobile media e accelererà il flusso di entrate legate alla pubblicità digitale".

"Il nostro lavoro in Aol è quello di sviluppare i brand che la gente ama, e continueremo a investire e crescere in questa direzione", sono invece le parole di Tim Armstrong, CEO di Aol. "Yahoo da molto tempo investe nei contenuti premium e questo le ha consentito di creare alcuni dei brand più amati dagli utenti in categorie chiave come sport, news e finanza".

Verizon ha battuto la concorrenza di una serie di potenziali acquirenti, con l'ultimo round per la presentazione delle offerte che ha palesato l'interesse di At&T, Vector Capital Management, il fondo di private equity Tpg Capital e la cordata guidata Dan Gilbert appoggiata da Warren Buffett.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
AleLinuxBSD25 Luglio 2016, 15:46 #1
Mmm vorrei sapere che fine farà flickr dato che mi pare appartenga a yahoo.
Cappej25 Luglio 2016, 15:53 #2
bho.. qui volano milioni di euro come noccioline...
giovanni6925 Luglio 2016, 16:21 #3
Più che altro vorrei capire cosa accade al dominio yahoo.it / yahoo.com nelle caselle di posta: ci ritroveremo con @verizon.com?
TheDarkAngel25 Luglio 2016, 17:00 #4
Ricordo male o la ceo furba come una volpe aveva rifiutato l'offerta di ms che era qualcosa come 3 o 4 volte questa?
danieleg.dg25 Luglio 2016, 17:03 #5
Originariamente inviato da: TheDarkAngel
Ricordo male o la ceo furba come una volpe aveva rifiutato l'offerta di ms che era qualcosa come 3 o 4 volte questa?


Non penso fosse stata sempre lei, ma nel 2008 Microsoft aveva avanzato un'offerta di 44 miliardi di dollari.
TheDarkAngel25 Luglio 2016, 17:05 #6
Originariamente inviato da: danieleg.dg
Non penso fosse stata sempre lei, ma nel 2008 Microsoft aveva avanzato un'offerta di 44 miliardi di dollari.


Hai ragione, sono andato a controllare, l'offerta era veramente faraonica e il furbone era il fondatore
Che dire, è andata veramente bene a ms non averla presa.
Pier220425 Luglio 2016, 17:12 #7
Originariamente inviato da: TheDarkAngel
Ricordo male o la ceo furba come una volpe aveva rifiutato l'offerta di ms che era qualcosa come 3 o 4 volte questa?


Come già detto da altri non era lei ad aver ricevuto quell'offerta e non era 3 o 4 volte ma 10 volte, all'epoca la disputa per Yahoo era tra Microsoft e Google, la prima aveva promesso 44 miliardi, la seconda aveva promesso il matrimonio, Yahoo ha accettato il matrimonio, ma poi il matrimonio non s'è fatto e Yahoo è rimasta sola e cazziata
TheDarkAngel25 Luglio 2016, 17:17 #8
Originariamente inviato da: Pier2204
Come già detto da altri non era lei ad aver ricevuto quell'offerta e non era 2 o 4 volte ma 10 volte, all'epoca la disputa per Yahoo era tra Microsoft e Google, la prima aveva promesso 44 miliardi, la seconda aveva promesso il matrimonio, poi il matrimonio non s'è fatto e Yahoo è rimasta sola e cazziata


E' stato il più grande affare per tutti lasciar morire yahoo di stenti, sarebbero stati miliardi bruciati.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^