Snowden difensore dei diritti umani: l'Europa gli riconosce l'asilo politico

Snowden difensore dei diritti umani: l'Europa gli riconosce l'asilo politico

Edward Snowden è adesso identificato come un difensore dei diritti umani in Europa, con il Parlamento Europeo che gli riconosce l'asilo politico negli stati membri

di pubblicata il , alle 10:01 nel canale Web
 

Decadono tutte le accuse contro Edward Snowden nei paesi membri dell'UE, con il Parlamento Europeo che ha votato con 285 voti a favore e 281 contro. Da potenziale criminale l'informatico che ha reso pubblico lo scandalo delle sorveglianze governative diventa un "difensore internazionale dei diritti umani", e quindi va protetto all'interno dei 28 stati membri e non perseguitato. La risoluzione è praticamente l'opposto di quanto invece accade negli USA in cui Snowden è considerato un traditore della patria.

Da potenziale criminale Snowden diventa un "difensore internazionale dei diritti umani"

L'informatico deve la sua celebrità allo scandalo NSA, di cui ne è stato uno degli accusatori principali, se non il principale. A lui dobbiamo i leak dei documenti governativi che hanno reso pubblico lo scandalo e posto sotto i riflettori il governo americano e le sue agenzie di sorveglianza. Stando ai documenti trapelati, le autorità d'oltreoceano tracciavano un numero impressionante di comunicazioni avvenute fra cittadini americani e non, il tutto naturalmente ad insaputa dei monitorati.

Snowden adesso vive in Russia, stato in cui gli è stato sin da subito concesso l'asilo politico. Negli Stati Uniti è invece accusato di aver violato l'Espionage Act per aver divulgato segreti di stato. Lo stesso informatico ha accolto molto positivamente le novità europee, riportandole sul suo account Twitter e definendole come rivoluzionarie: "Non è un duro colpo contro il governo statunitense", ha poi aggiunto. "Ma una mano aperta estesa da amici. È una chance da sfruttare per andare avanti".

In una votazione separata, i membri del Parlamento Europeo avevano stabilito insieme che "si è fatto troppo poco per la salvaguardia dei diritti dei cittadini in seguito alle rivelazioni in merito alla sorveglianza di massa". A questa votazione avevano risposto positivamente 342 membri, 274 negativamente, e 29 si sono astenuti, al fine di assicurare un "efficace livello di protezione" per tutti i trasferimenti di dati verso gli Stati Uniti. La nuova votazione non sembra aver avuto ripercussioni oltreoceano, con gli USA che mantengono il pugno duro contro l'informatico.

"La nostra posizione rimane invariata", ha dichiarato Ned Price, portavoce per il National Security Council. "Snowden è accusato di aver diffuso informazioni classificate e deve affrontare le accuse penali qui negli Stati Uniti. Dovrebbe pertanto ritornare negli Stati Uniti nel più breve tempo possibile, dove sarà valutato sulla base di un processo equo".

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

61 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
s0nnyd3marco31 Ottobre 2015, 10:11 #1
Brava Europa! Meglio tardi che mai.
blobb31 Ottobre 2015, 10:17 #2
Originariamente inviato da: s0nnyd3marco
Brava Europa! Meglio tardi che mai.


ogni tanto si svincola dalla sottomissione americana
GTKM31 Ottobre 2015, 10:25 #3
Strano che l'Europa non l'abbia considerato un "traditore", nonché pericolo per la sicurezza degli stati membri. Obama non ne sarà molto contento.
Estwald31 Ottobre 2015, 10:36 #4
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
Link alla notizia: http://www.hwupgrade.it/news/web/sn...tico_59392.html

Edward Snowden è adesso identificato come un difensore dei diritti umani in Europa, con il Parlamento Europeo che gli riconosce l'asilo politico negli stati membri

Click sul link per visualizzare la notizia.


E' una "non-legislative resolution", nulla di concreto, solo un messaggio subliminale.

http://www.europarl.europa.eu/news/...nce-EU-citizens'-rights-still-in-danger-says-Parliament
s0nnyd3marco31 Ottobre 2015, 10:43 #5
Originariamente inviato da: Estwald
E' una "non-legislative resolution", nulla di concreto, solo un messaggio subliminale.

http://www.europarl.europa.eu/news/...nce-EU-citizens'-rights-still-in-danger-says-Parliament


Purtroppo, ma spero che la cosa abbia un seguito.

PS: cara EU ci sarebbe anche Assange
aled197431 Ottobre 2015, 11:32 #6
la fiera dell'ipocrisia

ciao ciao
AleLinuxBSD31 Ottobre 2015, 12:34 #7
Per quanto la cosa risulti positiva, non risultando netta la posizione europea, nei confronti di questa situazione, tra l'altro con interventi pure lenti, lancia un timido segnale anziché uno deciso.

Per il resto mi pare che ancora una volta, alla faccia della supposta civiltà moderna, confermi come l'arroganza dei Governi non conosca confini, giustificando qualsiasi azione, a seconda del proprio tornaconto.

Che poi questa persona ha dovuto rifugiarsi in Russia, che di democratico non ha niente, mentre l'Europa dormiva, la dice lunga sulla superficialità della difesa dei diritti democratici, a seconda dei soggetti coinvolti.

Naturalmente in tutto questo è ovvio che la Russia abbia proceduto in questo modo, non certo per bontà d'animo, o per difesa dei diritti umani democratici, ma questo non toglie il fatto che piaccia o meno, questa persona è stata difesa mentre gli altri perdevano tempo, girando la testa dall'altra parte.
GTKM31 Ottobre 2015, 12:39 #8
Originariamente inviato da: AleLinuxBSD
Per quanto la cosa risulti positiva, non risultando netta la posizione europea, nei confronti di questa situazione, tra l'altro con interventi pure lenti, lancia un timido segnale anziché uno deciso.

Per il resto mi pare che ancora una volta, alla faccia della supposta civiltà moderna, confermi come l'arroganza dei Governi non conosca confini, giustificando qualsiasi azione, a seconda del proprio tornaconto.

Che poi questa persona ha dovuto rifugiarsi in Russia, che di democratico non ha niente, mentre l'Europa dormiva, la dice lunga sulla superficialità della difesa dei diritti democratici, a seconda dei soggetti coinvolti.

Naturalmente in tutto questo è ovvio che la Russia abbia proceduto in questo modo, non certo per bontà d'animo, o per difesa dei diritti umani democratici, ma questo non toglie il fatto che piaccia o meno, questa persona è stata difesa mentre gli altri perdevano tempo, girando la testa dall'altra parte.


La Russia non è meno democratica degli USA.
Dietro ogni Presidente americano, infatti, gira e rigira ci sono sempre le stesse figure a manovrarlo.
DrSto|to31 Ottobre 2015, 12:47 #9
Originariamente inviato da: s0nnyd3marco
Brava Europa! Meglio tardi che mai.

Già proprio brava... il 49% ha votato contro!
s0nnyd3marco31 Ottobre 2015, 14:42 #10
Originariamente inviato da: DrSto|to
Già proprio brava... il 49% ha votato contro!


In effetti vorrei sapere chi e con quali motivazioni ha votato contro.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^