Instagram è dannoso per la salute mentale degli adolescenti. Ecco cosa dicono le ricerche (e anche Facebook)

Instagram è dannoso per la salute mentale degli adolescenti. Ecco cosa dicono le ricerche (e anche Facebook)

Secondo un rapporto del WSJ, il social Instagram è dannoso per la salute mentale dei più giovani, in particolar modo nelle ragazze adolescenti. Instagram sta lavorando per comprendere l'esperienze dei ragazzi sulla piattaforma.

di pubblicata il , alle 11:10 nel canale Web
InstagramFacebook
 

Lo ha riportato il Wall Street Journal, secondo dei dati scovati da Facebook, Instagram è dannoso per la salute mentale degli adolescenti. In particolare, il social porterebbe ad aumentare disturbi d'ansia e depressione per il 32% delle ragazze a causa della ricerca di una bellezza assoluta e di un corpo perfetto che vedono dagli Influencer e modelle sulla piattaforma, mentre è cresciuta anche la manifestazione di pensieri suicidi nei giovani (13% in Gran Bretagna e 6% negli USA).

Insomma, colpisce un giovane su tre e Facebook -proprietaria di Instagram- questo lo sa, anche se sembra minimizzare parzialmente il problema. Secondo la notizia del WSJ, i dati delle ricerche effettuate da Facebook non sembrano essere gli stessi che vengono poi divulgati o comunque tenuti "nascosti", e inoltre, questi non vengono fatti analizzare da esperti esterni. Quello che emerge dal report è un comportamento singolare da parte di Facebook, in quanto confessa di conoscere i problemi della piattaforma ma sembra quasi prenderli con superficialità.

Zune

Nonostante ciò, il colosso dei social ha affermato di portare avanti numerose ricerche per comprendere i problemi dei giovani connessi alla piattaforma e migliorarne le funzionalità e l'esperienza. Infatti, Instagram ha svolto un lungo lavoro per quanto riguarda argomenti come bullismo, suicidio, autolesionismo e disturbi alimentari al fine di rendere la piattaforma un posto sicuro e solidale per tutti gli utenti.

"Nel mondo della ricerca, questo non è sorprendente o inaspettato. Problemi come il confronto sociale negativo e l'ansia esistono nel mondo, quindi esisteranno anche sui social media. Ciò non cambia il fatto che prendiamo sul serio questi risultati e abbiamo impostato uno sforzo specifico per rispondere a questa ricerca e cambiare Instagram in meglio", ha affermato Karina Newton, responsabile delle politiche pubbliche di Instagram.

Instagram: qual è la verità?

Secondo la propria ricerca, Facebook afferma che il social migliora la vita della maggior parte degli adolescenti, tranne per i ragazzi che hanno già disturbi mentali, a cui invece potrebbe peggiorarla. La domanda alla fine è: Instagram ha un impatto positivo o negativo? Secondo la società può essere entrambe le cose e si prende carico dei vantaggi e dei rischi della piattaforma, che conosce molto bene.

"Siamo orgogliosi che la nostra app possa dare voce a coloro che sono stati emarginati, che possa aiutare amici e famiglie a rimanere in contatto da tutti gli angoli del mondo, che possa favorire il cambiamento della società; ma sappiamo anche che può essere un luogo in cui le persone hanno esperienze negative, come ha affermato il Journal. Il nostro compito è assicurarci che le persone si sentano bene con l'esperienza che hanno su Instagram, e raggiungere questo obiettivo è qualcosa a cui teniamo molto", si legge nel comunicato della società.

Frasi di circostanza o reale consapevolezza? Se Instagram sia realmente al corrente dei problemi che la sua piattaforma può causare o aggravare sugli adolescenti dovrà intervenire presto per migliorare la sicurezza del social con nuovi strumenti. La società continua ad affermare che è al lavoro su una app per bambini sotto i 13 anni. Secondo il Congresso degli Stati Uniti, il comportamento di Facebook sulla questione è paragonabile alle vecchie industrie di tabacco che affermavano che il fumo non facesse male, pur essendo ben consapevoli del contrario.

Seguici sul nostro canale Instagram, tante novità in arrivo!

31 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
astaroth215 Settembre 2021, 11:21 #1
Non avendo l'app non posso giudicare, ma vedo che nel caso di mia moglie assorbe una discreta fetta di tempo libero. Al momento non mi preoccupo per i bambini (rispettivamente di 10 e 8 anni) perché abbiamo deciso che non avranno cellulare fino alla fascia di età 12-14. Può sembrare da bigotto, ma noto le differenze almeno tra mio figlio di 10 anni ed i suoi compagni , che hanno già profili anche su YouTube e usano un linguaggio che neanche comprendono appieno
aqua8415 Settembre 2021, 11:29 #2
Originariamente inviato da: astaroth2
Non avendo l'app non posso giudicare, ma vedo che nel caso di mia moglie assorbe una discreta fetta di tempo libero. Al momento non mi preoccupo per i bambini (rispettivamente di 10 e 8 anni) perché abbiamo deciso che non avranno cellulare fino alla fascia di età 12-14. Può sembrare da bigotto, ma noto le differenze almeno tra mio figlio di 10 anni ed i suoi compagni , che hanno già profili anche su YouTube e usano un linguaggio che neanche comprendono appieno


La penso anche io come te, ma penso anche che sia un discorso davvero molto complesso da affrontare.
Se per NOI adulti è giusto che non hanno il cellulare fino ad una certa età, posso anche immaginare come si puó sentire "escluso" rispetto agli amici/compagni.
Certo, si puo dire: chi se ne frega quello che fanno gli altri figli io penso al mio!
Ed effettivamente da un lato è giusto ma lo capiamo noi adulti, il bambino dubito riesca a capire che è per lui, lui capirà solo che gli altri lo escluderanno da molte cose, e ci sará chi la prenderà bene e chi male.

Questo detto cosi a grandi linee ma suppongo ci siano poi tante altre sfumature da analizzare.

Comunque per rispondere al topic, anche senza le Ricerche ci sarei arrivato da solo che Instagram, ma piu in generale l uso "smoderato" dello smartphone è dannoso per la salute mentale degli adolescenti.
TorettoMilano15 Settembre 2021, 11:32 #3
Originariamente inviato da: aqua84
La penso anche io come te, ma penso anche che sia un discorso davvero molto complesso da affrontare.
Se per NOI adulti è giusto che non hanno il cellulare fino ad una certa età, posso anche immaginare come si puó sentire "escluso" rispetto agli amici/compagni.
Certo, si puo dire: chi se ne frega quello che fanno gli altri figli io penso al mio!
Ed effettivamente da un lato è giusto ma lo capiamo noi adulti, il bambino dubito riesca a capire che è per lui, lui capirà solo che gli altri lo escluderanno da molte cose, e ci sará chi la prenderà bene e chi male.

Questo detto cosi a grandi linee ma suppongo ci siano poi tante altre sfumature da analizzare.

Comunque per rispondere al topic, anche senza le Ricerche ci sarei arrivato da solo che Instagram, ma piu in generale l uso "smoderato" dello smartphone è dannoso per la salute mentale degli adolescenti.


infatti è facile dire "fino all'età X non gli do lo smartphone". ma poi se tutti gli amici lo usano lui si sentirà escluso con tutte le conseguenze psicologiche annesse
matsnake8615 Settembre 2021, 11:42 #4
I social dovrebbero essere utilizzabili solo dopo la maggiore età.
La dipendenza che creano in un ragazzino è troppa per essere gestita da una giovane mente.
Già gli adulti molto spesso sono vittime degli algoritmi e appena hanno mezzo secondo libero l'istinto primario è quello di controllare lo smartphone e fare una scrollatina della bacheca del social preferito.
Sui ragazzini questo comportamento è molto amplificato.
omerook15 Settembre 2021, 11:44 #5
edit:
Secondo la propria ricerca, Facebook afferma che il social migliora la vita della maggior parte degli adolescenti, tranne per i ragazzi che hanno già disturbi mentali, a cui invece potrebbe peggiorarla.


basterebbe questa affermazione far bandire facebook in tutti quei paesi che hanno a cuore la salute dei propri giovani,
AdolfoG15 Settembre 2021, 11:55 #6
E' interessante quanto fatto dal comune di Gemona (UD), e che abbiamo ripreso anche nella scuola elementare frequentata da mio figlio, a Pordenone.

Si tratta di un "patto digitale" tra genitori, per cui si seguono regole comuni sul quando e come dare il cellulare ai figli. Ci sono 5 regole base:

1. NON PRIMA DELLA SECONDA MEDIA - la consegna di uno smartphone personale connesso in rete, attraverso un periodo di accompagnamento
2. TRASPARENTE FINO AI 14 ANNI - password comunicata ai genitori e monitoraggio periodico delle attività online
3. NON IN CAMERA LA NOTTE - luoghi e orari definiti per l’uso dello smartphone
4. APP E SOCIAL IN REGOLA CON L’ETÀ - no all’utilizzo autonomo di Social e Whatsapp prima dei 14 anni, verifica dei contenuti e dell’età adatta di App e giochi
5. FIRMA DEL CONTRATTO con i figli in occasione della consegna dello smartphone

Qui il link, per chi fosse interessato: https://www.associazionemec.it/patt...ssere-digitale/
joe4th15 Settembre 2021, 11:55 #7
Originariamente inviato da: TorettoMilano
infatti e' facile dire "fino all'eta' X non gli do lo smartphone". ma poi se tutti gli amici lo usano lui si sentira' escluso con tutte le conseguenze psicologiche annesse


I genitori devono fare i genitori e non l'amicone o il complice.
Tanto alla fine si sentira' sempre escluso per qualcosa. Alla fine ci sara' sempre qualcosa che gli amici hanno e lui no, perche' appartengono a una classe "commerciale" leggermente differente; chissa' perche' si leggono sempre articoli che i social rincitrulliscono, e mai il contrario? Hai mai letto un articolo secondo cui i social eleverebbero il QI?

Ricordi una proibizione dei tuoi genitori che abbia causato conseguenze psicologiche importanti?
TorettoMilano15 Settembre 2021, 12:00 #8
Originariamente inviato da: joe4th
I genitori devono fare i genitori e non l'amicone o il complice.
Tanto alla fine si sentira' sempre escluso per qualcosa. Alla fine ci sara' sempre qualcosa che gli amici hanno e lui no, perche' appartengono a una classe "commerciale" leggermente differente; chissa' perche' si leggono sempre articoli che i social rincitrulliscono, e mai il contrario? Hai mai letto un articolo secondo cui i social eleverebbero il QI?

Ricordi una proibizione dei tuoi genitori che abbia causato conseguenze psicologiche importanti?


ho solo detto che è facile dire "proibire questo e quello". non ho soluzioni semplici aimè, fare il genitore è una bella bega
joe4th15 Settembre 2021, 12:08 #9
Originariamente inviato da: TorettoMilano
ho solo detto che e' facile dire "proibire questo e quello". non ho soluzioni semplici aime', fare il genitore e' una bella bega


Eh si'. Genitori non si nasce...ma figli si. :-)

Comunque esistono i social non pilotati...si chiamano mail :-)
silvanotrevi15 Settembre 2021, 12:17 #10
non è soltanto instagram il problema. Sono tutti i social (che poi in realtà sono "asocial", è proprio la società in cui viviamo oggi dove si viene giudicati soltanto in base all'aspetto fisico, al look, all'apparire. E se non si è all'altezza non solo si viene emarginati e isolati ma si viene anche offesi pesantemente in una miriade di commenti volgari ed espliciti sul proprio corpo (body shaming) fino al bullismo. E questo riguarda non soltanto gli adolescenti ma tutti. Persino le star o i vip ne sono vittima (si pensi al recente caso di Loretta Goggi che si è eliminata dai social dopo essere stata pesantemente offesa per il suo corpo).

Ormai oggi devi essere tutto LMS (Look, Money, Status) per essere popolare su instagram, nei social e nella vita tutta. I "diversi", i solitari, i nerd, i sensibili o chiunque altro abbia dei "problemi" di qualunque natura a livello relazionale o di aspetto fisico, di insicurezza, di autostima o di altro...beh non sono ben accetti in questa società 2.0 e farebbero bene a stare alla larga dai social. Anzi, veramente tutti farebbero bene a stare alla larga dei social: un posto virtuale pieno di persone arroganti e prepotenti dove si viene giudicati solo in base al proprio aspetto e compromettono pesantemente la propria autostima. Oggi ad esempio va di moda Tinder per conoscere ragazze. Ma provate a scrivere a una qualunque ragazza su Tinder (o anche su instagram e facebook), qualunque cosa anche una frase carina, se non rientrate nei canoni LMS non otterrete mai risposta da lei. E' un mondo infame questo. Sono finiti i fantastici anni 60 e 70 in cui la gente amava socializzare senza secondi fini, condividere, relazionarsi e mettersi in gioco per l'impegno civico, politico, sociale oltre che personale. Questa è l'era del solipsismo. Lo dico col cuore, state lontani dai social e vivete la vita quella vera guardando in faccia le persone mentre parlate

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^