Anonymous lavora al proprio Social Network?

Anonymous lavora al proprio Social Network?

Anonymous pensa alla creazione di un Social Network libero dalla tirannia e dalla censura, una risposta diretta al ban degli account di alcuni membri da parte di Google

di pubblicata il , alle 12:11 nel canale Web
Google
 

L'iniziativa arriva come atto conseguente all'eliminazione, da parte di Google, di alcuni account Google+ collegati al gruppo Anonymous: si chiamerà AnonPlus e si presenta come il Social Network sviluppato da Anonymous.

La comunicazione arriva attraverso la pagina ufficiale di quello che sarà il portale, disponibile a questo indirizzo. Secondo quanto riportato dallo stesso gruppo: "Dopo che alcuni di noi sono stati bannati da Google+ per alcuni coontenuti, ci siamo accorti che in realtà faceva parte di una sospensione ai danni di molti membri del gruppo Anonymous. Si tratta per noi di una fatto molto grave, che non dovrebbe accadere su internet".

Anonplus

Accedendo sulla pagina di AnonPlus è pissibile leggere:

"Welcome to AnonPlus. This will be your future. This will be our future. Today, we welcome you to begin anew…to watch this glorious incipience happen – one upon which you will never turn your back on. Welcome to the Revolution – a new social network where there is no fear…of censorship…of blackout…nor of holding back. Life is what you make of it – and we are making it. As you step through into the coming weeks, months, and years with us…they will know that we've arrived. There will be no more oppression. There will be no more tyranny. We are the people and we are Anonymous. We have arrived."

Di fatto un vero e proprio manifesto all'indipendenza che fa leva sulla censura attuata da Google ai danni proprio del gruppo. Sulla base di tale esperienza, infatti, AnonPlus si presenta come un progetto senza censura e senza limiti, senza oppressione o tirannia. Non resta che vedere come AnonPlus si evolverà.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

19 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
VirtualFlyer19 Luglio 2011, 14:53 #1
Ho dato un'occhiata alla pagina, leggendo velocemente mi pare abbiamo cambiato il nome, che terranno segreto e dicono che chi voleva iscriversi non è una persona importante per la rivoluzione e loro non possono stargli dietro, ma chi è interessato deve unirsi attivamente a loro. Il succo mi è parso questo, può darsi che abbia frainteso.
LORENZ019 Luglio 2011, 15:13 #2
tutta pubblicità gratuita per questi che io definisco come dei delinquenti moderni e tecnologici...

Combattere il disagio con la delinquenza e l'anarchia ("AnonPlus si presenta come un progetto senza censura e senza limiti, senza oppressione o tirannia" non porterà molto lontano!

Serve sì un giro di vite ma non con queste metodologie!
iK@rus19 Luglio 2011, 15:15 #3
Ma a che serve? è una protesta che pochi capiscono, crea disagio e basta...
WillianG8319 Luglio 2011, 19:04 #4
Penso che si sta avvicinando al mio primo hack non per motivi di test di software o sistema. Anzi pensandoci penso che nei loro sistemi mi divertiró a fare il cracker anche se ci devo mettere mesi.
Ultravincent19 Luglio 2011, 20:28 #5
Originariamente inviato da: LORENZ0
tutta pubblicità gratuita per questi che io definisco come dei delinquenti moderni e tecnologici...


Stavo per rispondere al tuo commento per dimostrare la tua palese ignoranza sull'argomento, ma mi è passata la voglia. Lasciati solo dire che dovresti informarti su cosa sono gli hacker, e cosa sono i grossi gruppi tecnologici (tipo google/facebook) e i gruppi finanziari.

Smettiamola di discutere su quanto dev'essere grande la nostra gabbia, e iniziamo a discutere su come essere liberi...
Libertà NON vuol dire anarchia..
Wild Weasel19 Luglio 2011, 23:10 #6
libertà non vuol dire anarchia ma non vuol dire neanche quello che c'è scritto qui tradotto "AnonPlus si presenta come un progetto senza censura e senza limiti, senza oppressione o tirannia."

Perchè la libertà di ciascuno si ferma quando invade e lede la libertà altrui.

I paletti sono molto sottili...
deckard9020 Luglio 2011, 01:58 #7
mi ispira un sacco... un sito senza censura e senza oppressioni potrebbe avere un futuro in una società che ci sta sempre più stretta e non ci lascia esprimere...
ovviamente c'è il rischio che vada tutto a p*****e se arrivano in massa bm e troll
jappilas20 Luglio 2011, 19:50 #8
Originariamente inviato da: Ultravincent
Stavo per rispondere al tuo commento per dimostrare la tua palese ignoranza sull'argomento, ma mi è passata la voglia.
Lasciati solo dire che dovresti informarti su cosa sono gli hacker, e cosa sono i grossi gruppi tecnologici (tipo google/facebook) e i gruppi finanziari.
tu invece dovresti considerare che saccenza, arroganza e presunzione su questo forum pagano poco - e che puntualizzare la differenza tra hacker e cracker in risposta a un utente giudicato ignorante ma che forse così ignorante non è (in base a cosa ti permetti di giudicarlo?) lascia il tempo che trova, visto che qui si tratta di individui che violando sistemi protetti (provocando danni economici anche considerevoli) hanno commesso in effetti reati - quindi persone che a tutti gli effetti per la legge attuale sono veri e propri delinquenti
peraltro difendere pubblicamente il loro operato (illecito) dovrebbe essere apologia di reato, che è un reato a sua volta...
Ultravincent21 Luglio 2011, 10:20 #9
Originariamente inviato da: jappilas
qui si tratta di individui che violando sistemi protetti (provocando danni economici anche considerevoli) hanno commesso in effetti reati - quindi persone che a tutti gli effetti per la legge attuale sono veri e propri delinquenti
peraltro difendere pubblicamente il loro operato (illecito) dovrebbe essere apologia di reato, che è un reato a sua volta...


Già... attaccare server di grosse corporation è illecito.
Invece rubare i tuoi dati sensibili (google e facebook) per fini pubblicitari è lecito... Generare crisi finanziarie ad hoc per affamare interi Stati e scatenare una guerra tra poveri è lecito... Privatizzare in massa Paesi e distruggerne lo stato sociale per ripagare debiti creati dalla speculazione è sempre lecito...

Sembrano argomenti che non c'entrano nulla con un gruppo di hacker, invece c'entrano eccome. Si tratta di condividere una visione del mondo che favorisce i ricchissimi ai danni di tutti gli altri, o di combatterla.
Raghnar-The coWolf-21 Luglio 2011, 10:30 #10
Non esiste già /b/ ?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^