Alibaba: accordo milionario con Meizu per spingere sul mobile

Alibaba: accordo milionario con Meizu per spingere sul mobile

Il colosso dell'e-commerce cinese diventa azionista di minoranza di Meizu attraverso un accordo da oltre mezzo miliardo di dollari

di pubblicata il , alle 13:31 nel canale Web
 

Attraverso un investimento di 590 milioni di dollari la cinese Alibaba ottiene una quota di minoranza dell'altrettanto cinese Meizu. Gli accordi permettono al colosso dell'e-commerce di diffondere il proprio sistema operativo, Yun OS, integrandolo all'interno dell'hardware di Meizu, che nell'ultimo trimestre ha occupato pochi punti percentuali nel mercato degli smartphone locale.

Si tratta di un'alleanza estremamente importante, con un approccio da parte di Alibaba diverso, ma non troppo, rispetto a quello dell'americana Amazon. Yun OS, infatti, è estremamente legato ai servizi di e-commerce di Alibaba, in cui secondo le ultime stime oltre il 40% delle transizioni portate a termine è avvenuto da un dispositivo mobile. La partnership con Meizu può permettere ad Alibaba di penetrare con maggiore capillarità all'interno del mercato.

Ci saranno naturalmente vantaggi anche per Meizu: il produttore hardware potrà infatti usare i servizi di e-commerce di Alibaba per vendere i propri dispositivi e sfruttare le competenze del partner per alimentare le vendite online. Quello di Alibaba è inoltre un processo simile - anche se inverso - a quello che sta mettendo insieme Xiaomi, che è un concorrente diretto di Meizu nel settore degli smartphone.

Se da una parte Xiaomi si muove sul mercato dell'e-commerce per creare ulteriori profitti dalla vendita del proprio hardware, dall'altra Alibaba ha iniziato con l'e-commerce per poi tentare l'approccio sul mercato degli smartphone. La società di Jack Ma lo farà, però, sulla base dell'hardware di una società terza entrando all'interno del suo consiglio di amministrazione.

Alibaba è la società a cui appartiene l'IPO record negli Stati Uniti. Di recente ha investito 280 milioni sull'app di messaggistica Tango, 120 milioni su Kabam e 10 milioni su Ouya, nomi, questi ultimi due, legati al mondo dei videogiochi su mobile. Adesso Jack Ma punta sull'hardware, prendendo però come riferimento una società che ad oggi non è riuscita ad avere particolare successo di pubblico.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

25 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
gd350turbo09 Febbraio 2015, 14:01 #1
Non mi pare una buona notizia, per niente, ed ho anche un idea in merito del perchè siano andati da meizu anzichè xiaomi..

L'app di aliexpress, è una app spiona al 100%

1) L'applicazione vuole poter modificare i file di configurazione, non specifica quali
2) L'applicazione vuole partire in automatico.
3) L'applicazione vuole trasmettere il tuo numero IMEI
3) L'applicazione vuole inviare sms e mms ed ovviamente accedere alla rubrica!

La miui di xiaomi, intercetta, segnala al utente e permette di bloccare queste funzioni, la versione standard di android no, e non credo che a jack ma, piaccia molto un sistema operativo che smaschera la sua app come spiona, per questo è andato / sta andando verso meizu !

Il che è un peccato, perchè se tali funzioni spione vengono inserite in un sistema operativo, col cavolo che togli/disabiliti !
^Alex^09 Febbraio 2015, 14:05 #2
Oggi sarà una giornata tremenda per i vari sostenitori di Xiaomi...
sbazaars09 Febbraio 2015, 14:05 #3
Sinceramente non capisco perché servano tutti quei permessi...
^Alex^09 Febbraio 2015, 14:16 #4
Originariamente inviato da: sbazaars
Sinceramente non capisco perché servano tutti quei permessi...


Sinceramente io mi fido più di un e-commerce che cerca di capire quali sono le tue preferenze (amazon ad esempio) piuttosto che di una ROM che installi sullo smartphone e che non si sa di preciso cosa e quali informazioni manda a terzi.
Poi magari c'è quello che si sente tranquillo col fatto che può bloccare i permessi di tutte le app, fa niente se il cavallo di troia principale è installato nella rom stessa...

Io comunque non ci trovo proprio nulla di strano in questa operazione...

Alibaba ha fatto sapere che l’investimento è finalizzato a rendere Meizu un parte di rilievo del proprio ecosistema wireless, simile a Nexus di Google, per facilitare la strategia mobile del gigante dell’e-commerce nell’entrare in una nuova fase e promuovere un prossimo sviluppo di Tmail.com, il brand di Alibaba che si rivolge al consumatore.


Fonte: La Stampa.
SuperLory09 Febbraio 2015, 14:28 #5
Originariamente inviato da: gd350turbo
Non mi pare una buona notizia, per niente, ed ho anche un idea in merito del perchè siano andati da meizu anzichè xiaomi..

L'app di aliexpress, è una app spiona al 100%

1) L'applicazione vuole poter modificare i file di configurazione, non specifica quali
2) L'applicazione vuole partire in automatico.
3) L'applicazione vuole trasmettere il tuo numero IMEI
3) L'applicazione vuole inviare sms e mms ed ovviamente accedere alla rubrica!

La miui di xiaomi, intercetta, segnala al utente e permette di bloccare queste funzioni, la versione standard di android no, e non credo che a jack ma, piaccia molto un sistema operativo che smaschera la sua app come spiona, per questo è andato / sta andando verso meizu !

Il che è un peccato, perchè se tali funzioni spione vengono inserite in un sistema operativo, col cavolo che togli/disabiliti !


scusa, ma da utente xiaomi, ti posso dire che anche una stock quando installi quell'app lì ti chiede quei permessi, se a te non va che faccia quelle cose lì non la installi punto. non l'installi e poi la blocchi. imho.

poi che pure xiaomi e google at large non siano proprio l'esempio da portare a sostegno di certe tesi mi pare evidente a tutti.
gd350turbo09 Febbraio 2015, 14:39 #6
Originariamente inviato da: ^Alex^
Oggi sarà una giornata tremenda per i vari sostenitori di Xiaomi...


Tutto il contrario...
Se prima potevo essere 50% per xiaomi e 50 per meizu ora sono 70% per xiaomi e 30% per meizu

Originariamente inviato da: ^Alex^
Sinceramente io mi fido più di un e-commerce che cerca di capire quali sono le tue preferenze (amazon ad esempio) piuttosto che di una ROM che installi sullo smartphone e che non si sa di preciso cosa e quali informazioni manda a terzi.


Appunto...

Originariamente inviato da: ^Alex^
Poi magari c'è quello che si sente tranquillo col fatto che può bloccare i permessi di tutte le app, fa niente se il cavallo di troia principale è installato nella rom stessa...


Ri-appunto !
^Alex^09 Febbraio 2015, 14:42 #7
Originariamente inviato da: SuperLory
scusa, ma da utente xiaomi, ti posso dire che anche una stock quando installi quell'app lì ti chiede quei permessi, se a te non va che faccia quelle cose lì non la installi punto. non l'installi e poi la blocchi. imho.

poi che pure xiaomi e google at large non siano proprio l'esempio da portare a sostegno di certe tesi mi pare evidente a tutti.


Appunto!

gd350turbo09 Febbraio 2015, 14:42 #8
Originariamente inviato da: SuperLory
scusa, ma da utente xiaomi, ti posso dire che anche una stock quando installi quell'app lì ti chiede quei permessi, se a te non va che faccia quelle cose lì non la installi punto. non l'installi e poi la blocchi. imho.

poi che pure xiaomi e google at large non siano proprio l'esempio da portare a sostegno di certe tesi mi pare evidente a tutti.


Chiedere cosa vuoi fare, per l'utente che sa cosa vuole è sicuramente meglio che dire e basta.

Stessa app, installata su uno Jaiyu g3, l'app partiva in automatico, senza chiedere nulla all'utente !
gd350turbo09 Febbraio 2015, 14:47 #9
Originariamente inviato da: ^Alex^
Appunto!



Io ho detto cosa fa su android, cosa fa sulla miui, ora prova ad installarla sul iphone, poi vedi se la leggendaria sicurezza dell'iphone ti pone al sicuro !

Ah, scusa, è vero, non hai tempo da perdere !
SuperLory09 Febbraio 2015, 14:52 #10
Originariamente inviato da: gd350turbo
Chiedere cosa vuoi fare, per l'utente che sa cosa vuole è sicuramente meglio che dire e basta.

Stessa app, installata su uno Jaiyu g3, l'app partiva in automatico, senza chiedere nulla all'utente !


scusami, ma mi prendi in giro ? jiayu, xiaomi, meizu, samsung, salkazz NEL MOMENTO IN CUI LA INSTALLI ti dice che legge i tuoi sms, le email, le foto zozze che mandi alla fidanzata etc etc. se tu dici ok il problema non è di google, touchwiz, miui o flyme...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^