WhatsApp down: il Codacons chiede il risarcimento per gli utenti

WhatsApp down: il Codacons chiede il risarcimento per gli utenti

Il blackout dell'ultima settimana ha causato non pochi problemi agli utenti che hanno chiesto di essere tutelati in situazioni del genere. Ecco che il Codacons ha deciso per l'occasione di chiedere all'azienda un risarcimento per i danni provocati dall'interruzione del servizio.

di pubblicata il , alle 18:31 nel canale Telefonia
WhatsApp
 

Lo scorso mercoledì 3 maggio durante la serata, WhatsApp, il servizio di messaggistica di proprietà di Facebook ha improvvisamente cessato di funzionare a livello globale creando il classico panico da servizio "down" sia per coloro che solitamente lo utilizzano per messaggiare con gli amici ma anche per tutti coloro che invece ne fanno uso lavorativamente. Sia per gli uni che per gli altri chiaramente il black-out ha generato un malcontento importante con l'apparizione immediata sui vari social di messaggi inequivocabili nei confronti della piattaforma e soprattutto di chi la gestisce.

Proprio per questo il Codacons ha deciso di aiutare i consumatori chiedendo ufficialmente all'azienda americana un risarcimento per tutti gli utenti italiani che non hanno potuto utilizzare la piattaforma di messaggistica durante il black-out globale. In una nota ufficiale sul sito dell'associazione, il Presidente del Codacons, Carlo Rienzi dichiara:

"Si tratta di un disservizio che ha creato enormi disagi agli utenti. A dimostrarlo sono le tante proteste sorte sul web da parte di cittadini rimasti per ore isolati su WhatsApp. Ad aggravare la situazione, oltre al blackout, la totale assenza di informazioni rese dall’azienda ai propri clienti attraverso i social network, che ha alimentato confusione e incertezza. Riteniamo che l’azienda debba risarcire i propri utenti per l’episodio, perché il danno per i consumatori è stato evidente. In tal senso chiediamo a WhatsApp di studiare forme di indennizzo automatico in favore degli utenti italiani coinvolti nel blocco del servizio registrato mercoledì 3 maggio."

Insomma dalla dirigenza del Coordinamento delle associazioni per la difesa dell'ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori arriva una precisa presa di posizione che di certo risulta quanto mai nuova soprattutto per il disservizio di un applicazione di messaggistica di nuova generazione. Nella nuova era della digitalizzazione è chiaro come WhatsApp sia divenuto uno strumento assolutamente importante per gli utenti che lo utilizzano durante l'intero arco della giornata ma sarà davvero difficile che il colosso americano possa consentire un rimborso, anche simbolico, per la situazione di disguido soprattutto vista l'estensione globale del disservizio.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

46 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
ImperatoreNeo11 Maggio 2017, 18:35 #1
Che pagliacci, non hanno di meglio da seguire?
Mini4wdking11 Maggio 2017, 18:42 #2
Mamma mia che concezione burocratica e vecchia ha sta gente qui... basta guardare la foto, d'altra parte, per inquadrare il personaggio...

Un servizio gratis viene erogato "alla meglio" cosa vuoi mai pretendere...
Volete poi che sulla licenza non ci sia scritto che non è garantita la continuità del funzionamento? Io non me la sono letta, ovviamente, ma uno che decide di fare ricorso avrebbe quantomeno dovuto farlo prima di blaterare a vanvera...
jepessen11 Maggio 2017, 18:43 #3
Un servizio gratuito, con nessun uptime garantito nel contratto, senza neanche una versione professionale... Dove starebbe scritto che deve essere sempre attivo e che in caso di mancato funzionamento deve risarcire gli utenti...

Capisco che e' molto diffuso, ma se ti importa la comunicazione a livello professionale utilizzi un servizio di livello professionale, tipo Skype for Business (che e' appunto la versione professionale di skype, manco quello gratuito).. Altrimenti ciccia.. Non vedo come un normodotato non possa capire un concetto cosi' semplice...

Che poi tutto sto disagio mica l'ho capito... Ti viene l'attacco d'asma se non ricevi un messaggio ogni cinque minuti? Una telefonata se vuoi sentire una persona fa cosi' schifo? Boh, sara' che sono l'unico pirla che manco se ne e' accorto che fosse down.. E si che lo utilizzo pure io parecchio...
Ork11 Maggio 2017, 18:46 #4
ma andate a zappare i campi
Mini4wdking11 Maggio 2017, 18:46 #5
Uptime, licenze free, licenze business, down, banda garantita...
Tutti concetti che per questi dinosauri che puzzano di stantio sono completamente fuori dalla loro portata.
TigerTank11 Maggio 2017, 18:57 #6
Lol, un risarcimento per problemi usandolo in ambito lavorativo.
Mi sa che si sono scordati che in caso di problemi esistono pure delle cose che si chiamano "mail" e "telefono"
san80d11 Maggio 2017, 19:00 #7
spero che il codacons non prenda soldi pubblici altrimenti sarebbero gli ennesimi soldi buttati nel water
Personaggio11 Maggio 2017, 19:01 #8
Stai ore senza corrente e non è previsto nessun tipo di risarcimento (Enel non da garanzia del servizio ne delle SLA sul ripristino dei guasti, neanche per contratti business) e chiediamo un rimborso per un disservizio su WAPP, gratuito? questi stanno fuori.
Spero non succeda che alla fine si vada in procedimento amministrativo e che alla fine condanni WAPP a pagare, significherebbe la fine di qualsiasi tipo di business in italia ripagato esclusivamente con la pubblicità o offerto gratis da un ente pubblico.
Altre conseguenze...
Sciopero giornalisti, non va in onda il TG5, Mediaset deve risarcire 9 mln di famiglie.
Lavori sulla Tiburtina, la Regione Lazio deve risarcire i pendolari per i ritardi dovuti al conseguente traffico.
Alle 8.00 di mattina, il Free-press Metro è già terminato alla stazione di Piazza Bologna, Metro dovrà risarcire gli abbonati metrebus, ecc, ecc...
io7811 Maggio 2017, 19:04 #9
Non riescono a farmi avere un rimborso se Tim o Vodafone non vanno (e li pago mensilmente) figuriamoci so l ottengono da WhatsApp. E poi se lo usi come strumento business sono fatti tuoi non certo di WhatsApp che non ti chiede nulla (in Italia)
Gnubbolo11 Maggio 2017, 19:07 #10
il codacons vive di provocazioni senza queste il marchio non sarebbe conosciuto da nessuno, una associazione senza scopo di lucro come ce ne sono a decine in ogni comune d'italia.
vi ricordate la richiesta di sequestro di grand thief auto e pokemon go ?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^