Vodafone: ecco chi potrà attivare la nuova rete 5G e a che prezzo. Tutte le informazioni

Vodafone: ecco chi potrà attivare la nuova rete 5G e a che prezzo. Tutte le informazioni

In Italia arriva la nuova rete 5G grazie a Vodafone. Chiaramente non tutte le città italiane potranno da subito beneficiare di questa novità ma solo gli abitanti di 5 comuni italiani. Come si può attivare la nuova rete 5G sul proprio smartphone e quanto costa effettivamente? Ecco la risposta.

di pubblicata il , alle 12:01 nel canale Telefonia
Vodafone
 

Vodafone è stato il primo operatore che ha permesso agli utenti di avere realmente la nuova rete 5G. La rete veloce del futuro che permetterà di navigare non solo più veloce ma anche di avere vantaggi in termini di latenza e servizi. Al momento, come detto in questo articolo, solo alcuni comuni in Italia possono effettivamente provare l'ebrezza di navigare con il 5G ed esattamente gli utenti che abitano nelle città di Milano, Torino, Bologna, Roma e Napoli. Chiaramente per farlo dovranno possedere uno dei tre smartphone che attualmente permettono di supportare la rete veloce 5G ossia il nuovo Xiaomi Mi MIX 3 5G, il Samsung Galaxy S10 5G e il nuovo LG V50 ThinQ 5G. Ma come funziona la rete 5G e soprattutto quali sono i suoi reali costi per gli utenti e come si attiva un piano tariffario comprensivo di rete 5G? Ecco tutti i dettagli.

Vodafone 5G: come attivarlo e a che prezzo

Partiamo innanzitutto con una notizia che sta circolando nelle ultime ore. Vodafone, infatti, per promuovere la sua nuova rete 5G sembra che stia attivando automaticamente l'opzione "Pormo 5G" per tutti coloro che stanno realizzando una nuova SIM o anche un cambio offerta verso chiaramente quelle che risultano abilitate ad usufruire della rete 5G. In questo caso dunque parliamo delle varie Red Unlimited Smart, Red Unlimited Ultra, Red Unlimited Black, Shake it Easy per gli under 30 e l’offerta convergente Vodafone One Pro. Queste sono le tariffe che potranno essere utilizzate dagli utenti per attivare la nuova rete 5G di Vodafone e soprattutto da oggi, 17 giugno, sembra che le offerte saranno attivate con opzione 5G in modo del tutto automatico.

Ecco tutte le tariffe con la Promo 5G gratuita:

Shake it Easy:

  • Minuti illimitati di chiamate verso tutti
  • SMS illimitati verso tutti
  • 30GB di traffico dati sotto rete in 4G, 4.5G e 5G (con Giga Illimitati anche su Chat, Mappe, Social e Musica)
  • COSTO: 14,99€ al mese
  • Opzione: 50GB a 16,99€ al mese

Vodafone RED Unlimited Smart:

  • Minuti illimitati di chiamate verso tutti
  • SMS illimitati verso tutti
  • Minuti illimitati di chiamate verso i paesi UE
  • 20GB di traffico dati sotto rete in 4G, 4.5G e 5G (con Giga Illimitati anche su Chat, Mappe, Social e Musica)
  • COSTO: 18,99€ al mese (su Carta di credito o conto corrente)

Vodafone RED Unlimited Ultra:

  • Minuti illimitati di chiamate verso tutti
  • SMS illimitati verso tutti
  • Minuti illimitati di chiamate verso i paesi UE
  • 30GB di traffico dati sotto rete in 4G, 4.5G e 5G (con Giga Illimitati anche su Chat, Mappe, Social e Musica)
  • COSTO: 24,99€ al mese (su Carta di credito o conto corrente)

Vodafone RED Unlimited Black:

  • Minuti illimitati di chiamate verso tutti
  • SMS illimitati verso tutti
  • Minuti illimitati di chiamate verso i paesi UE
  • 1000 minuti verso alcune destinazioni internazionali
  • GB Illimitati di traffico dati sotto rete in 4G, 4.5G e 5G (con Giga Illimitati anche su Chat, Mappe, Social e Musica)
  • COSTO: 39,99€ al mese (su Carta di credito o conto corrente)

Vodafone: tutti possono provare il 5G a soli 5€ al mese

Oltre a queste offerte però, Vodafone, permetterà a qualsiasi utente di provare ed utilizzare la nuova rete 5G. In questo caso tutti i clienti potranno attivare la promo 5G Start che al costo di 5€ al mese, con un primo mese gratuito, permetterà di avere appunto l'uso del 5G di Vodafone chiaramente nelle 5 città iniziali predisposte dall'operatore.

In questo caso tutti potranno richiedere a Vodafone l'aggiunta dell'opzione già da oggi. Requisiti fondamentali ed imprescindibili chiaramente saranno lo smartphone 5G (LG V50 ThinQ 5G, Xiaomi Mi MIX 3 5G e Samsung Galaxy S10 5G) e una delle città supportate che ripetiamo al momento saranno: Torino, Milano, Bologna, Napoli e Roma.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

24 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
gd350turbo17 Giugno 2019, 12:03 #1
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
In Italia arriva la nuova rete 5G grazie a Vodafone. Chiaramente non tutte le città italiane potranno da subito beneficiare di questa novità ma solo gli abitanti di 5 comuni italiani. Come si può attivare la nuova rete 5G sul proprio smartphone e quanto costa effettivamente? Ecco la risposta.


Bè direi che è alquanto old come news...
La pubblicità esiste da giorni, ( giorni nel mercato della telefonia mobile, ora come ora, sono un tempo enorme, le novità si susseguono ora in ora )
El Roy17 Giugno 2019, 12:09 #2
Ma esiste già un modem-router 5g per navigare da casa con la sim 5g?
Vindicator2317 Giugno 2019, 12:19 #3
comunque per ora è solo marketing io vado a 60 mega in 4g cosa ci fate col 5g ? non capisco a parte lo streaming in 4k (gia il 4g ha latenze record per il gaming) che poi consuma subito tutto non ci vedo l'utilita per il momento è ancora un po' acerba, fatela rodare un po lol
gd350turbo17 Giugno 2019, 12:20 #4
Originariamente inviato da: El Roy
Ma esiste già un modem-router 5g per navigare da casa con la sim 5g?


E' presto, ci sono modem che pare supportino una frequenza, ma è da verificare se funzionano.
E anche se esistesse se metti una sim unlimited black in un router, ci sono buone possibilità che vodafone se ne accorga e ti blocchi la sim, ( non è ben dato da capire che criteri usino, ma è un dato comune che non vogliono venga messa in un router )
Pkarer17 Giugno 2019, 12:26 #5

Ma perchè?

Perché dare 5 euro in più al mese se fra un anno il passaggio sarà obbligatorio a costo zero? (come è successo qualche anno fa per il 4G...)
aqua8417 Giugno 2019, 12:32 #6
Originariamente inviato da: Pkarer
Perché dare 5 euro in più al mese se fra un anno il passaggio sarà obbligatorio a costo zero? (come è successo qualche anno fa per il 4G...)

Perchè la "novitá" si paga.

Vuoi la macchina elettrica oggi ? La paghi il doppio che la pagherai tra un anno.

Piuttosto, non basterebbe fermare la ricerca e il progresso tecnologico a livello mondiale?
aqua8417 Giugno 2019, 12:39 #7
Originariamente inviato da: Vindicator23
comunque per ora è solo marketing io vado a 60 mega in 4g cosa ci fate col 5g ? non capisco a parte lo streaming in 4k (gia il 4g ha latenze record per il gaming) che poi consuma subito tutto non ci vedo l'utilita per il momento è ancora un po' acerba, fatela rodare un po lol


La questione velocità è solamente un aspetto, quasi secondario.
La vera "rivoluzione" del 5G è il famoso Internet Of Things, TUTTO (relativamente) sarà connesso, anche dispositivi piccolissimi con poca energia saranno connessi.

Per fare questo peró è necessario appunto avere una rete capillare, dai bassissimi consumi e latenze prossime allo zero.

Sicuramente nell immediato non si sente la necessità, ma in futuro?
Giuss17 Giugno 2019, 13:22 #8
L'IOT esiste già per alcune cose, ma soprattutto in ambiente domestico secondo me ha molto più senso usare la linea fissa e il collegamento wifi.

Poi non metto in dubbio che il 5g aprirà nuove possibilità, anche se al momento non riesco a immaginare le applicazioni e i vantaggi.
gd350turbo17 Giugno 2019, 13:36 #9
Originariamente inviato da: Giuss
...Poi non metto in dubbio che il 5g aprirà nuove possibilità, anche se al momento non riesco a immaginare le applicazioni...


Per le compagnie telefoniche connettere i dispositivi direttamente alla rete, tramite quindi una sim, sarà fonte di guadagno, dato che la sim 5g, non te la regalano di certo !

Mentre connetterli in wifi alla rete di casa non gli porta alcun vantaggio economico.

Quindi il marketing, la forza oscura che muove il mondo, metterà un modulo 5g in tutta una serie di dispositivi che fino adesso hanno funzionato benissimo senza una connessione 5g, per invogliare appunto la gente a comprare & spendere, del resto solo di licenze hanno speso miliardi, devono quindi rientrare nella spesa !
biometallo17 Giugno 2019, 14:16 #10
Originariamente inviato da: Giuss
L'IOT esiste già per alcune cose

Che l'IOT esistà già è fuori discussione, il punto è che per svilupparsi ha bisogno di un infrastruttura che possa reggere migliaia di connessioni mantenendo altra la velocità di connessione riducendo al minimo la latenza e riducendo i consumi, cioè tutto quello che promette il 5g e che le attuali reti non possono fare, per quanto riguarda l'uso concreto pare che la "killer app" del 5g siano le cosidette "smart city"

https://it.wikipedia.org/wiki/Città_intelligente

[B][I]Esempi di tecnologie adottabili
Reti di sensori wireless per le città intelligenti
Le reti di sensori wireless sono una tecnologia specifica che aiuta a creare Smart cities. Si tratta di creare una rete di nodi sensori intelligenti in grado di misurare molti parametri per una gestione più efficiente della città.[32] I dati sono resi accessibili, in modalità wireless e in tempo reale, ai cittadini o alle autorità competenti.

Ad esempio, i cittadini possono monitorare la concentrazione di inquinamento in ogni strada della città o possono ottenere gli allarmi automatici quando supera un certo livello.[33] È anche possibile ottimizzare l'irrigazione di parchi o l'illuminazione della città, rilevare perdite d'acqua o ottenere mappe acustiche. I bidoni della spazzatura possono inviare un allarme quando sono vicini ad essere pieni.

Il traffico veicolare può essere monitorato in modo da modificare le luci della città in modo dinamico e può essere ridotto con sistemi che rilevano la più vicina area di parcheggio disponibile. Gli automobilisti possono ottenere informazioni tempestive in modo da poter individuare un parcheggio gratuito ed inserirsi rapidamente, risparmiando tempo e carburante.[34] Queste informazioni possono ridurre ingorghi e inquinamento, migliorando quindi la qualità della vita. Recentemente è stato affermato che, in ragione della natura generatrice di reddito dei parcheggi, i sistemi intelligenti di parcheggio possono essere la base ideale per la creazione di reti wireless municipali.

Queste reti possono essere utilizzate per altri tipi di rilevamento, come l'azienda californiana Streetline la quale ha annunciato che nei primi mesi del 2014 lancerà il proprio portafoglio intelligente di parcheggio, aggiungendo il rilevamento della temperatura della superficie stradale e del rumore..[35]

Sensori collaborativi online per le piattaforme di gestione dei dati
Sono servizi di banche dati on-line che permettono ai proprietari di sensori di registrare e connettere i loro dispositivi per convogliare i dati in un database online per la loro archiviazione e che consentono agli sviluppatori di connettersi al database e costruire le proprie applicazioni basate anche su tali dati. Gli esempi includono Xively e la piattaforma Wikisensing. Tali piattaforme semplificano la collaborazione online tra utenti su insiemi di dati diversi che vanno dai dati energetici e ambientali alla raccolta dei dati sui servizi di trasporto.[36] Altri servizi permettono agli sviluppatori di incorporare in tempo reale grafici e widget in siti web. È possibile analizzare ed elaborare i dati storici estratti da feed di dati, inviando allarmi in tempo reale da qualsiasi flusso di dati per controllare testi, dispositivi e ambienti. L'architettura del sistema Wikisensing consente di descrivere i componenti principali di tali sistemi[37] includendo le API e le interfacce per i collaboratori on-line, un middleware contenente la logica aziendale necessaria alla gestione ed all'elaborazione di un sensore dati e di un modello adatto per la memorizzazione efficiente dello stoccaggio e del recupero di grandi volumi di dati.[/I][/B]

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^