Processori AMD Ryzen Threadripper: i nuovi modelli nel Q4 2019

Processori AMD Ryzen Threadripper: i nuovi modelli nel Q4 2019

AMD continuerà lo sviluppo delle soluzioni Ryzen Threadripper con i modelli di terza generazione, che a dispetto delle indiscrezioni debutteranno nel corso del quarto trimestre

di pubblicata il , alle 11:21 nel canale Processori
ZenThreadripperRyZenAMD
 

Sono trascorse varie settimane da alcune indiscrezioni apparse online, che indicavano come a fine vita la famiglia di processori AMD Ryzen Threadripper. Di queste CPU, secondo tali informazioni, non avremmo visto una terza serie a seguire le prime due presentate rispettivamente nel 2017 e nel 2018.

Alla base di questa indiscrezione, non confermata da AMD, troviamo una presentazione dell'azienda nella quale sono indicati i vari prodotti che al momento attuale l'azienda propone sul mercato con però l'eccezione proprio delle soluzioni della famiglia Ryzen Threadripper. Per questo motivo si è stati portati a pensare che AMD avesse scelto di interrompere lo sviluppo di questi processori, privilegiando quelli Ryzen di terza generazione.

Da subito abbiamo pensato che queste indiscrezioni fossero prive di fondamento; nelle settimane successive abbiamo ulteriormente indagato ricevendo conferma che i processori Ryzen Threadripper della serie 3000 basati su architettura Zen 2 arriveranno sul mercato. Questo avverrà presumibilmente nel corso del quarto trimestre 2019, quindi di fatto oltre un anno dopo il debutto delle soluzioni Ryzen Threadripper ora in commercio.

https://www.hwupgrade.it/articoli/cpu/5233/box_1.jpg

La scorsa settimana, nel corso delle presentazioni legate al debutto delle soluzioni Ryzen 3000 e delle schede video basate su GPU Navi, è stata Lisa Su a mostrare in una delle slide la propria gamma di soluzioni comprendente anche i processori Ryzen Threadripper. Ha poco senso che il CEO di un'azienda inserisca in una presentazione un prodotto che ha riscosso successo di mercato e del quale si vocifera l'uscita di scena, soprattutto se i piani sono di continuarne lo sviluppo e la vendita.

Le CPU Ryzen Threadripper sono derivate dalle proposte EPYC: il socket di connessione e le dimensioni fisiche sono le stesse. Le differenze sono sotto la scocca: il controller memoria è di tipo quad channel e non a 8 canali, con un totale di 4 die a 8 core ciascuno che sono abilitati in parte o completamente a seconda del tipo di versione.

Per le CPU Ryzen Threadripper di terza generazione è scontato attendersi che AMD possa continuare a utilizzare lo stesso design delle CPU EPYC, che nella nuova implementazione integrano sino a 8 die Zen 2 ciascuno con 8 core all'interno affiancati dal chip per I/O con un design a chiplets. Le versioni di CPU EPYC di prossima generazione, indicate con il nome in codice di Rome, verranno proposte da AMD in declinazione sino a 64 core quale massimo sfruttando tutti i core integrati negli 8 die.

AMD quindi manterrà con le proposte Ryzen Threadripper 3000 lo stesso design delle proposte precedenti, sfruttando in questo caso il lavoro fatto da AMD per le proposte EPYC di seconda generazione che debutteranno nel corso dell'estate. Alla luce del recente annuncio della CPU Ryzen 3950X, processore per schede madri socket AM4 dotato al proprio interno di ben 16 core, ci si può domandare se abbia ancora senso per AMD proporre soluzioni Ryzen Threadripper. La risposta è un indubbio si, per alcuni ben precisi motivi.

Il primo riguarda il numero totale di core: già con la seconda generazione di CPU Ryzen Threadripper AMD si è spinta con i modelli top di gamma sino a 32 core, di fatto spaccando in due la famiglia con la gamma standard sino a 16 core e quella WX capace di spingersi sino a 32 core. Il secondo è il successo di mercato che le proposte Ryzen Threadripper hanno raccolto nel mondo delle workstation: un elevato numero di core è elemento chiave per questo genere di prodotti e le soluzioni Threadripper hanno rappresentato una valida alternativa alle CPU Intel della fascia HEDT proprio in questo segmento.

Quanti core saranno messi a disposizione dalla proposta top di gamma? Al momento attuale questi processori raggiungono il limite massimo di 32 core, che crediamo verrà ulteriormente spinto in avanti con le CPU Ryzen Threadripper 3000. Difficile a nostro avviso che si possa arrivare ai 64 core che verranno offerti da AMD con le CPU EPYC della famiglia Rome top di gamma, ma il valore di 48 core ci pare essere più plausibile pensando alle necessità tipiche di una workstation moderna. Nulla impedisce in ogni caso, quantomeno sulla carta, di sfruttare tutti i die a disposizione arrivando ai 64 core.

https://www.hwupgrade.it/articoli/cpu/5233/wraith_ripper.jpg

A tale valore si giungerebbe utilizzando ovviamente tutti e 8 i die Zen 2 integrati in questi processori. Il controller memoria continuerà a restare quello DDR4 quad channel, con la possibilità di abbinare moduli DDR4-3200 supportati in modo ufficiale dalla piattaforma: questa scelta è legata alla necessità di mantenere compatibilità con le schede madri già presenti in commercio. La piattaforma sarà quindi sempre con socket TR4, probabilmente basata su chipset di nuova generazione così da sfruttare controller PCI Express Gen 4.0 ferma restando la compatibilità con le schede madri basate su chipset AMD X399 attualmente in commercio.

Detto questo, ci si può domandare quali frequenze di clock potrà raggiungere AMD con un processore Ryzen Threadripper con 64 core al proprio interno. Non conosciamo la risposta, ma proviamo a fare una previsione alla luce delle caratteristiche dell'architettura Zen 2 e della tecnologia produttiva a 7 nanometri adottata da AMD. Con un TDP di 250 Watt, identico a quello delle proposte WX attualmente in commercio, ipotizzare un valore di 3,5 GHz con tutti i core sfruttati al 100% delle proprie potenzialità ci sembra un risultato che AMD può pensare di raggiungere. Non ci resta che attendere fino al Q4 2019 per vedere quali CPU Ryzen Threadripper AMD renderà disponibili sul mercato e se le nostre previsioni si riveleranno corrette.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

11 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Gyammy8517 Giugno 2019, 11:44 #1
Era logico, a questo punto arrivati a 64 core, per zen 3 immagino frequenze più spinte, i/o shrinkato e migliorie minori, e per zen 4 smt x4 come si vociferava tempo fa...wow.
supertigrotto17 Giugno 2019, 11:47 #2

bella notizia

per chi usa il computer per lavorare e non bimbominkiare (giocare a fortnite e orpelli vari) questa è una ottima notizia.
Manca solo la scheda video da lavoro e si ha una workstation eccellente e al prezzo giusto.
Per chi vuole giocare se ne sta sui ryzen 3000 che sono più che sufficienti,in certi casi anche troppo abbondanti.
PS:gioco anche io qualche volta ma mi pare che spesso,nei forum,si pensi di più al gaming che a quello che sono stati creati i computer,ovvero i calcoli.

Gyammy8517 Giugno 2019, 11:50 #3
Originariamente inviato da: supertigrotto
per chi usa il computer per lavorare e non bimbominkiare (giocare a fortnite e orpelli vari) questa è una ottima notizia.
Manca solo la scheda video da lavoro e si ha una workstation eccellente e al prezzo giusto.
Per chi vuole giocare se ne sta sui ryzen 3000 che sono più che sufficienti,in certi casi anche troppo abbondanti.
PS:gioco anche io qualche volta ma mi pare che spesso,nei forum,si pensi di più al gaming che a quello che sono stati creati i computer,ovvero i calcoli.


Attualmente la migliore rig lavoro/gioco è tr2950x+radeon 7
AceGranger17 Giugno 2019, 13:16 #4
come TOP spero in un 48 core a frequenze tirate piuttosto che in un 64.
demon7717 Giugno 2019, 13:41 #5
Originariamente inviato da: AceGranger
come TOP spero in un 48 core a frequenze tirate piuttosto che in un 64.


perchè mai?

Capisco il discorso meno cores e frequenze tirate quando si parla di due o quattro cores per avvantaggiare software che tipicamente sfruttano poco il multicore ma traggono vantaggio da elevate frequenze.
Ma qui parliamo di multicore davvero spinto, quindi che siano 48 o 64 non è che cambia granchè per la gestione da parte di un software.. e ragionando in questi termini meglio 64 no?
AceGranger17 Giugno 2019, 14:09 #6
Originariamente inviato da: demon77
perchè mai?

Capisco il discorso meno cores e frequenze tirate quando si parla di due o quattro cores per avvantaggiare software che tipicamente sfruttano poco il multicore ma traggono vantaggio da elevate frequenze.
Ma qui parliamo di multicore davvero spinto, quindi che siano 48 o 64 non è che cambia granchè per la gestione da parte di un software.. e ragionando in questi termini meglio 64 no?


perchè anche in campo workstation è preferibile avere qualche core in meno ma frequenze piu elevate; non credere che i software Pro siano sempre cosi tanto MT... anzi... è buona cosa trovare un bilanciamento. Frequenze elevate su pochi core poi garantiscono generalmente anche delle prestazioni migliori nelle viewport e si riesce a sfruttare meglio la GPU.

i 64 core poi saranno sicuramente disponibili nelle varianti EPYC single socket che costano molto molto meno delle varianti bi-socket.
cata8117 Giugno 2019, 14:49 #7
Non vorrei sbagliarmi ma Adobe LR e PS non sono ottimizzati per il multicore o almeno non lo erano.
AceGranger17 Giugno 2019, 15:10 #8
Originariamente inviato da: cata81
Non vorrei sbagliarmi ma Adobe LR e PS non sono ottimizzati per il multicore o almeno lo erano.


in realta non lo sono mai stati... .

o meglio si, alcuni filtri sono MT ma il resto è tutto "MT" su pochi core se non addirittura ST;

Link ad immagine (click per visualizzarla)

anche After Effect ha un comportamento simile

https://www.pugetsystems.com/labs/a...rformance-1348/



quindi alla fine ti conviene avere qualche core in meno ma frequenze superiori; anche in campo render, perchè ok, quando renderizzi sfrutti tutti i core, ma nelel altre operazioni nel software ST la fa da padrone.
Piedone111317 Giugno 2019, 15:32 #9
Originariamente inviato da: AceGranger
come TOP spero in un 48 core a frequenze tirate piuttosto che in un 64.


credo che le freq saranno più alte ( sia in multi che single) sul 64 piuttosto che 48
fukka7517 Giugno 2019, 15:58 #10
Originariamente inviato da: supertigrotto
mi pare che spesso,nei forum,si pensi di più al gaming che a quello che sono stati creati i computer,ovvero i calcoli.

Scommetto che nei forum specializzati CAD/CAE non si parla di VG

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^