Vodafone e il 5G: l'ologramma di Gianna Nannini ''canta'' ad X Factor. E' la prima volta al mondo

Vodafone e il 5G: l'ologramma di Gianna Nannini ''canta'' ad X Factor. E' la prima volta al mondo

Durante la puntata di X Factor, Gianna Nannini, grazie alla potente rete Giga Network 5G di Vodafone riesce a cantare stando fisicamente a Berlino ma con una sua riproduzione olografica sul palco dell'X Factor Dome di Monza. Una prima mondiale che ha permesso di toccare la potenzialità della nuova rete 5G dell'operatore.

di pubblicata il , alle 10:01 nel canale Telefonia
Vodafone
 

Vodafone decide di far toccare con mano la potenzialità della sua nuova Giga Network 5G e lo fa sul prestigioso palco dell'X Factor Dome di Monza dove permette per la prima volta al mondo la performance "olografica" live di Gianna Nannini che cantando fisicamente a Berlino è stata riprodotta con un vero e proprio ologramma sul palco dell'arena di Monza. Uno spettacolo da prima mondiale che ha permesso di capire effettivamente l'uso che si potrà fare della nuova rete 5G di Vodafone in futuro (che poi è anche il presente).

 

Vodafone: l'esibizione della Nannini solo grazie al 5G

La puntata di ieri di X Factor, il talent di Sky prodotto da Fremantle, ha visto tra i suoi ospiti la cantante Gianna Nannini che non era fisicamente sul palco dell'X Factor Dome di Monza ma si è esibita al Bikers Club di Berlino durante le manifestazioni per la caduta del Muro di Berlino. La cantante solo grazie alla rete Giga Network 5G di Vodafonee ad una sofisticata attrezzatura è riuscita a cantare simultaneamente anche in Italia o almeno il suo ologramma.


Clicca per ingrandire

Effettivamente il pubblico di X Factor ha potuto vedere con i propri occhi sul palco di Monza l'ologramma della cantante che ha allietato con la canzone "Ragazzo dell'Europa" insieme ai concorrenti del talent. L'esibizione è stata resa possibile grazie alla connessione della nuova rete di Vodafone che proprio per le sue bassissime latenze e il trasferimento ultrarapido dei flussi di video in alta definizione ha garantito non solo la performance ad un livello superiore per qualità ma ha permesso anche alla cantante di interagire sul palco con i concorrenti come se fisicamente fosse ad X Factor.


Clicca per ingrandire

Una prima mondiale quella dell'ologramma trasmesso tramite la rete 5G di Vodafone. Unico nel suo genere che permette però di capire effettivamente quello che potrà essere il futuro grazie alla diffusione della nuova Giga Network di Vodafone e chiaramente degli altri operatori. Non solo velocità incredibili per la navigazione classica ma soprattutto la possibilità di fare intrattenimento come non lo è stato mai fatto finora. Portare sul palco di una città un cantante che fisicamente è invece ad un altro capo del mondo non sarà più impossibile ed effettivamente gli ologrammi che abbiamo visto sempre e solo nei film di fantascienza, da oggi saranno realtà proprio come avvenuto sul palco dell'X Factor Dome di Monza. Il 5G, come lo vede Vodafone, porterà nuove modalità di interazione del pubblico proprio all’interno dei live show musicali, di attualità e sportivi, non solo grazie agli ologrammi ma anche attraverso la Realtà Virtuale e la Realtà Aumentata. Una sfida che non è più futuro ma presente.


Clicca per ingrandire

Una prova di forza importante quella di Vodafone con il 5G. Una vera dimostrazione che la nuova rete non è solo marketing ma è un vero strumento capace di cambiare i tempi e non parliamo chiaramente di quelli di caricamento della pagina web. Alcuni sia all'X Factor Dome di Monza in platea che da casa si sono confusi, anche a causa della poca spiegazione da parte del presentatore Cattelan, che la cantante toscana non fosse effettivamente lì ad X Factor ma a Berlino. Particolare il fatto che la chiacchierata precedente alla performance tra il presentatore Cattelan e la cantante fosse avvenuta tramite la classica rete satellitare con i soliti ritardi di trasmissione. La canzone con la proiezione olografica è invece avvenuta senza ritardi e soprattutto in maniera fluida e precisa sintomo che la rete potrà effettivamente creare un precedente e portare a nuovi orizzonti da questo punto di vista.

Proprio sugli ologrammi, Vodafone, ha lanciato Ready for X Factor, una sfida canora che darà la possibilità al vincitore del contest di duettare ologrammato con uno dei concorrenti finalisti grazie alla Giga Network 5G. Per partecipare basterà iscriversi attraverso il form online e caricare un video canoro sul proprio profilo Instagram utilizzando #ReadyforXFactor e taggando @VodafoneIt.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

23 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
gd350turbo15 Novembre 2019, 10:33 #1
Saturn15 Novembre 2019, 10:36 #2
Tu........ragazzo dell'Europa.......tu...non perdi mai la stradaaaa......

...quanti ricordi, si invecchia mannaggia !
s-y15 Novembre 2019, 10:37 #3
vabbè non faccio neanche la battuta va
Eress15 Novembre 2019, 10:49 #4
Forse per la Nannini, ma nell'era post-moderna di realtà simulata non è certo una novità
omerook15 Novembre 2019, 10:54 #5
Ora con il 5g le trasmissioni video si chiamano ologrammi?
Ratavuloira15 Novembre 2019, 10:54 #6
Se invece che in ste cazzate investissero sulla rete...
gd350turbo15 Novembre 2019, 11:05 #7
Originariamente inviato da: omerook
Ora con il 5g le trasmissioni video si chiamano ologrammi?


Eh...
le trasmissioni video si facevano con il 4g
con il 5g si fanno gli ologrammi !


Oh, hanno investito e investono dei miliardi in sta cosa, devono quindi convincere la gente che non si può vivere senza !
Poi andare a vedere cosa realmente centra in 5g in questa cosa ci sarebbe da rotolarsi per terra dal ridere !
domthewizard15 Novembre 2019, 11:20 #8
non lo so, sono curioso ma non mi va di regalare un clic a questa spudorata marchetta rossovirgolettata
Dumah Brazorf15 Novembre 2019, 11:34 #9
MIKU, MIKU... oh, wait
aleardo15 Novembre 2019, 13:10 #10
Lo si sarebbe potuto fare anche con una normale connessione in fibra ottica, anche perché la quasi totalità del percorso di una connessione 5G passa proprio per la rete in fibra ottica. Inoltre nelle zone in cui il 5G è stato realmente testato la latenza non era poi così bassa, ben lontana dal valore teorico di 1 ms, ma più vicina a quella del 4G. Per questo evento probabilmente, anzi quasi certamente, è stata allestita una rete ad hoc con evidenti intenti promozional-pubblicitari.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^